Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Graphic Novels: il boom, In cinque anni fatturati raddoppiati
 
Mandrake
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 11:26
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 320
Utente Nr.: 3426
Iscritto il: 02-Dic-2007
Città: Musei



Su "Il fatto quotidiano" di oggi (6 dicembre 2018) è apparso un breve articolo sullo studio portato avanti dall'Associazione Italiana Editori, in collaborazione con Nielsen, nel quale è venuto fuori che nel 2017 il valore del mondo graphic novels ha raggiunto la cifra di 13,6 milioni di Euro. Traguardo incredibile, se pensiamo che nel 2012 era di appena 8,7.
Tra i dati dello studio, ciò che mi ha colpito è il calo del prezzo medio di un volume da libreria, 13,90 (anche se da considerare la voce "manga", inseriti nello studio).
I risultati verranno presentati oggi al festival Più libri, più liberi.
Per chi non avesse la possibilità di leggere l'articolo (abbastanza breve, in verità), riporto il link

https://www.ilfattoquotidiano.it/premium/ar...oom-editoriale/

Non so se è corretta la mia procedura. Chiedo agli amministratori, di verificare
Grazie
PMEmail Poster
Top
 
Fedemone
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 12:59
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1494
Utente Nr.: 4485
Iscritto il: 20-Apr-2009
Città: Milano



Devo dire che, nonostante legga spesso di "attuale crisi del fumetto", in realtà siamo all'opposto: in edicola fioccano edizioni Gazzetta, Repubblica, nuove testate Bonelli e via dicendo. Piccoli editori nascono ogni giorno e le fiere si moltiplicano. Inflazionano forse il mercato ma mostrano un sincero interesse. Il mercato dei manga non sembra conoscere flessione con pubblicazione di opere più difficili, almeno commercialmente come Tezuka o i fratelli Tsuge. Fumetti entrano in concorso allo Strega, il termine "graphic novel" entrance nel linguaggio comune e la sezione fumetti nei siti librari ha una sua autonomia che la fantascienza non ha, messa assieme al fantasy un genere.
Accorgiamogecene. Stiamo vivendo un ottimo omento per il fumetto! E regalatene a Natale!
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv









Città:





Top
 
Paolo Papa
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 14:18
Quote Post


Agente T.N.T.
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3246
Utente Nr.: 8411
Iscritto il: 12-Gen-2013
Città: nebulosa d granchio



Sono d'accordo, a far impressione è soprattutto la vasta scelta che c'è oggi.

Sul prezzo medio però, non andavano considerati i manga che abbassano notevolmente la media.

Mai comprata infatti una g.n. a 13 euro (edizioni da edicola a parte) figuriamoci a meno


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Jenny
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 14:21
Quote Post


Surfista d'Argento
********

Gruppo: Members
Messaggi: 23372
Utente Nr.: 51
Iscritto il: 01-Lug-2004
Città:



QUOTE (Mandrake @ Giovedì, 06-Dic-2018, 10:26)
Su "Il fatto quotidiano" di oggi (6 dicembre 2018) è apparso un breve articolo sullo studio portato avanti dall'Associazione Italiana Editori, in collaborazione con Nielsen, nel quale è venuto fuori che nel 2017 il valore del mondo graphic novels ha raggiunto la cifra di 13,6 milioni di Euro. Traguardo incredibile, se pensiamo che nel 2012 era di appena 8,7.

Senza nulla togliere al discorso, ma va detto che +56% non è raddoppiare.


--------------------
(click to show/hide)
PM
Top
 
lenuvoleparlanti
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 14:30
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5314
Utente Nr.: 9624
Iscritto il: 21-Feb-2014
Città: milano



armati93.gif Ottima notizia, io sono un divoratore di GN
Non avevo il minimo dubbio che le GN wub.gif avrebbero contribuito notevolmente a divulgare e far apprezzare il medium fumetto cool1.gif
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 17:15
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 880
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Forlimpopoli



Trovo l'articolo (molto breve e sbrigativo) molto carente sui dati.

