Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (3) 1 2 [3]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Animal Man di Morrison
 
fiocotram
Inviato il: Domenica, 12-Nov-2017, 21:59
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 33430
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



QUOTE (Silver Surfer @ Domenica, 12-Nov-2017, 11:53)
QUOTE (F.I.T.A. @ Sabato, 11-Nov-2017, 17:14)
QUOTE (Silver Surfer @ Sabato, 11-Nov-2017, 14:51)
Grant Morrison e' Animal Man e Doom Patrol.

Se non vi piacciono non vi piace Morrison.

Allora non mi piace Morrison.
Invece chi ha scritto All Star Superman, Multiversity e Final Crisis?

Ahibo. Il resto è' tutta roba che poteva scrivere chiunque altro. (ASS non è nient'altro che l'applicazione di una formula perfezionata ad un personaggio, replicabile su altri cento, è disegnata da dio)

La vera novità e originalità furono quelle due serie.

Poi c'è chi lo ama (vedi Fiocotram, e chi lo detesta, vedi Roncucci), ma Grant Morrison e' quelle due serie, il resto è tutta rendita.

Beh, Silver Surfer... quante storie nella tua vita hai letto, tra quelle che ti sono piaciute, che non fossero l'applicazione di una formula replicabile su cento altri personaggi?
La metafora tratta dalla musica dovrebbe sempre guidarci: le note sono sette, ma è come si suona che definisce la vera arte o il vero mestiere. Le storie non funzionano in maniera dissimile.

In realtà io, specialmente negli ultimi anni, non mi vedo tra quelli che amano Morrison incondizionatamente. Tanto è vero che Multiversity non è che mi abbia fatto strappare i capelli, per quanto ci siano un sacco di meriti da riconoscerle. E di recente non posso fare a meno di notare che mentre Moore è al secondo romanzo, continua a scrivere nel panorama indipendente, lui mi fa la rivisitazione di Santa Claus...
però spero che sia solo una fase e che presto torni con qualcosa di veramente dirompente.

Ma Morrison ha comunque scritto tanto.
Soprattutto se penso a Kid Eternity, New Adventures of Hitler, The Filth, la stessa Doom Patrol, e Animal Man...per non parlare dei Seven Soldiers e della ridefinizione moderna della JLA... sinceramente non riesco a pensarle come cose che avrebbe potuto scrivere "qualcun'altro".
PMUsers WebsiteMSN
Top
 
Silver Surfer
Inviato il: Domenica, 12-Nov-2017, 23:36
Quote Post


Barbaro Cimmero
**

Gruppo: Members
Messaggi: 4563
Utente Nr.: 32
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Livorno



QUOTE (Moreno Roncucci @ Domenica, 12-Nov-2017, 13:43)
MrNobody, se non sai come rispondere o non sei in grado di argomentare, non è necessario rispondere insultando l'interlocutore: basta non rispondere...

Scusa ma io non ho visto nessun insulto all'interlocutore (se intendi te); al contrario nel tuo post invece ho letto offese ad un autore, tirando in ballo tra l'altro inutile diatriba con altro autore.

Qui si parla(va) di Morrison e del suo Animal Man; talebani di northampton alla larga.
PM
Top
 
filippo1
Inviato il: Lunedì, 13-Nov-2017, 16:36
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 748
Utente Nr.: 5580
Iscritto il: 07-Set-2010
Città:



QUOTE (MrNobody @ Domenica, 12-Nov-2017, 19:21)
QUOTE (Moreno Roncucci @ Domenica, 12-Nov-2017, 15:07)
Fiocotram, quello che hai descritto è il "mito" di Morrison, un mito che si è scritto da solo, costruendo la sua vita e le sue opere come una storia che lo vede eroe e geniale protagonista, una storia poi ripetuta insistentemente in ogni libro, in ogni intervista, fino a diventare lui stesso un personaggio. nella vita reale, di quelli che sceneggia.

Ma come con gli altri suoi personaggi, dietro quell'atteggiarsi, quella "figaggine" di facciata, non c'è  niente.

