Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (6) « Prima ... 3 4 [5] 6   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Zagor Revolution ;), miniserie Le origini
 
Starshadow
Inviato il: Martedì, 13-Ago-2019, 21:11
Quote Post


Aquila della Notte
**

Gruppo: Members
Messaggi: 4103
Utente Nr.: 11113
Iscritto il: 17-Giu-2015
Città:



QUOTE (Angelo1961 @ Martedì, 13-Ago-2019, 14:44)
Quante incongruenze però: non tra Burattini e Nolitta, ma tra Burattini e Burattini... aboccaperta.gif

Un vero teatrino. 21vs.gif


--------------------
One must still have chaos in oneself to be able to give birth to a dAnCInG STaR.
PMEmail Poster
Top
 
logantony
Inviato il: Mercoledì, 14-Ago-2019, 12:11
Quote Post


Sidekick
*

Gruppo: Members
Messaggi: 354
Utente Nr.: 8124
Iscritto il: 26-Set-2012
Città:



Letto anche il terzo albo, "Il demone cannibale".

Burattini mette subito le mani avanti.
"Le discrepanze che potreste notare
fra la versione degli avvenimenti fornita
in quest'albo nel 1995 si spiegano constatando come
nell'albo illustrato da Ferri la storia non
quella che venne narrata
non venisse raccontata "in diretta', ma fosse
ricostruita sulla base delle parole di Zagor,
rivolte a un gruppo di Hopi radunati at
torno a un fuoco. Il nostro eroe, eviden-
preferito "accomodare" i
fatti in funzione dell'uditorio, ritenendo
per esempio troppo complicato spiegare
cosa fosse un circo, e preferendo tacere su
certi suoi errori dovuti al fatto che doveva
fare ancora molta esperienza."

Quindi praticamente io mi sono letto lo Speciale 7 e quelle tavole erano solo frutto dell'immaginazione di Zagor? Andiamo bene, mi ricorda la ristampa di "Daniel" quando alla fine si sveglia dalla dettagliatissima lotta contro Kriminal e scopre che è stato tutto un sogno! Ma và, questo espediente non mi piace granchè.
La storia rimane bella, migliore del per me disastroso numero 1 (Clear Water), anche se appunto Burattini ancora una volta smentisce se stesso.
I disegni non mi piacciono molto, cioè le pose plastiche ci sono, sono belle ma i visi non coincidono.
Nel colore, che tanto amo, c'è un mezzo disastro visto che a me quella tinteggiatura non piace affatto, la migliore rimane la numero 2, questione di gusti.

Poi mi chiedo.
Accetto i 336 giorni di insegnamento (più l'allenamento privato) di Zagor per volteggiare sugli alberi, nei tempi ci siamo, anche se sono dettagli abbastanza sopprimibili (ma sbagliati, visto che Zagor parla di "cinque mesi" a pagina 24 dello Speciale 7 mentre avevano appena icontrato i circensi e in ogni caso si parlava di un incontro con il maestro acrobata Manuel ogni "tre mesi"... ma perchè fornire tutti questi dettagli se poi non si è coerenti con essi?) ma non accetto che mi facciano leggere un'intera pagina 14 per poi scoprire che
(click to show/hide)

Scherziamo? Anzichè illustrare le bugie non poteva Burattini semplicemente far parlare il mentitore e basta? Certo, l'impatto visivo è bello, i disegni di questo racconto non sono male ma si tratta pur sempre di fandonie.

A pagina 24 dello Speciale del 1995 le parole e gli abbigliamenti dei protagonisti sono completamente diversi da pagina 17. Burattini spiega il perchè, ma non mi convince.

A pagina 32 dello Speciale del 1995 il nano Groggy non sembra conoscere Wandering Fitzy, peccato che poi invece a pagina 9 di Le Origini conosca benissimo Manuel, Fitzy e Zagor. E se si trova lì per
(click to show/hide)
allora perché si stupisce che il suo complice lo conosca?

