Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (63) « Prima ... 52 53 [54] 55 56 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Tex Willer, la nuova collana inedita
 
Gamanto
Inviato il: Domenica, 20-Dic-2020, 13:29
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 408
Utente Nr.: 9217
Iscritto il: 10-Nov-2013
Città:



QUOTE (borden @ Sabato, 19-Dic-2020, 16:34)
QUOTE (Gamanto @ Sabato, 19-Dic-2020, 10:25)
QUOTE (cimarron @ Venerdì, 11-Dic-2020, 15:13)
QUOTE (Hellboy @ Venerdì, 11-Dic-2020, 14:50)
Dubito che qualsiasi conferma verrà mai ufficializzata.

Non vorrei farne una questione capitale e sembrare pedante, ma in questo caso secondo me è necessario farlo.
Se l'editore decidesse di non pubblicare più, per esempio, i cartonati con le storie classiche (l'ultimo riproposto mi pare sia "il messaggio dei Dakotas") chiaro che non sarebbe strettamente necessario, essendo un'uscita estemporanea di una storia tra le mille pubblicate che prendi SE e QUANDO esce.

Ma qui si parla di una serie regolare riproposta in ordine cronologico, e mi pare importante sapere se potrò continuare a cercarlo in libreria o dovrò ripiegare su quella da edicola, perché in ogni caso voglio continuare a seguirla...

Credo che tutto sommato si possa stare abbastanza tranquilli.
Delle varie storie classiche di Tex sono ormai disponibili numerose edizioni cartonate a colori (proposte nel tempo da Repubblica, Gazzetta, la stessa SBE e quant'altri).
Un tipo di edizione che, sul modello della BD franco-belga, anche in Italia si è gradualmente imposto negli ultimi lustri.
Difficile pensare che la casa editrice rinunci ad analoga edizione inerente le avventure giovanili del suo personaggio di punta: avventure che stanno riscuotendo, tra l'altro, un buon successo.
Morale: anche se è vero, come diceva Keynes, che sul lungo periodo siamo tutti morti, in questo caso ritengo non si dovrà aspettare di essere ottuagenari per leggersi Tex Willer in edizione rilegata a colori.

Ragionamento francamente incomprensibile. La serie è in edicola ORA. E questa è l'UNICA cosa certa.

Assolutamente vero.
Ed è senz'altro sacrosanto che tu, che "curi Tex in edicola" , sia ovviamente interessato alla vendita del medesimo. Dove finiremmo se tutti aspettassero l'edizione rilegata a colori?
Nondimeno, mi permetto di rimanere dell'opinione che tale edizione resti probabile (non sicura) entro un lasso ragionevole di tempo.
Ovvio che un discorso siffatto non consola chi vuole seguire mensilmente lo sviluppo delle avventure del giovane Tex (io, con molti vari fumetti in casa ancora da leggere, posso permettermi di aspettare) e che quindi fa benissimo a comprarlo in edicola.
Mettiamola così, borden: ben venga l'acquisto mensile del Tex Willer da edicola, nonchè poi anche di quello dell'edizione rilegata a colori, se e quando uscirà. Del resto è ciò che tantissimi appassionati degli albi di Tex già fanno, e da molti anni. wink_old.gif

