Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (11) « Prima ... 9 10 [11]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> ALBI AVVENTURA!!!
 
bgh
Inviato il: Venerdì, 10-Ago-2018, 21:20
Quote Post


Agente T.N.T.
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3044
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



QUOTE (Benjamin Linus @ Venerdì, 10-Ago-2018, 17:52)
QUOTE (robi54bd @ Venerdì, 10-Ago-2018, 13:46)
QUOTE (Cap.Crumb @ Giovedì, 09-Ago-2018, 18:05)
QUOTE (robi54bd @ Giovedì, 09-Ago-2018, 13:35)
QUOTE (bgh @ Giovedì, 09-Ago-2018, 10:10)
Un mondo (universo?) di roba... Non potrebbe essere altrimenti, fino ad ora si sono limitati solo a una manciata di generi. Fantascienza, umorismo, polar, fantasy... tutti "toccati" ma mai approfonditi dalle precedenti collane.

Certo. La bede è infinita perché va in orizzontale (tantissime serie ma di breve durata cioè poche pagine) mica in verticale come il fumetto italiano.

per
esempio
?
rolleyes.gif

Per es. In Italia ci son personaggi infiniti (Tex D.Dog Zagor con 20/60.000 tavole) (sviluppo verticale)
La bede no: es. il personaggio forse più sviluppato ( Ric Roland=Ric Hochet ) ha avuto si è no 3.500 tavole ed è un record assoluto per la bede.

le BD se tutto va bene sono annuali, in Italia le serie sono mensili e negli anni 70 anche quindicinali.
Il che a volte è un bene, altre volte no. Ma io sono per sdoganare il luogo comune che la qualità media delle BD è più alta di qualsiasi altra categoria di fumetti. Forse la qualità media del disegno lo è (e non lo so vista la qualità altissima dei comics americani), ma per il resto c'è tanta tanta fuffa anche li, ed è meglio evitare acquisti a occhi chiusi.
E dirò di più, se confrontiamo la qualità media (in quantità) del fumetto giapponese, di quello americano, delle BD e del fumetto italiano (soprattutto Bonelli) forse quello che ne esce meglio è proprio quello italiano, che a partire dagli anni '60-70-80 ha fatto uscire capolavori a raffica senza interruzione (Tex, zagor, MisterNo, Dylan Dog....). Per tutti gli altri c'è da fare una bella selezione, soprattutto se parliamo di manga e di supereroi

Mi sembra che questo "luogo comune", come lo chiami tu, abbia cessato di esistere da molto tempo...

Quanto alla "qualità altissima" dei disegni dei fumetti americani... mah.
PMEmail Poster
Top
 
Starshadow
Inviato il: Sabato, 11-Ago-2018, 01:34
Quote Post


Nonno Bassotto
**

Gruppo: Members
Messaggi: 2020
Utente Nr.: 11113
Iscritto il: 17-Giu-2015
Città:



QUOTE (bgh @ Venerdì, 10-Ago-2018, 20:20)
QUOTE (Benjamin Linus @ Venerdì, 10-Ago-2018, 17:52)
QUOTE (robi54bd @ Venerdì, 10-Ago-2018, 13:46)
QUOTE (Cap.Crumb @ Giovedì, 09-Ago-2018, 18:05)
QUOTE (robi54bd @ Giovedì, 09-Ago-2018, 13:35)
QUOTE (bgh @ Giovedì, 09-Ago-2018, 10:10)
Un mondo (universo?) di roba... Non potrebbe essere altrimenti, fino ad ora si sono limitati solo a una manciata di generi. Fantascienza, umorismo, polar, fantasy... tutti "toccati" ma mai approfonditi dalle precedenti collane.