A pagina 37 dello Speciale del 1995 il nano Groggy e Zagor si incontrano e non si conoscono... ma allora a che pro a pagina 9 di Le Origini conosce benissimo Manuel, Fitzy e Zagor? Tutto questo caos non sarebbe sorto se Burattini non avesse impiegato il nano Groggy in Le Origini 3 quale addetto del circo, ma contento lui...

Da pagina 44 a pagina 58 dello Speciale del 1995 Burattini ci fa leggere il rapimento di Wandering Fitzy. Durante il quale Zagor apprende la storia della società di Fitzy con Crown, bene poi però con il bellissimo (niente da dire) colpo di scena di pagina 23 di Le Origini 3 tutto questo viene spazzato via: altri sogni che se ne vanno in fumo? Che mi ha fatto legger a fare allora quelle pagine, se raccontano cose che non esistono? Mi sono allontanato dal mondo Marvel proprio perchè c'era tutto e in seguito il contrario di tutto. Il colpo di scena delal ragazza su Le Origini 3 è un colpo da maestro, lo ammetto, però in ogni caso smentisce quanto letto in passato.
e forse non dobbiamo neppure fidarci di quanto letto in questo Le Origini 3, se poi tra un decennio verrà fuori un altro autore a darci un'altra versione differente.

Sullo Speciale del 1995 Zagor, vestito, apprende la meta in dettaglio dei rapitori di Fitzy da un portiere d'albergo tramortito. Poi gli consegna del danaro per avere cavallo e viveri.
Su questo Le Origini 3 Zagor, a torso nudo, la apprende in maniera generica invece da un bottegaio.
Poi consegna del danaro invece al portiere d'albergo di cui nell'altro albo per avere cavallo e viveri.
E allora, signor Burattini? Cos'è questa scemenza? Non sarebbe stato più semplice.
Zagor si reca nell'albergo dove alloggiava Fitzy.
Trova il portiere d'albergo tramortito dai rapitori di Fitzy.
Da questi apprende la meta in dettaglio dei rapitori di Fitzy.Poi gli consegna del danaro per avere cavallo e viveri.

L'incontro con Dente di lupo, il vecchio indiano, è completamente differente tra le due versioni.
E comunque nel 1995 si chiamava Lupo sdentato...

La morte del nano Groggy è completamente differente tra le due versioni: per mano di Lupo sdentato nel 1995, per mano di Crown nel 2019.

Del bravo Henricksen nel 1995 Crown ricorda al volo il nome, nel 2019 no. Seguono altre incongruenze, ma davvero tante da questo punto in poi.

Crown muore per mano diversa sui due albi, del ritrovamento del tesoro delal carovana non c'è traccia in questo Le Origini 3, il cannibale muore per mano e in circostanze diverse sui due albi, ah sul secondo è scomparso completamente l'orologio di cui si parla nel primo.

Riepilogo.
Storia sceneggiata bene, ma non rispetta l'originale che poi era dello stesso sceneggiatore.
Disegni abbastanza buoni.
Colore disastroso e mi dispiace di non apprezzare gli sforzi dell'autore, che pure per dipingere così il suo tempo e impegno ce l'avrà messo.
In poche parole, di questa ricostruzione se ne poteva fare a meno, meglio il racconto (per forza di cose meno stringato) del 1995.

Peccato!


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Angelo1961
Inviato il: Mercoledì, 14-Ago-2019, 13:18
Quote Post


Vendicatore Onorario
***

Gruppo: Members
Messaggi: 6105
Utente Nr.: 7612
Iscritto il: 29-Mar-2012
Città: Udine



E se vai a rivedere come è stato raccontato l'episodio degli Abenaki con protagonista Mike nello zagorone sul passato di Betty e la ricostruzione in questa nuova mini, scoprirai cose totalmente diverse di caporali che diventano sergenti e di frasi dette da Mike che diventano del sergente o caporale o viceversa. Burattini insomma, non si è trovato d'accordo con se stesso anche prima dell'episodio del demone cannibale. biggrin1.gif