Si atteggia a punk, ma punk non è mai stato. Parla della sua vita difficile in casa mantenuto dai suoi (che immane sofferenza...), mentre Moore puliva cessi in un albergo per portare qualche soldo a casa. Mentre Moore scriveva tutto per tutti, Morrison va in escandescenze e inizia una persecuzione personale durata decenni perchè Moore pone il veto su una sua storia per Marvelman (peraltro stupidotta e pretenziosa e che contrastava con le caratterizzazioni impostate da Moore). Soffre atrocemente per il fatto che sta percorrendo una strada aperta da Moore e che quindi gli deve tutta la sua fama... ma si guarda bene dal rifiutarla, e forgiarne una sua personale. No. La segue ma frigna. E attacca il suo benefattore mentre lo scopiazza. (la "metanarrazione" che secondo Morrison sarebbe la sua grande innovazione era già in Marvelman, Pictopia, Watchmen, Swamp Thing, etc.)

Come l'autore, tutte le sue opere iniziali sono pura facciata e pretenziosità. Zenith è pura scopiazzatura dei temi e delle tecniche di Moore, e diventa ben presto ripetitivo. Arkham Asylum è ridicolo e adolescenziale, persino McKean lo rinnegherà in seguito. Ma fanno già vedere una ulteriore differenza profonda fra Moore e Morrison, a parte le capacità: Moore, pur conoscendo benissimo e avendo amato i supereroi Marvel e DC, non li venera. Di Killing Joke dice che alla fine "non era che una storia di Batman", e nelle interviste successive a watchmen dice di come ormai gli stiano stretti i supereroi, di come voglia parlare di altre cose, di toccare cose più reali, che pur riconoscendo il valore dei supereroi come metafora, non è una metafora che va bene per tutto. E lascia il fumetto supereroistico che all'epoca lo acclamava per fare Shadowplay, A Small Killing, Big Numbers, Aaargh, From Hell, Lost Girls.

Morrison nei supereroi ci sguazza. È il luogo dove trova i suoi fanboys, che spesso ignorano le fonti da cui copia. I suoi tentativi al di fuori del ramo e sono comunque supereroi mascherati (Invisibles - comunque scopiazzato quasi totalmente da altre fonti non fumettistiche) o sostanziali fallimenti commerciali (almeno, per i suoi obiettivi). Dentro il mondo dei supereroi, a fare storie per Batman o Superman o la JLA, e pompandole di retorica per farle sembrare storie "importanti", trova finalmente la fama e l'acclamazione che cercava. Solo che ancora ci soffre nel vedere le sue velleità "artistiche" sottovalutate. E allora parte con i suoi pipponi sulla valenza mitiche dei supereroi, su quanto siano importanti e bla bla bla. Musica per le orecchie dei fanbous che leggono solko supereroi o quasi, e che si sentono validati insieme al loro autore. Una massa di colossali fregnacce per chiunque abbia una visione più globale e critica.

Su Animal man non trovo NIENTE di quello che citi. Non vedo tutta quella profondità. Non basta mettere un coyote nei panni di Gesù Cristo per dire che hai scritto una cosa profonda sull'arte e la religione. La devi proprio scrivere una cosa profonda! Non è una lista di check, di "temi trattati", "in questa storia Morrison ci mette una citazione del vangelo, check, una dai cartoni warner, check, una di x, check, accidenti quanto è profondo questo Morrison, ha fatto tre check"

"Se Gesù Cristo fosse La vecchina e Silvestro fosse satana, l'umanità in gabbia come titty troverebbe in lui la salvezza". È una stronzata che mi sono inventato in dieci secondi per questo post, ma guarda, ho fatto ben tre check! (gesù, satana, titty e silvestro), sono profondo come Morrison!