Parla di un aumento di copie vendute da 593.000 a 862.000, ma rimane il dubbio su che titoli abbiano considerato (cosa vuol dire "ad abbassare la media nella categoria considerata ci pensano i manga"?). un indizio viene forse dal titolo della ricerca: "“graphic novel, libri a fumetti e manga”

Se hanno contato anche i "libri a fumetti" (quindi anche i volumi di Tex della Bonelli) e i manga seriali, il valore del dato riguardo alle graphic novel diventa quasi irrilevante.

Inoltre, non viene detto un dato importantissimo: su quanti titoli vengono "spalmate" queste vendite? Se i titoli sono raddoppiati e le vendite sono aumentate del 50% in totale non è una gran notizia...

Alla fine, l'articolo (e la ricerca), fatto in questo modo, è rivolto solo alle librerie, e parla solo del fatturato che possono fare dedicando una sezione a “graphic novel, libri a fumetti e manga”, e mettendo in bella evidenza i libri di Zerocalcare. Poi penseranno i librai a mettere subito in resa il 60% dei titoli meno venduti e concentrarsi su Tex e Zerocalcare...


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
f-yes93
Inviato il: Giovedì, 06-Dic-2018, 23:28
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 845
Utente Nr.: 9043
Iscritto il: 05-Set-2013
Città: Cagliari



Il settore si erge su tantissimi prodotti venduti stampati in numero di copie di mille o giù di lì e in case editrici che navigano a vista.
Gli autori, beh lavorano o per passione o per il fatto che ormai fare un fumetto non si nega a nessuno, dato che ormai non si danno né acconti ma solo royalties dopo tot di copie vendute( che saranno mai raggiunte).
PMEmail Poster
Top
 
Cap.Crumb
Inviato il: Venerdì, 07-Dic-2018, 17:37
Quote Post


MR. NATURAL
********

Gruppo: Members
Messaggi: 25889
Utente Nr.: 450
Iscritto il: 13-Lug-2004
Città: --Teramo--



QUOTE (Moreno Roncucci @ Giovedì, 06-Dic-2018, 17:15)
Trovo l'articolo (molto breve e sbrigativo) molto carente sui dati.

Parla di un aumento di copie vendute da 593.000 a 862.000, ma rimane il dubbio su che titoli abbiano considerato (cosa vuol dire "ad abbassare la media nella categoria considerata ci pensano i manga"?). un indizio viene forse dal titolo della ricerca: "“graphic novel, libri a fumetti e manga”

Se hanno contato anche i "libri a fumetti" (quindi anche i volumi di Tex della Bonelli) e i manga seriali, il valore del dato riguardo alle graphic novel diventa quasi irrilevante.

Inoltre, non viene detto un dato importantissimo: su quanti titoli vengono "spalmate" queste vendite? Se i titoli sono raddoppiati e le vendite sono aumentate del 50% in totale non è una gran notizia...

Alla fine, l'articolo (e la ricerca), fatto in questo modo, è rivolto solo alle librerie, e parla solo del fatturato che possono fare dedicando una sezione a “graphic novel, libri a fumetti e manga”, e mettendo in bella evidenza i libri di Zerocalcare. Poi penseranno i librai a mettere subito in resa il 60% dei titoli meno venduti e concentrarsi su Tex e Zerocalcare...

cmq questo è il titolo VERO dell'articolo:
QUOTE
Graphic novel, un piccolo boom editoriale


generalmente sono d'accordo con te, però è anche vero che è tipo l'unico settore editoriale in crescita, e la riprova è anche nel fatto che le iniziative "da edicola" fioriscono continuamente ed iniziano anche ad essere settorializzate e belle lunghe (penso a Jac, ma anche alle due hachette su dc e marvel).

in libreria non sanno che pesci prendere, e non gli sembra vero che le gn diano un minimo di vendite "garantite"...imho è perchè noi fumettari siamo di bocca buona e non ci poniamo troppi problemi a sganciare senza remore, ne è riprova il graduale gioco al rialzo di editori come rw e panini. dry.gif