--------------------
I tre fumetti più belli: Una ballata del mare salato - XIII - Il Paperone di Don Rosa.
PMEmail Poster
Top
 
Benjamin Linus
Inviato il: Domenica, 01-Set-2019, 14:26
Quote Post


Detective dell'Impossibile
**

Gruppo: Members
Messaggi: 2810
Utente Nr.: 4753
Iscritto il: 14-Set-2009
Città: l'isola



Sto continuando la lettura con una certa curiosità, pur non entrando nei dettagli e nelle incongruenze di cui state parlando non avendo letto le vecchie storie.
Da lettore neofita di Zagor questa miniserie mi sta piacendo. Lettura asciutta, storie relativamente brevi, e una continuità di fondo abbastanza semplice da seguire che non richiede di tenere a mente troppe cose.

(click to show/hide)


Non un capolavoro, ma una serie divertente da leggere. E ben disegnata


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Brandino
Inviato il: Domenica, 01-Set-2019, 14:45
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 527
Utente Nr.: 12552
Iscritto il: 25-Mag-2017
Città: Milano



Oscillo tra 'indifferente' e 'deluso'.
Continuo a pensare che vi potevano essere molte altre soluzioni che avrebbero reso più tragica la figura del giovane Wilding e quindi più eroica quella di Zagor.
PMEmail Poster
Top
 
KP
Inviato il: Lunedì, 02-Set-2019, 09:03
Quote Post


Agente T.N.T.
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3213
Utente Nr.: 600
Iscritto il: 18-Ago-2004
Città:



QUOTE (Benjamin Linus @ September 01, 2019 01:26 pm)
Sto continuando la lettura con una certa curiosità, pur non entrando nei dettagli e nelle incongruenze di cui state parlando non avendo letto le vecchie storie.
Da lettore neofita di Zagor questa miniserie mi sta piacendo. Lettura asciutta, storie relativamente brevi, e una continuità di fondo abbastanza semplice da seguire che non richiede di tenere a mente troppe cose.

(click to show/hide)



certo, mancano ancora
(click to show/hide)
PM
Top
 
VIPERFRITZ
Inviato il: Mercoledì, 04-Set-2019, 12:14
Quote Post


Little Nemo
*

Gruppo: Members
Messaggi: 107
Utente Nr.: 13097
Iscritto il: 20-Nov-2018
Città: Faenza



Letto anche il numero 2, dove mi si conferma l'alta qualità grafica e una sceneggiatura ben stesa.
Che ti fa incuriosire, facendoti sbirciare, presagire come certe componenti potranno poi formare lo Zagor in divenire.
Anche le storie dei comprimari le ritengo abbastanza intriganti.

Buona fiducia nel proseguio. Il 3 ed il 4 sono lì sullo scaffale pronti ad essere divorati.

user posted image

STORIA (Moreno Burattini): 8
DISEGNI (Walter Trono): 8,5

GENERALE: 8

Videorecensione su Youtube per sfogliare l'albo.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
pangio
Inviato il: Mercoledì, 04-Set-2019, 12:29
Quote Post


Aquila della Notte
**

Gruppo: Members
Messaggi: 4363
Utente Nr.: 6788
Iscritto il: 01-Ago-2011
Città: Napoli



Non sto seguendo la collana, ( forse la recupererò,)ma credo che le discrepanze rispetto al passato si possono spiegare col fatto che questa mini sulle origini di Zagor è una sorta di reboot?
PMEmail Poster
Top
 
Jack 95
Inviato il: Mercoledì, 04-Set-2019, 14:28
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 897
Utente Nr.: 4521
Iscritto il: 07-Mag-2009
Città: Taranto



QUOTE (pangio @ Mercoledì, 04-Set-2019, 11:29)
Non sto seguendo la collana, ( forse la recupererò,)ma credo che le discrepanze rispetto al passato si possono spiegare col fatto che questa mini sulle origini di Zagor è una sorta di reboot?