Cosa DICE davvero Animal Man, in concreto? E come lo dice? Niente, è vuoto, pura retorica, temi toccati per fare check e atteggiarsi una profondità inesistente, tante botte e sangue e violenza che all'epoca parevano una grandissima novità (qui Morrison copia Moore come tutti gli altri. Cioè malamente e pensando che quella fosse davvero la cosa fica in Watchmen). Il fatto che con l'ultima puntata Morrison ammettesse questi errori e il suo fallimento (o almeno, all'epoca questa mi era sembrata quella dichiarazione) me lo aveva fatto rivalutare, mi aveva fatto pensare "wow, questi qui allora ha capito, magari la sua prossima storia parlerà davvero di cose profonde, non sarà una cazzatina come questa". E allora l'ho seguito. per anni. Sprecando soldi e tempo. Fino a rendermi conto che era tutto lì. Che Morrison di profondo davvero non ha niente da dire, che solo atteggiarsi, e vittimismo passivo-aggressivo. Che il suo posto è davvero scrivere megacrossovers per fanboys alla DC, che più in là proprio non ci può arrivare. E che alla fine, più che una sincera autocritica, quel numero finale era un scusa per mettersi nei fumetti, farsi conoscere e fare pubblicità al suo "personaggio" principale: Grant Morrison, l'autore geniale e profondo che aspira ad essere e che vive solo nei (suoi) fumetti.

Che bello se la gente ogni tanto si limitasse a dire "mi piace" "non mi piace".

No, siamo tutti talmente geniali (e incompresi) che se qualcosa non è nelle nostre corde allora è insindacabilmente merda... anzi, ormai non basta più stroncare un opera, bisogna stroncare anche l'autore, come essere umano proprio.

Mah, io non condivido nulla dell'intervento di Roncucci e trovo pretestuosa la parte in cui giudica Morrison invece di giudicare le sue opere, ma per limitarti a "mi piace/non mi piace", inutile partecipare a un forum, non ti pare?

E onestamente, anche su questo forum, ben venga che ogni tanto si parli di fumetti letti e non solo di "è uscito/non è uscito".
PMEmail Poster
Top
 
Cap.Crumb
Inviato il: Martedì, 14-Nov-2017, 13:03
Quote Post


MR. NATURAL
********

Gruppo: Members
Messaggi: 23990
Utente Nr.: 450
Iscritto il: 13-Lug-2004
Città: --Teramo--



QUOTE (MrNobody @ Domenica, 12-Nov-2017, 10:33)
QUOTE (Moreno Roncucci @ Domenica, 12-Nov-2017, 01:00)
Il finale riscatta la serie.

Considero Animal Man un sostanziale fallimento per Morrison, dal punto di vista delle sue ambizioni (quelle dichiarate, se invece voleva farsi solo notare c'era riuscito). Un gran calderone in cui ha infilato di tutto, dall'animalismo alle metanarrazioni ai mondi paralleli, cercando (come sempre) di rubare a Moore senza farsi beccare, e fallendo. Alla fine aveva tanto incasinato la serie che un reboot era necessario.

Il finale, all'epoca mi era parso uno straordinario atto di sincerità (oggi non ne sono più tanto sicuro, mi sa che era solo narcisismo...), in cui ammette il suo fallimento, la futilità dei risultati, e descrive la difficoltà di comunicare con il pubblico. il giudizio positivo che davo in generale al suo ciclo era basato solo su quello.

Non sono d'accordo su niente.

Il calderone di spunti è da sempre presente come vero valore aggiunto in qualsiasi opera di Morrison. Ti da sempre mille argomenti da approfondire per conto tuo, come ogni buon maestro dovrebbe fare. Grazie a lui io ho imparato tanto (sbattendomi parecchio, ovviamente, ma è così che funziona) e di questo gli sarò sempre grato.

Nei primi numeri l'ispirazione è senz'altro Moore, come ha sempre ammesso, ma poi se ne allontana decisamente (ed è da li che la storia inizia a funzionare).

Il finale è ben lungi da essere un ammissione di fallimento (ciao) ma rappresenta la chiusura di un discorso metafumettistico, per l'epoca rivoluzionario, inizialmente solo accennato e poi via via sempre più presente nel corso della serie.