--------------------
stupido è, chi lo stupido fa ©.
user posted image
___GialluCAP SCAMBIA & VENDE___ ANCHE SU _E-BAY_
QUOTE
mentre un franchising spera che lo spettatore torni, un universo cerca di fare in modo che non se ne possa mai andare
PM
Top
 
lenuvoleparlanti
Inviato il: Venerdì, 07-Dic-2018, 18:03
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5314
Utente Nr.: 9624
Iscritto il: 21-Feb-2014
Città: milano



smile.gif A mio giudizio una cosa è importante; il fumetto sotto forma di GN piace e vende e questa è una cosa che mi tocca il cuore, essendo io il primo ad adorare la letteratura disegnata wub.gif
PMEmail Poster
Top
 
Cap.Crumb
Inviato il: Venerdì, 07-Dic-2018, 18:25
Quote Post


MR. NATURAL
********

Gruppo: Members
Messaggi: 25889
Utente Nr.: 450
Iscritto il: 13-Lug-2004
Città: --Teramo--



QUOTE (lenuvoleparlanti @ Venerdì, 07-Dic-2018, 18:03)
smile.gif A mio giudizio una cosa è importante; il fumetto sotto forma di GN piace e vende e questa è una cosa che mi tocca il cuore, essendo io il primo ad adorare la letteratura disegnata wub.gif

a me sembra che, come è già per i libri, ormai si tenda a pubblicare di tutto e quindi ad annacquare la vera ciccia... dunno.gif
non riuscendo più a vendere tanto di uno (tranne rarissime eccezioni che diventano "fenomeni") vendono poco di tantissimi, e questo "metodo" si riflette anche nelle gn.


--------------------
stupido è, chi lo stupido fa ©.
user posted image
___GialluCAP SCAMBIA & VENDE___ ANCHE SU _E-BAY_
QUOTE
mentre un franchising spera che lo spettatore torni, un universo cerca di fare in modo che non se ne possa mai andare
PM
Top
 
lenuvoleparlanti
Inviato il: Domenica, 09-Dic-2018, 18:40
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5314
Utente Nr.: 9624
Iscritto il: 21-Feb-2014
Città: milano



QUOTE (Cap.Crumb @ Venerdì, 07-Dic-2018, 17:25)
QUOTE (lenuvoleparlanti @ Venerdì, 07-Dic-2018, 18:03)
smile.gif  A mio giudizio una cosa è importante; il fumetto sotto forma di GN piace e vende e questa è una cosa che mi tocca il cuore, essendo io il primo ad adorare la letteratura disegnata  wub.gif

a me sembra che, come è già per i libri, ormai si tenda a pubblicare di tutto e quindi ad annacquare la vera ciccia... dunno.gif
non riuscendo più a vendere tanto di uno (tranne rarissime eccezioni che diventano "fenomeni") vendono poco di tantissimi, e questo "metodo" si riflette anche nelle gn.

smile.gif Il dato interessante è che siano passati da 8.7 del 2012 al 13.6 del 2017, poi sicuramente è fatta male, sbrigativa, con tutto e di più dentro.... ma l'aumento di vendite è innegabile e ciò mi conforta molto
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Domenica, 09-Dic-2018, 23:27
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 880
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Forlimpopoli



QUOTE (lenuvoleparlanti @ Domenica, 09-Dic-2018, 17:40)
smile.gif  Il dato interessante è che siano passati da 8.7 del 2012 al 13.6 del 2017, poi sicuramente è fatta male, sbrigativa, con tutto e di più dentro.... ma l'aumento di vendite è innegabile e ciò mi conforta molto

Dato interessante sì... ma per cosa?

Se parliamo con un libraio, per dirgli "fai una sezione dove esponi di più i fumetti, dai manga a Tex alle graphic novel" (e questo a quanto ho capito era il pubblico di riferimento della ricerca) il dato dell'aumento del 56% delle vendite è significativo.

Estrapolare da questo dato un aumento delle vendite delle graphic novel.... è pura supposizione, basata su niente, in mancanza di cifre più precise.

Con i soli dati citati, tutto quello che possiamo dire è che manga, ristampe a fumetti Bonelli, Disney, etc e GN in totale sono aumentati del 56%

Poi, per quello che ne sappiamo, in realtà manga, Bonelli e Disney coprono il 90% di quella cifra e sono aumentati del 70% mentre le vendite di graphic novel sono calate...