Ampliando un tantino il discorso, comunque, ho l'impressione che i tempi siano ormai maturi per pensare di affiancare in modo strutturale all'edizione da edicola anche un'edizione periodica rilegata a colori, perlomeno con riguardo ad un personaggio come Tex, che non ha mai deluso in fatto di vendite.
In fondo, borden, l'autentico periodo d'oro della casa editrice per la quale lavori comincia verso la fine degli anni Cinquanta, con Tex gigante che va prima ad affiancare e poi a sostituire gli albetti a striscia.
Poteva sembrare un azzardo, magari, all'epoca. Ma l'azzardo, se calcolato, paga. Altrimenti non resta che il piccolo cabotaggio del pensiero.
Ora, dopo oltre sessant'anni, come detto potrebbe essere venuto il tempo di affiancare sistematicamente all'ormai celeberrimo bonellide anche un formato maggiormente in linea con un pubblico più smaliziato, ormai abituato al colore e a tavole più ampie, che consentono una maggior resa grafica.
Probabilmente non a caso, è quello che aveva ottenuto di fare a suo tempo con la collaborazione di Bao un tuo collega che unisce ad un sicuro talento anche un'innegabile conoscenza delle dinamiche di mercato: Orfani di RRobe aveva abbinato fin dall'inizio all'edizione da edicola una cartonata. E comunque negli ultimi anni si sono moltiplicati, anche per i tipi della SBE, i volumi da libreria.
Perchè allora non tentare un'edizione periodica rilegata proprio di questo Tex Willer che tu hai intrapreso con così felice vena narrativa (mi sono letto i volumi cartonati ad oggi usciti), che potrebbe costituire una sorta di pilot in tal senso? smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
borden
Inviato il: Domenica, 20-Dic-2020, 15:03
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 395
Utente Nr.: 2520
Iscritto il: 27-Nov-2006
Città: milano



Gamanto, dimentichi l'aspettò economico. Non sono io a decidere e tu neppure. Se chi fai i conti decide che non ne vale la pena, i volumi a colori te li scordi.

Le vendite in edicola si contano sulle decine di migliaia. Ma hai idea di quanto invece venda un qualsiasi libro in libreria? Chi vuole leggere Tex Willer deve comprarlo in edicola, punto. Quante volte lo devo ripetere? rolleyes.gif
PMEmail Poster
Top
 
Gamanto
Inviato il: Domenica, 20-Dic-2020, 15:43
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 408
Utente Nr.: 9217
Iscritto il: 10-Nov-2013
Città:



Caro borden, se i conti, che tu sicuramente conosci meglio di chiunque altro, come personaggio di primo piano della SBE, non lo consentono, amen.
Se i numeri non ci sono, non ci sono. Peccato, però.
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.
PMEmail Poster
Top
 
Jenny
Inviato il: Domenica, 20-Dic-2020, 17:02
Quote Post


Surfista d'Argento
********

Gruppo: Members
Messaggi: 24887
Utente Nr.: 51
Iscritto il: 01-Lug-2004
Città:



QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 14:43)
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.

Si suppone che abbiano "fatto la storia" grazie al conforto dei successivi dati di vendita, dagli esiti pari o superiori a quelli delle strisce.
Evidentemente non sta avvenendo la medesima cosa nel caso di cui si sta parlando.
D'altronde un conto sarà stato vendere centinaia di migliaia di copie nelle numerosissime edicole degli anni '50 e '60, mentre invece un altro deve essere vendere centinaia di copie nelle librerie dei giorni nostri.
Hai voglia a far paragoni...


--------------------
(click to show/hide)
PM
Top
 
borden
Inviato il: Domenica, 20-Dic-2020, 19:19
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 395
Utente Nr.: 2520
Iscritto il: 27-Nov-2006
Città: milano



QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 14:43)
Caro borden, se i conti, che tu sicuramente conosci meglio di chiunque altro, come personaggio di primo piano della SBE, non lo consentono, amen.
Se i numeri non ci sono, non ci sono. Peccato, però.
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.

Jenny ti ha già risposto.Ti rispondo anch'io: erano altri tempi, altre tirature.Il Texone incassava moltissimo, che cosa credi?, e, per fortuna, ha tuttora ampi margini di guadagno. Così evidentemente non è per i libri, la cui colorazione costa e che vendono molto molto meno. Ma non lascerò nulla d'intentato per convincere i miei capi.
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2020, 03:08
Quote Post


Nonno Bassotto
**

Gruppo: Members
Messaggi: 2386
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Paperopoli



QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 12:29)
In fondo, borden, l'autentico periodo d'oro della casa editrice per la quale lavori comincia verso la fine degli anni Cinquanta, con Tex gigante che va prima ad affiancare e poi a sostituire gli albetti a striscia.