Retcon.
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Mercoledì, 04-Set-2019, 21:58
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1379
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Forlimpopoli



QUOTE (Jack 95 @ Mercoledì, 04-Set-2019, 13:28)
QUOTE (pangio @ Mercoledì, 04-Set-2019, 11:29)
Non sto seguendo la collana, ( forse la recupererò,)ma credo che le discrepanze rispetto al passato si possono spiegare col fatto che questa mini sulle origini di Zagor è una sorta di reboot?

Retcon.

Sì.

Con buone pace delle assicurazioni di Burattini sul fatto che non avrebbe toccato le origini di Zagor (assicurazioni a cui comunque già credevo poco), questa è una vera e propria ret-con, che cambia sostanzialmente non solo il passato di Zagor narrato all'epoca da Nolitta, ma persino le parti già narrate dallo stesso Burattini!

Se queste nuove "origini" diventano quelle "ufficiali", si potrebbe persino parlare di un nuovo Zagor (esattamente come all'epoca nacque il Superman della Silver Age: non ci fu un numero in cui venne strombazzato un nuovo personaggio, è stato solo anni dopo che vedendo tutti i cambiamenti fatti al personaggi, persino nei poteri e nelle origini, che fu definito un Superman "golden Age" e uno "Silver Age" e stabilito che sono personaggi diversi...)

Zagor era "lo spirito con la scure", e non aveva altro nome, era una persona ossessionata dalla sua missione e dall'espiare le sue colpe e non tanto mentalmente stabile (quante volte nelle vecchie storie Cico lo ferma mentre sta per uccidere qualcuno in preda all'ira? Senza Cico, lo Zagor di Nolitta per me ci metterebbe poco a diventare un serial killer...)

Quello attuale è Patrick Wildings, un tranquillo dongiovanni che a volte si fa chiamare Zagor, e di mestiere non fa il giustiziere, ma l'Agente di Altrove. Si occupa di casi "strani" tipo mostri, alieni e vampiri, e ha un assistente buffo e inutile. Praticamente un incrocio fra Martin Mystere e Dylan Dog.

Queste sono le origini che spiegano come mai Patrick Wilding non è mai diventato davvero Zagor in questa "nuova continuity". Partendo dal cambiare la personalità e la storia di suo padre.


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
Moscarda
Inviato il: Giovedì, 05-Set-2019, 00:09
Quote Post


Little Nemo
*

Gruppo: Members
Messaggi: 123
Utente Nr.: 13049
Iscritto il: 12-Ago-2018
Città:



QUOTE (Jack 95 @ Mercoledì, 04-Set-2019, 13:28)
QUOTE (pangio @ Mercoledì, 04-Set-2019, 11:29)
Non sto seguendo la collana, ( forse la recupererò,)ma credo che le discrepanze rispetto al passato si possono spiegare col fatto che questa mini sulle origini di Zagor è una sorta di reboot?

Retcon.