È una mera osservazione matematica, va bene il crollo della scuola italiana ma mi pare incredibile che non sia immediata ed evidente per tutti.


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
Jenny
Inviato il: Lunedì, 10-Dic-2018, 00:59
Quote Post


Surfista d'Argento
********

Gruppo: Members
Messaggi: 23372
Utente Nr.: 51
Iscritto il: 01-Lug-2004
Città:



Alla base insiste un fraintendimento culturale.
Cioé: per chi tratta regolarmente i fumetti, il termine Graphic Novel si riferisce ad una tipologia di quel settore merceologico, mentre invece per chi li tratta genericamente ormai si riferisce a tutto il settore calato nel mercato librario, non foss'altro che esiste la diffusa convinzione che indicare certi libri come fumetti toglierebbe loro di credibilità.
Quindi, per chi ha redatto quell'articolo, ogni cavolo di fumetto venduto in libreria è una graphic novel, ché i fumetti sono solo i giornaletti piazzati in edicola.

Ad ogni modo, ho l'impressione che i prodotti Bonelli stiano contribuendo ben poco alla crescita del settore librario dei fumetti.


--------------------
(click to show/hide)
PM
Top
 
fiocotram
Inviato il: Lunedì, 10-Dic-2018, 01:15
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 37106
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



E' quello che diceva Alan Moore allora. Un conto è se studi una particolare storia per presentarla nel settore librario, se ha tempi di lettura e contenuti più lunghi di un classico comic book. Ma se poi la Marvel ti prende un malloppo di storie di She-Hulk, ci mette la copertina e la brossura e te la spaccia per "graphic novel" è solo l'ennesimo tentativo di vendere una vaccata sotto etichette diverse.


--------------------
Pane, lavoro e pace.


"L’alleanza storica e, per così dire, «naturale» dovrebbe essere tra impoveriti e poveri, proletarizzati e proletari. Ogni volta che i poteri costituiti riescono a scongiurare quest’alleanza, giocando sul fatto che il ceto medio retrocesso ha ancora i valori e disvalori di prima e si crede ancora appartenente alla classe di prima, ci perdiamo tutti quanti. Il punto è che in Italia questo giochetto dopo la prima guerra mondiale ha portato al fascismo, che era una falsa rivoluzione confezionata a uso e consumo dei ceti medi, che ha avuto carta bianca dai padroni e ha prodotto morte e distruzione".
Wu Ming.

http://fiocotram.wordpress.com/
PMUsers WebsiteMSN
Top
 
Jenny
Inviato il: Lunedì, 10-Dic-2018, 01:56
Quote Post


Surfista d'Argento
********

Gruppo: Members
Messaggi: 23372
Utente Nr.: 51
Iscritto il: 01-Lug-2004
Città:



QUOTE (fiocotram @ Lunedì, 10-Dic-2018, 00:15)
E' quello che diceva Alan Moore allora. Un conto è se studi una particolare storia per presentarla nel settore librario, se ha tempi di lettura e contenuti più lunghi di un classico comic book. Ma se poi la Marvel ti prende un malloppo di storie di She-Hulk, ci mette la copertina e la brossura e te la spaccia per "graphic novel" è solo l'ennesimo tentativo di vendere una vaccata sotto etichette diverse.

C'è solo che la Marvel questa cosa non la fa, non con il termine Graphic Novel.
Il termine Graphic Novel è inflazionato in Italia, non all'estero.
E quando lo usò la Marvel, negli anni '80, lo faceva comunque in riferimento a storie autoconclusive create ad hoc per il mercato librario, quindi restando abbastanza fedeli al concept originale, sebbene applicato a protagonisti solitamente appartenenti alla produzione seriale.
Invece per le raccolte delle quali parli tu (la cui qualità, va detto, è indipendente dalla forma editoriale usata, quindi non parlerei a vanvera di "vaccate") si usano svariati altri termini, altrettanto codificati.


--------------------
(click to show/hide)
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0315 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]