Ti sfugge un dettaglio: il Tex Gigante, a quanto si dice, vendeva centinaia di migliaia di copie. Le strisce, a quanto ne so, non hanno mai superato le 50.000 copie (non ho cifre precise, solo voci di quarta mano, ma non attaccarti alla precisione delle cifre, il punto è quello che segue): in ogni caso, le strisce non furono dismesse "perchè volevano puntare su un formato più moderno, performante, swing, quack! pow!"

Le strisce NON furono dismesse: le strisce chiusero quando le vendite calarono troppo.

Il primo Tex gigante è del 1957. L'ultima striscia è del 1973 (serie rossa) ma anche contando solo quelle inedite, l'ultima è del 1967.

Le due collane, a striscia e gigante, sono state pubblicate insieme per dieci anni. una non è stata dismessa per "far posto" all'altra. E alla fine le strisce sono state sospese semplicemente perchè non andavano in pari. DA SEMPRE vendevano molto meno dei "giganti", ma finchè CONVENIVA FARLE... perchè rifiutare dei soldi offerti dai lettori?

È la stessa cosa oggi, a parti invertite: la Bonelli fa i volumi, che vendono molto meno, finchè gli conviene. Come faceva con le strisce. (la serie rossa, di ristampe come i volumi, è durata fino al 1973...). Poi non gli conviene più e chiude (le strisce chiusero PRIMA di essere completamente ristampate nel gigante, cioè, per più di un anno non uscirono storie inedite di Tex, solo ristampe. l'avrebbero fatto se le vendite delle strisce non fossero state ormai catastrofiche e non rappresentassero una perdita per la casa editrice?)

Quello che dici tu, di sostituire la serie che vende con quella che vende pochissimo... sarebbe stato come se all'epoca la serie gigante fosse stata chiusa per far proseguire le strisce! biggrin1.gif

(inoltre, la serie gigante era la serie ECONOMICA, non una ristampa più lussuosa... con le strisce pagavi 50 lire per 80 strisce, con la serie gigante pagavi 200 lire per 378 strisce, il 20% in meno!)

QUOTE
Poteva sembrare un azzardo, magari, all'epoca. Ma l'azzardo, se calcolato, paga. Altrimenti non resta che il piccolo cabotaggio del pensiero.


Nessun azzardo, come ti ho spiegato. Semplice contabilità.

E, onestamente... oggi mi pare molto più "azzardato" andare in edicola con un Tex diverso e con un formato nuovo, piuttosto che fare la classica "raccolta in volume" che fanno tutti da decenni (le storie di Tex si raccolgono in volumi a colori dagli anni 70, non è che sia questa stratosferica novità o quale azzardo. Il problema è questi volumi vendevano MOLTO, MOLTO, MOLTO di più negli anni 70... mi fanno ridere quelli che, evidentemente ignorando il passato, dicono che oggi volumi che vendono poche centinaia di copie sono il segno che c''è un boom di vendite in libreria... non so le cifre di Tex, ma negli anni 70 Corto Maltese usciva in libreria in TIRATURA LIMITATA DI 5000 COPIE! CINQUEMILA! Oggi cinquemila copie in tiratura limitata al prezzo di quel volume - rapportate ovviamente all'inflazione - non le fa nemmeno il Texone di Villa...)

Il cosiddetto "boom delle graphic novel in libreria" ha un nome preciso: Zerocalcare. LUI vende, con pochissimi altri (Ortolani, Gipi, e poi?), gli altri sono indietro, lontanissimi, e non vendono nemmeno abbastanza da sopravvivere facendo solo fumetti. E le librerie oggi puntano sui fumetti, un tempo disprezzati (ma anche adesso, non è che li trattino con grande rispetto, la maggior parle li mette nella roba per bambini...) solo perchè i libri non vendono più, sono alla canna del gas e allora tutto fa brodo...