Certo. La bede è infinita perché va in orizzontale (tantissime serie ma di breve durata cioè poche pagine) mica in verticale come il fumetto italiano.

per
esempio
?
rolleyes.gif

Per es. In Italia ci son personaggi infiniti (Tex D.Dog Zagor con 20/60.000 tavole) (sviluppo verticale)
La bede no: es. il personaggio forse più sviluppato ( Ric Roland=Ric Hochet ) ha avuto si è no 3.500 tavole ed è un record assoluto per la bede.

le BD se tutto va bene sono annuali, in Italia le serie sono mensili e negli anni 70 anche quindicinali.
Il che a volte è un bene, altre volte no. Ma io sono per sdoganare il luogo comune che la qualità media delle BD è più alta di qualsiasi altra categoria di fumetti. Forse la qualità media del disegno lo è (e non lo so vista la qualità altissima dei comics americani), ma per il resto c'è tanta tanta fuffa anche li, ed è meglio evitare acquisti a occhi chiusi.
E dirò di più, se confrontiamo la qualità media (in quantità) del fumetto giapponese, di quello americano, delle BD e del fumetto italiano (soprattutto Bonelli) forse quello che ne esce meglio è proprio quello italiano, che a partire dagli anni '60-70-80 ha fatto uscire capolavori a raffica senza interruzione (Tex, zagor, MisterNo, Dylan Dog....). Per tutti gli altri c'è da fare una bella selezione, soprattutto se parliamo di manga e di supereroi

Mi sembra che questo "luogo comune", come lo chiami tu, abbia cessato di esistere da molto tempo...

Quanto alla "qualità altissima" dei disegni dei fumetti americani... mah.

La seconda frase è puro Vangelo (e probabilmente anche la prima)! 21vs.gif
(e lo dico ancora da lettore anche di comics)
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Sabato, 11-Ago-2018, 01:42
Quote Post


Agente T.N.T.
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3044
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Ho smesso di leggere fumetti supereroistici americani [anche] perché ormai trovo pochissimi disegnatori di mio gusto. Molti hanno perfetta padronanza della tecnica... ma lo stile, la creatività, santo cielo. Ci sono molte eccezioni, naturalmente, ma della maggior parte dei pencilers ormai non distinguo più uno dall'altro.
Lo scorso mese un mio amico mi ha passato la Torre di Babele di Waid, assicurandomi che la storia è una bomba. Non ne dubito, ma arrivato a un quarto del volume ho dovuto restituirglielo.

Si può criticare (GIUSTAMENTE) sotto tanti punti di vista il fumetto francese, ma quantomeno la maggior parte dei disegnatori mi sembra dignitosa.
Con tutto che preferisco sempre l'approccio classico: ovvero non fare di tutta l'erba un fascio, e valutare caso per caso.

Va beh, una divagazione oziosa.
PMEmail Poster
Top
 
Starshadow
Inviato il: Sabato, 11-Ago-2018, 01:53
Quote Post


Nonno Bassotto
**

Gruppo: Members
Messaggi: 2020
Utente Nr.: 11113
Iscritto il: 17-Giu-2015
Città:



QUOTE (bgh @ Sabato, 11-Ago-2018, 00:42)
Ho smesso di leggere fumetti supereroistici americani [anche] perché ormai trovo pochissimi disegnatori di mio gusto. Molti hanno perfetta padronanza della tecnica... ma lo stile, la creatività, santo cielo. Ci sono molte eccezioni, naturalmente, ma della maggior parte dei pencilers ormai non distinguo più uno dall'altro.
Lo scorso mese un mio amico mi ha passato la Torre di Babele di Waid, assicurandomi che la storia è una bomba. Non ne dubito, ma arrivato a un quarto del volume ho dovuto restituirglielo.

Si può criticare (GIUSTAMENTE) sotto tanti punti di vista il fumetto francese, ma quantomeno la maggior parte dei disegnatori mi sembra dignitosa.
Con tutto che preferisco sempre l'approccio classico: ovvero non fare di tutta l'erba un fascio, e valutare caso per caso.

Va beh, una divagazione oziosa.

Chiudo l'ot, dicendo che per me conta molto di più la sceneggiatura e per questo oltre all'ot chiudo anche un occhio sulle matite. rolleyes.gif
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (11) « Prima ... 9 10 [11]  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0329 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]