Ed infine smentisco che Morrison abbia "incasinato la serie"
Innanzitutto Animal Man è l'Animal Man di Morrison, in pratica l'ha creata lui la serie a partire da un personaggio a dir poco scadente e privo di qualsiasi attrattiva, quindi avrebbe potuto farne quello che voleva (come ha fatto) ed "incasinarla" a piacere.
Ed invece riuscì a renderla una delle poche serie davvero "complete": sviluppandola e concludendola in maniera perfetta, geniale e soprattutto elegantissima.
La chiusura riusciva ad essere potenzialmente definitiva, ma lasciava comunque carta bianca ad eventuali scrittori che avessero voluto provare a ripartire.
Il problema semmai fu che nessun altro scrittore poteva essere in grado di proseguire sugli stessi livelli (nemmeno i pur bravi autori che, negli anni successivi, si cimentarono con il personaggio).

imho la verità sta nel mezzo, ma sto con nobody.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!




quoto fioco sul fatto che in discorso iniziato qui lo ha poi portato sulla roba più recente, e si, forse è l'unica cosa veramente originale di morry.
questo, ed invisibles.

per me l'AM di morry è tutt'ora il suo capolavoro, proprio perchè era ingenuo ed ancora non aveva "appesantito" i suoi concetti con montagne di presunzione.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


devi avere una intenzione "limpida" per parlare schiettamente al personaggio che stai martoriando suggerendogli di dire che è tutto solo masochismo, chapeau.

vado a rileggerlo, và.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PM
Top
 
Silver Surfer
Inviato il: Mercoledì, 15-Nov-2017, 22:42
Quote Post


Barbaro Cimmero
**

Gruppo: Members
Messaggi: 4563
Utente Nr.: 32
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Livorno



QUOTE (fiocotram @ Domenica, 12-Nov-2017, 13:59)
QUOTE (Silver Surfer @ Domenica, 12-Nov-2017, 11:53)
QUOTE (F.I.T.A. @ Sabato, 11-Nov-2017, 17:14)
QUOTE (Silver Surfer @ Sabato, 11-Nov-2017, 14:51)
Grant Morrison e' Animal Man e Doom Patrol.

Se non vi piacciono non vi piace Morrison.

Allora non mi piace Morrison.
Invece chi ha scritto All Star Superman, Multiversity e Final Crisis?

Ahibo. Il resto è' tutta roba che poteva scrivere chiunque altro. (ASS non è nient'altro che l'applicazione di una formula perfezionata ad un personaggio, replicabile su altri cento, è disegnata da dio)

La vera novità e originalità furono quelle due serie.

Poi c'è chi lo ama (vedi Fiocotram, e chi lo detesta, vedi Roncucci), ma Grant Morrison e' quelle due serie, il resto è tutta rendita.

Beh, Silver Surfer... quante storie nella tua vita hai letto, tra quelle che ti sono piaciute, che non fossero l'applicazione di una formula replicabile su cento altri personaggi?
La metafora tratta dalla musica dovrebbe sempre guidarci: le note sono sette, ma è come si suona che definisce la vera arte o il vero mestiere. Le storie non funzionano in maniera dissimile.

Ma Morrison ha comunque scritto tanto.
Soprattutto se penso a Kid Eternity, New Adventures of Hitler, The Filth, la stessa Doom Patrol, e Animal Man...per non parlare dei Seven Soldiers e della ridefinizione moderna della JLA... sinceramente non riesco a pensarle come cose che avrebbe potuto scrivere "qualcun'altro".

scusa mi nomini due serie assimilabili/paragonabili ad Animal Man e Doom Patrol ?

dellle altre opere che citi nessuna ha quella maturità o originalità (e nemmeno lunghezza) IMHO.

Kid Eternity abbastanza acerba.
New Adventurs of Hitler beh, confermo quanto sopra, tutta idea e replicabile a mille altri personaggi storici, classica variazione sul tema.
The Filth discreta cagatiella che si è potuto permettere di scrivere e veder pubblicata prioprio perchè era già "Morrison".

Da JLA la fine...