QUOTE

Ora, dopo oltre sessant'anni, come detto potrebbe essere venuto il tempo di affiancare sistematicamente all'ormai celeberrimo bonellide anche un formato maggiormente in linea con un pubblico più smaliziato, ormai abituato al colore e a tavole più ampie, che consentono una maggior resa grafica.


Un pubblico di... quante persone? Duecento persone? Trecento? Immagino che un volume con "Tex" in copertina venda più di queste cifre, ma quelle sono le cifre tipiche per i volumi da libreria.

Io se fossi nella Bonelli mi terrei strette piuttosto le 60.000 persone che comprano l'albo... tongue1.gif

QUOTE

Probabilmente non a caso, è quello che aveva ottenuto di fare a suo tempo con la collaborazione di Bao un tuo collega che unisce ad un sicuro talento anche un'innegabile conoscenza delle dinamiche di mercato: Orfani di RRobe aveva abbinato fin dall'inizio all'edizione da edicola una cartonata.


Mmm.... rinfrescami la memoria... quando sono usciti i volumi Bao delle ULTIME TRE SERIE di Orfani? Pensavo che fossero arrivati solo alla terza serie, nel 2019, e non sono più usciti altri volumi con la serie quarta, quinta e sesta...

Si vede che vendevano tanto che si sono vergognati di guadagnare tanti soldi... tongue1.gif

QUOTE
E comunque negli ultimi anni si sono moltiplicati, anche per i tipi della SBE, i volumi da libreria.
Perchè allora non tentare un'edizione periodica rilegata proprio di questo Tex Willer che tu hai intrapreso con così felice vena narrativa (mi sono letto i volumi cartonati ad oggi usciti), che potrebbe costituire una sorta di pilot in tal senso?  smile.gif


Mi sa che l'hanno invece già tentata. I primi volumi sono stati annunciati persino prima che uscisse l'edizione da edicola, e poi sono usciti per un po' con cadenza regolare a cavallo della conclusione delle varie storie.

Poi no. Hanno smesso.

Dal tuo commento pare quasi che pensi che abbiano venduto un casino e abbiano smesso (almeno di farli a ridosso dell'uscita) perchè aveva paura di fare soldi con cose così "moderne" biggrin1.gif

Ora, io le cifre non le so, ma posso usare l'immaginazione. E immagino che se ci guadagnavano parecchio, avrebbero annunciato altri volumi. Magari rimandandoli a dopo il covid, che avrà colpito le vendite, ma comunque qualcosa annunciavano per tranquillizzare i lettori.

Io sospetto invece che, facendo i conti, se ciascuno delle persone che ha comprato il volume avesse invece comprato l'albo da edicola, ci avrebbero guadagnato di più.

Se ciascuna delle... buttiamo là una cifra a caso, 400 persone che ha comprato il volume "i due disertori" a 28 euro, avesse comprato invece i 5 albi che lo compongono, avrebbe speso 16 Euro. Ma mentre questi 16 euro sarebbero arrivati "puliti" alla Bonelli (escluse ovviamente le percentuali per edicolante e distributore) perchè una percentuale così irrisoria non avrebbe richiesto aumenti di tiratura (sarebbero stati semplicemente albi venduti invece di essere messi in resa), per avere i 28 Euro (sempre meno le percentuali altrui) la Bonelli ha dovuto espressamente mettere in stampa un nuovo volume, con costi di stampa, costi redazionali, spese per la colorazione, etc.)