21vs.gif

Io ho cominciato a leggere Zagor a 10 anni. A casa era pieno d'albi, avevo l'imbarazzo della scelta. All'inizio sceglievo quelli con le copertine più paurose, perchè amo l'horror, poi son passato anche gli altri.
Lo stile di scrittura di Nolitta, "classico" (per non dire "vecchio" tongue1.gif ), non mi dava troppo fastidio, lo trovavo pittoresco e per certi versi affascinante (un po' come leggere i romanzi di Verne). Ma quando ho letto Zagor Racconta ho pensato che nonostante l'età fosse una storia molto moderna. Non c'erano buoni e cattivi, non era facile stabilire chi stava nel giusto. Forse nessuno. Da bambino la trovai una lettura "adulta".
Con questa rivisitazione, Burattini ha stravolto e semplificato tutto. Salomon Kinsky è un predicatore pazzo, un invasato che umilia e tortura i suoi stessi seguaci. Mike Wilding, un pover'uomo vittima delle circostanze, la cui sola colpa, dovuta all'inesperienza, è stata di non riuscire a frenare la furia dei propri soldati durante il massacro di Silver Lake. Lo stesso Zagor è esente da colpe e mentre nella storia di Nolitta attaccava di sorpresa il villaggio di Kinsky, bersagliando di frecce degli inermi Abenaki intenti a zappare la terra, nella storia di Burattini lo Spirito con la scure scocca i suoi dardi solo dopo essere stato preso a fucilate dagli indiani. E comunque, per come vengono descritti gli Abenaki nella storia di Burattini, quella di Zagor non può considerarsi neanche una sanguinosa vendetta ma quasi "giustizia preventiva", che chissà di quali altri delitti si sarebbero macchiati dei simili spietati assassini, se lui non li avesse fermati.
Insomma, nella storia di Burattini i buoni sono incontrovertibilmente buoni (al limite un po' avventati in certi atteggiamenti) e i cattivi sono cattivi senza possibilità d'appello. Pur aggiornando lo stile di scrittura (ma neanche poi tanto, che non mancano didascalismi e spiegoni), Burattini è riuscito a scrivere una storia più "vecchia" dell'originale di Nolitta che ha 50 anni sul groppone.
Bah! b70.gif
PMEmail Poster
Top
 
VIPERFRITZ
Inviato il: Giovedì, 05-Set-2019, 10:09
Quote Post


Little Nemo
*

Gruppo: Members
Messaggi: 107
Utente Nr.: 13097
Iscritto il: 20-Nov-2018
Città: Faenza



QUOTE (Moscarda @ Mercoledì, 04-Set-2019, 23:09)

Con questa rivisitazione, Burattini ha stravolto e semplificato tutto. Salomon Kinsky è un predicatore pazzo, un invasato che umilia e tortura i suoi stessi seguaci. Mike Wilding, un pover'uomo vittima delle circostanze, la cui sola colpa, dovuta all'inesperienza, è stata di non riuscire a frenare la furia dei propri soldati durante il massacro di Silver Lake. Lo stesso Zagor è esente da colpe e mentre nella storia di Nolitta attaccava di sorpresa il villaggio di Kinsky, bersagliando di frecce degli inermi Abenaki intenti a zappare la terra, nella storia di Burattini lo Spirito con la scure scocca i suoi dardi solo dopo essere stato preso a fucilate dagli indiani. E comunque, per come vengono descritti gli Abenaki nella storia di Burattini, quella di Zagor non può considerarsi neanche una sanguinosa vendetta ma quasi "giustizia preventiva", che chissà di quali altri delitti si sarebbero macchiati dei simili spietati assassini, se lui non li avesse fermati.
Insomma, nella storia di Burattini i buoni sono incontrovertibilmente buoni (al limite un po' avventati in certi atteggiamenti) e i cattivi sono cattivi senza possibilità d'appello. Pur aggiornando lo stile di scrittura (ma neanche poi tanto, che non mancano didascalismi e spiegoni), Burattini è riuscito a scrivere una storia più "vecchia" dell'originale di Nolitta che ha 50 anni sul groppone.
Bah!  b70.gif

Comprendo e appoggio lo spirito della critica.

Nemmeno io gradisco il buonismo o, come in questo caso, il politically correct che tanto va di moda di questi ultimi tempi.

Infatti stò maggiormente apprezzando questa "Origini" proprio perchè non ho ancora letto quei vecchi albi di Zagor Racconta.
Altrimenti probabilmente anch'io avrei subito maggiormente queste sensazioni negative.


Su questo tema però mi sorge una riflessione:

Mentre la famiglia Wilding oggi è stata riproposta con il politically correct del momento che non deve scontentare nessuno, nè grandi nè piccini...