Salvabile altra roba Vertigo ma sempre cugina di quelle 2 serie (Flex Mentallo, Sebastian O, qualche storia di Hellblazer)
PM
Top
 
Gene Simmons
Inviato il: Giovedì, 16-Nov-2017, 10:38
Quote Post


Legionario
***

Gruppo: Members
Messaggi: 6712
Utente Nr.: 2184
Iscritto il: 17-Lug-2006
Città: NERDOLANDIA



A me Morrison NON piace, ma adoro il suo Animal Man e la sua Doom Patrol.
O meglio, Morrison mi piace, ma solo in quelle due opere.
Il suo precedente Zenith non è male, ma è acerbissimo.
Dopodichè, la sua JLA non era poi così speciale (meglio il successivo Waid), e tutto quello che è venuto dopo per me è pessimo (soprattutto X-Men, Final Crisis, Multiversity, Filth...), giusto Batman e ASS sono accettabili, pur non essendo poi nulla di che.

Eccezione al mio discorso: Invisibles. Non l'ho mai letto, quindi non posso giudicarlo. Ma anche i fan (di Morrison, di Invisibles, del Fumetto in generale) mi dicono che è un opera molto affascinante ma estremamente complessa. E di cose complesse ne ho già fin troppe quindi preferisco astenermi dal leggerlo.

Ma sì, credo che Animal Man e Doom Patrol siano dei capolavori!
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

Infatti sto seguendo questa nuova ristampa di AM in volume (e chi li trova più i vecchi American Heroes?
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
)
PMEmail PosterAOLMSN
Top
 
Cap.Crumb
Inviato il: Giovedì, 16-Nov-2017, 13:20
Quote Post


MR. NATURAL
********

Gruppo: Members
Messaggi: 23990
Utente Nr.: 450
Iscritto il: 13-Lug-2004
Città: --Teramo--



vabè, diciamo pure che fra tutti i titoli elencati non c'è qualcosa di assimilabile nel "non buono", diciamo che a seconda dei gusti può piacere di più o meno, io adoro Ellis in ogni sua desinenza, ma me ne accorgo quando l'opera che leggo non è al massimo delle sue possibilità.

per dire, a me la JLA di Morry è piaciuta molto, dopo anni in cui il concetto stesso della lega era andato sfibrandosi, ha ripreso la mini di Waid (la riunione dei big 7) ed ha riraccontato la mitologia di mettere in gruppo gli eroi più forti esistenti.
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PM
Top
 
F.I.T.A.
Inviato il: Venerdì, 17-Nov-2017, 14:04
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1281
Utente Nr.: 3865
Iscritto il: 27-Mag-2008
Città: Lucca



QUOTE (Silver Surfer @ Mercoledì, 15-Nov-2017, 21:42)
QUOTE (fiocotram @ Domenica, 12-Nov-2017, 13:59)
QUOTE (Silver Surfer @ Domenica, 12-Nov-2017, 11:53)
QUOTE (F.I.T.A. @ Sabato, 11-Nov-2017, 17:14)
QUOTE (Silver Surfer @ Sabato, 11-Nov-2017, 14:51)
Grant Morrison e' Animal Man e Doom Patrol.

Se non vi piacciono non vi piace Morrison.

Allora non mi piace Morrison.
Invece chi ha scritto All Star Superman, Multiversity e Final Crisis?

Ahibo. Il resto è' tutta roba che poteva scrivere chiunque altro. (ASS non è nient'altro che l'applicazione di una formula perfezionata ad un personaggio, replicabile su altri cento, è disegnata da dio)

La vera novità e originalità furono quelle due serie.

Poi c'è chi lo ama (vedi Fiocotram, e chi lo detesta, vedi Roncucci), ma Grant Morrison e' quelle due serie, il resto è tutta rendita.

Beh, Silver Surfer... quante storie nella tua vita hai letto, tra quelle che ti sono piaciute, che non fossero l'applicazione di una formula replicabile su cento altri personaggi?
La metafora tratta dalla musica dovrebbe sempre guidarci: le note sono sette, ma è come si suona che definisce la vera arte o il vero mestiere. Le storie non funzionano in maniera dissimile.