Immagino che qualcuno abbia fatto i conti e si sia reso conto che ci rimettevano, o almeno, che non ne valeva la pena per il guadagno. Che l'esistenza di una ristampa "regolare" in un altro formato aveva soprattutto l'effetto di danneggiare le vendite della serie da edicola (un amara verità già scoperta negli anni 70, 80, e 90 dalle riviste "d'autore" prima che si estinguessero: se ristampavi tutto in volume poi non ti compravano la rivista). Anche perchè se l'albetto va comprato SUBITO... chi vuole il volume PUÒ ATTENDERE. Se hai già aspettato a leggere la storia... puoi aspettare di trovarlo usato su ebay o con una promozione, o di comprarne 2-3 per volta per risparmiare sulle spese postali, no? Puoi comprarlo fra un anno, fra due, che importa? E poi magari alla fine ti scordi pure di comprarlo...

Boh, comunque non piangete troppo presto. Per me di volumi a colori ne faranno ancora. Ma li faranno come con la serie regolare: ristamperanno una storia ogni tanto, non TUTTO, per togliervi la certezza che vi spingeva a non comprare l'albo. Così, nel dubbio, dovrete comprare l'albo. E se e quando uscirà il volume, sarà ben distanziato dall'uscita in edicola. Perchè, a vedere cosa ristampa ora la Bonelli, questa è la scelta che gli conviene di più (avete visto che hanno anche smesso di fare i volumi della serie regolare in contemporanea? Avevano fatto il Ritorno di Yama e l'Ultima Vendetta, ma adesso sono tornati a fare ristampe di storie più vecchie... segno per me che il modello "volume e albo contemporanei o quasi" ha fallito anche sul Tex regolare.


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
Gamanto
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2020, 08:34
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 408
Utente Nr.: 9217
Iscritto il: 10-Nov-2013
Città:



QUOTE (borden @ Domenica, 20-Dic-2020, 18:19)
QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 14:43)
Caro borden, se i conti, che tu sicuramente conosci meglio di chiunque altro, come personaggio di primo piano della SBE, non lo consentono, amen.
Se i numeri non ci sono, non ci sono. Peccato, però.
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.

Jenny ti ha già risposto.Ti rispondo anch'io: erano altri tempi, altre tirature.Il Texone incassava moltissimo, che cosa credi?, e, per fortuna, ha tuttora ampi margini di guadagno. Così evidentemente non è per i libri, la cui colorazione costa e che vendono molto molto meno. Ma non lascerò nulla d'intentato per convincere i miei capi.

E' davvero tutto quello che ti si può chiedere, borden. Grazie. smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
borden
Inviato il: Martedì, 22-Dic-2020, 17:47
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 395
Utente Nr.: 2520
Iscritto il: 27-Nov-2006
Città: milano



QUOTE (Gamanto @ Lunedì, 21-Dic-2020, 07:34)
QUOTE (borden @ Domenica, 20-Dic-2020, 18:19)
QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 14:43)
Caro borden, se i conti, che tu sicuramente conosci meglio di chiunque altro, come personaggio di primo piano della SBE, non lo consentono, amen.
Se i numeri non ci sono, non ci sono. Peccato, però.
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.

Jenny ti ha già risposto.Ti rispondo anch'io: erano altri tempi, altre tirature.Il Texone incassava moltissimo, che cosa credi?, e, per fortuna, ha tuttora ampi margini di guadagno. Così evidentemente non è per i libri, la cui colorazione costa e che vendono molto molto meno. Ma non lascerò nulla d'intentato per convincere i miei capi.

E' davvero tutto quello che ti si può chiedere, borden. Grazie. smile.gif

Allora... Notizia in anteprima assoluta. Faremo uscire in primavera il volume dei Seminoles perché la storia è stata apprezzata e i disegni di Rubini sono notevoli. Ma, siccome è molto lungo, il libro sarà in bianco e nero. Il che non è neppure un male, per i miei gusti.

I direttori reputano che d'ora in avanti volumi di Tex Willer ne usciranno ancora, però a loro discrezione. non tutte le storie certamente, ma solo alcune e quasi certamente in b&w.


Insomma nessuna completezza, solo una selezione di storie.


Ma di questi tempi credo sia un buon risultato.

Titolo: NELLA TERRA DEI SEMINOLES.