..ai tempi del Zagor Racconta di Nolitta, dove in modo più realistico non c'erano mille scrupoli e perbenismi a dettare la legge della sopravvivenza in certi contesti...quanto questa cosa era voluta proprio per "negare" certi perbenismi (quindi coscientemente), e quanto invece si rappresentavano vendette a bruciapelle, semplicemente perchè non c'era bisogno di pensarci, di avere retropensieri del tipo "poi se la scrivo così, qualcuno mi viene a rompere i marroni..."?

Secondo me quanto purtroppo è ricercato il perbenismo for everyone oggigiorno, altrettanto ho il sentore che certe rappresentazioni venissero spontanee, senza un approccio ragionato in tal senso.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Angelo1961
Inviato il: Giovedì, 05-Set-2019, 11:25
Quote Post


Vendicatore Onorario
***

Gruppo: Members
Messaggi: 6105
Utente Nr.: 7612
Iscritto il: 29-Mar-2012
Città: Udine



Io penso che si debba anche valutare il fatto che Mike, prima di Zagor racconta, non lo conosceva nessuno. Nulla si sapeva del passato di Zagor e il padre, come la madre, era un perfetto sconosciuto. In seguito, per esempio ne La nebbia infernale, Il ponte dell'arcobaleno, La storia di Betty Wilding per citare 3 storie in cui "compare", ma anche con innumerevoli richiami sparsi qua e là, è diventato... un personaggio "importante".
Da qui, forse, la necessità da parte di Burattini di dargli connotati diversi.
Perchè un conto è dire "era un massacratore" senza cercare di spigarne le motivazioni a un personaggio mai visto, altro è dare la stessa connotazione a un personaggio "ricorrente" o comunque sostanziale della saga.


--------------------
I tre fumetti più belli: Una ballata del mare salato - XIII - Il Paperone di Don Rosa.
PMEmail Poster
Top
 
KP
Inviato il: Giovedì, 05-Set-2019, 16:22
Quote Post


Agente T.N.T.
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3213
Utente Nr.: 600
Iscritto il: 18-Ago-2004
Città:



QUOTE (Angelo1961 @ September 05, 2019 10:25 am)
Da qui, forse, la necessità da parte di Burattini di dargli connotati diversi.
Perchè un conto è dire "era un massacratore" senza cercare di spigarne le motivazioni a un personaggio mai visto, altro è dare la stessa connotazione a un personaggio "ricorrente" o comunque sostanziale della saga.

mah! secondo me una necessità assolutamente non necessaria... tongue1.gif
anche se ricomparso in qualche storia non mi pare ci fossero particolari vincoli narrativi
che richiedessero la "beatificazione" della figura di Mike Wilding


in realtà mi pare sia Burattini ad avere una visione molto "bambinesca" di zagor e del suo mondo
bambinesca nel senso che per lui tutto deve essere lineare, tutto bianco o nero, i buoni sono buoni, i cattivi sono cattivi,
nessuna sfumatura, nessuna sfaccettatura, nessuna incertezza, personaggi psicologicamente piatti
quindi Mike wilding è il papà di zagor e non può aver commesso un massacro ingiustificato,
bisogna inserire una motivazione che lo giustifichi e lo inserisca a tutti gli effetti nel club dei buoni

la conclusione del (brutto) ritorno di hellingen uscito questo mese mi conferma che ormai per Burattini Zagor deve essere un fumetto piatto, dove l'imprevisto, la sorpresa, l'emozione vengono bandite
PM
Top
 
Angelo1961
Inviato il: Giovedì, 05-Set-2019, 16:47
Quote Post


Vendicatore Onorario
***

Gruppo: Members
Messaggi: 6105
Utente Nr.: 7612
Iscritto il: 29-Mar-2012
Città: Udine



Infatti ho scritto "la necessità da parte di Burattini", cioè forse era Burattini che lo riteneva necessario...


--------------------
I tre fumetti più belli: Una ballata del mare salato - XIII - Il Paperone di Don Rosa.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (6) « Prima ... 3 4 [5] 6  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0323 ]   [ 22 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]