Ma Morrison ha comunque scritto tanto.
Soprattutto se penso a Kid Eternity, New Adventures of Hitler, The Filth, la stessa Doom Patrol, e Animal Man...per non parlare dei Seven Soldiers e della ridefinizione moderna della JLA... sinceramente non riesco a pensarle come cose che avrebbe potuto scrivere "qualcun'altro".

scusa mi nomini due serie assimilabili/paragonabili ad Animal Man e Doom Patrol ?

dellle altre opere che citi nessuna ha quella maturità o originalità (e nemmeno lunghezza) IMHO.

Kid Eternity abbastanza acerba.
New Adventurs of Hitler beh, confermo quanto sopra, tutta idea e replicabile a mille altri personaggi storici, classica variazione sul tema.
The Filth discreta cagatiella che si è potuto permettere di scrivere e veder pubblicata prioprio perchè era già "Morrison".

Da JLA la fine...

Salvabile altra roba Vertigo ma sempre cugina di quelle 2 serie (Flex Mentallo, Sebastian O, qualche storia di Hellblazer)

Leggerò il terzo volume perché l'ho comprato e perché persone più convincenti di Silver Surfer mi hanno invitato a farlo.
Alcuni anni fa discutevo, proprio su questo forum, con i detentori del verbo di Ellis, i quali ascrivevano l'autore all'olimpo dei geni e aggredivano le mie perplessità. Di recente mi sono trovato a "difendere" Ellis, che a mio parere produce oggi alcune delle migliori cose di sempre.

Fine OT, torniamo a Morrison. A me non sono piaciuti i primi due volumi di Animal Man, e nemmeno quelli della Doom Patrol. Si, avevano un registro narrativo simpatico e certe figate eccentriche, ma all'ennesimo universo parallelo mi veniva l'orchite.
Capisco (e ribadisco) che quelle serie abbiano avuto una rilevanza "storica" nel momento in cui sono uscite (proprio come Authority), ma oggi sono simili e peggiori di tante cose fatte prima e dopo.

Invece mi piace il Morrison "imbrigliato" nelle serie mainstream. Mi piaceva su Batman e su Superman, su Multiversity e su Final Crisis. mi piace anche quando eccede, ma non sempre. In Nameless tantissimo, in Invisibles tantissimo, in Flex Mentallo meno.

Ad ogni modo Morrison (di nuovo come Ellis) è uno che quando mette il nome in copertina io divento curioso. Perché è sempre interessante.

Quindi per me il buon Silver Surfer non ci capisce una mazza di Morrison.


--------------------
F.I.T.A. means "finger in the ass"

IMMAGINE RIMOSSA IN QUANTO ECCEDE LE MISURE MASSIME CONSENTITE
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
fiocotram
Inviato il: Venerdì, 17-Nov-2017, 14:39
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 33430
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



Paradossalmente FITA, se tu volessi fare solo una selezione di Animal man o DP comunque non potresti prescindere dall'ultimo volume di entrambi. Assieme agli episodi della saga di Flex Mentallo, della fratellanza Dada e il singolo su Mallah e Cervello gli ultimi episodi della serie sono i miei preferiti in assoluto, sono quelli che incarnano proprio lo spirito del revisionismo. Nel caso di Morrison diventa in realta' un revisionismo che non nega le premesse fantasiose o le costringe a crescere...ma anzi le rende se possibili piu' surreali Io ribadisco che la differenza con Moore e' questa. Moore prendeva di mira le ingenuita' dei supereroi e le usava come base di partenza per costruire storie piu' complesse, che diventano fantascienza, distopie...Morrison invece parte da un'ingenuita' e la rivisita in maniera piu' smaliziata ma finisce per farle conservare intatto tutto il potere visionario. La Doom Patrol era un gruppo di supereroi freak, con Morrison diventano ancora piu' freak e oscuri, soprattutto alcuni di loro.
PMUsers WebsiteMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) 1 2 [3]  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0837 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]