PMEmail Poster
Top
 
LondonOrbital
Inviato il: Martedì, 22-Dic-2020, 20:06
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1358
Utente Nr.: 5936
Iscritto il: 30-Nov-2010
Città: firenze



QUOTE (borden @ Martedì, 22-Dic-2020, 16:47)
QUOTE (Gamanto @ Lunedì, 21-Dic-2020, 07:34)
QUOTE (borden @ Domenica, 20-Dic-2020, 18:19)
QUOTE (Gamanto @ Domenica, 20-Dic-2020, 14:43)
Caro borden, se i conti, che tu sicuramente conosci meglio di chiunque altro, come personaggio di primo piano della SBE, non lo consentono, amen.
Se i numeri non ci sono, non ci sono. Peccato, però.
Acclarato comunque che non siamo nè tu nè io a decidere, consentimi una piccola riflessione filosofica: è assolutamente possibile che all'epoca qualcuno dalla contabilità avesse fatto presente a Bonelli Sr. e Jr. che per fare Tex gigante i conti non tornavano, che non c'erano i numeri, che gli albi sarebbero costati troppo. Però loro se ne sono fregati. E hanno fatto la storia del fumetto in Italia.

Jenny ti ha già risposto.Ti rispondo anch'io: erano altri tempi, altre tirature.Il Texone incassava moltissimo, che cosa credi?, e, per fortuna, ha tuttora ampi margini di guadagno. Così evidentemente non è per i libri, la cui colorazione costa e che vendono molto molto meno. Ma non lascerò nulla d'intentato per convincere i miei capi.

E' davvero tutto quello che ti si può chiedere, borden. Grazie. smile.gif

Allora... Notizia in anteprima assoluta. Faremo uscire in primavera il volume dei Seminoles perché la storia è stata apprezzata e i disegni di Rubini sono notevoli. Ma, siccome è molto lungo, il libro sarà in bianco e nero. Il che non è neppure un male, per i miei gusti.

I direttori reputano che d'ora in avanti volumi di Tex Willer ne usciranno ancora, però a loro discrezione. non tutte le storie certamente, ma solo alcune e quasi certamente in b&w.


Insomma nessuna completezza, solo una selezione di storie.


Ma di questi tempi credo sia un buon risultato.

Titolo: NELLA TERRA DEI SEMINOLES.

Per me è un'ottima notizia. Non ci speravo più.
La storia con i Seminoles era quella che attendevo di leggere con maggior impazienza.

Borden, non so come tu abbia fatto a convincerli, ma hai veramente assestato un gran bel colpo. hands80.gif hands80.gif hands80.gif hands80.gif hands80.gif
PMEmail Poster
Top
 
borden
Inviato il: Martedì, 22-Dic-2020, 22:23
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 395
Utente Nr.: 2520
Iscritto il: 27-Nov-2006
Città: milano



Io non ho fatto niente. Ne ho parlato stamattina e ho scoperto che le intenzioni erano queste. D'altronde sapevo già da tempo che la serie integrale in volume non sarebbe potuta uscire mai. Ma possiamo contare se non altro su qualche uscita speciale come questa. Non a colori.


PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Mercoledì, 23-Dic-2020, 01:33
Quote Post


Nonno Bassotto
**

Gruppo: Members
Messaggi: 2386
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Paperopoli



QUOTE (borden @ Martedì, 22-Dic-2020, 16:47)
Allora... Notizia in anteprima assoluta. Faremo uscire in primavera il volume dei Seminoles perché la storia è stata apprezzata e i disegni di Rubini sono notevoli. Ma, siccome è molto lungo, il libro sarà in bianco e nero. Il che non è neppure un male, per i miei gusti.

Infatti, forse avere guadagnato un acquirente! cool1.gif

I volumi colorati non li volevo manco se me li regalavano, ma avere quella storia in (si spera) un edizione con stampa migliore e formato più grande mi tenta...

QUOTE

I direttori reputano che d'ora in avanti volumi di Tex Willer ne usciranno ancora, però a loro discrezione. non tutte le storie certamente, ma solo alcune e quasi certamente  in b&w.


Eh, avevo immaginato giusto, allora! tongue1.gif

(quasi, nel mio pessimismo non pensavo rinunciassero al colore. Lo considero un buon segno, si vede che hanno visto che non c'è una differenza abbastanza significativa nelle vendite fra volumi a colori e in b/n per giustificare la colorazione. Lo considero un buon segno perchè significa che la gente li compra per il formato e le storie, non per "averli colorati".

Il lato negativo è che vuol dire che i volumi già colorati per la CSAC manterranno quella colorazione frettolosa...)


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
rimatt
Inviato il: Mercoledì, 23-Dic-2020, 10:23
Quote Post


Indagatore dell'Incubo
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3892
Utente Nr.: 5271
Iscritto il: 23-Mar-2010
Città: Verona



Ottima notizia, in effetti la storia è molto bella e le tavole di Rubini potrebbero trarre un gran beneficio da un formato più arioso. Quasi quasi...
PMEmail Poster
Top
 
Dago
Inviato il: Mercoledì, 23-Dic-2020, 10:58
Quote Post


Indagatore dell'Incubo
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3752
Utente Nr.: 965
Iscritto il: 26-Dic-2004
Città: Roma



peccato. Capisco l'impossibilità di stampare tutte le storie e la necessità anche di allungare i tempi tra un volume e l'altro, però il colore era davvero un valore aggiunto se realizzato con la qualità del primo volume (gli altri non li ho ancora letti ma solo ordinati, presumo però che siano all'altezza del primo) e che a me personalmente faceva pesare molto meno l'idea di spendere quei soldi per storie che ho già. Pazienza, me ne farò una ragione, userò quel budget per comprare i volumi a colori di Dragonero (le ristampe, perchè Senzanima già la compro), sempre che non cambino idea e levino il colore anche per quelli. sad1.gif

Grazie Borden per l'aggiornamento


--------------------
PM
Top
 
Gamanto
Inviato il: Mercoledì, 23-Dic-2020, 11:30
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 408
Utente Nr.: 9217
Iscritto il: 10-Nov-2013
Città:



QUOTE (borden @ Martedì, 22-Dic-2020, 16:47)


Allora... Notizia in anteprima assoluta. Faremo uscire in primavera il volume dei Seminoles perché la storia è stata apprezzata e i disegni di Rubini sono notevoli. Ma, siccome è molto lungo, il libro sarà in bianco e nero. Il che non è neppure un male, per i miei gusti.

I direttori reputano che d'ora in avanti volumi di Tex Willer ne usciranno ancora, però a loro discrezione. non tutte le storie certamente, ma solo alcune e quasi certamente  in b&w.


Insomma nessuna completezza, solo una selezione di storie.


Ma di questi tempi credo sia un buon risultato.

Titolo: NELLA TERRA DEI SEMINOLES.

La rinuncia al colore potrebbe rivelarsi un limite, pur comprendendo il problema dei costi.
Complessivamente comunque, guardando il bicchiere mezzo pieno, si può considerarlo un buon passo nella giusta direzione. wink_old.gif
PMEmail Poster
Top
 
skull
Inviato il: Mercoledì, 23-Dic-2020, 11:39
Quote Post


Anziano Inside
********

Gruppo: Members
Messaggi: 31758
Utente Nr.: 60
Iscritto il: 01-Lug-2004
Città: Le Nuvole



QUOTE (rimatt @ Mercoledì, 23-Dic-2020, 10:23)
Ottima notizia, in effetti la storia è molto bella e le tavole di Rubini potrebbero trarre un gran beneficio da un formato più arioso. Quasi quasi...

21vs.gif 21vs.gif
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (63) « Prima ... 52 53 [54] 55 56 ... Ultima » Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0542 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]