Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (6) 1 2 [3] 4 5 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Zagor Classic in arrivo
 
bgh
Inviato il: Sabato, 16-Feb-2019, 21:33
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5343
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Sono perfettamente d'accordo con Moreno. Nessuno qui dice che non bisogna ristampare i classici. Anzi. Ma il rispetto dell'opera prima di tutto: proprio perché rendi nuovamente disponibile a una nuova generazione di lettori storie da tempo esaurite presso l'editore, il minimo sarebbe proporgliele nella veste originale (così, eh: non mi sembrano pippe mentali da nerd consumato) .

È lo stesso motivo per cui guardo con estremo dispiacere alla ristampa della Storia del West della If, anche se nel topic dedicato sono tutti entusiasti.
PMEmail Poster
Top
 
kento
Inviato il: Domenica, 17-Feb-2019, 11:59
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1099
Utente Nr.: 9579
Iscritto il: 13-Feb-2014
Città: Milano



QUOTE (Moreno Roncucci @ Sabato, 16-Feb-2019, 20:00)
"Nuove chicche dalla Bonelli! Ripubblicati i romanzi di Simenon, ma attualizzati! Resi moderni, con un edizione imperdibile per il vero fan! A soli 50 Euro a volume, tutti i romanzi di Simenon, ma ambientati nel XXI secolo, tramite poche modifiche ai testi. E non più quel vecchio e stantio inchiostro nero, saranno stampati con inchiostro fucsia su carta verde pisello! E come chicca imperdibile per il vero fan, il primo numero avrà in allegato il vasetto da notte di Maigret!"

"Ovviamente con l'acquisizione del copyright da parte della Bonelli, tutte le vecchie edizioni, considerate "superate", non sono più disponibili e non verranno più ristampate. Anzi, per assicurarsi meglio di questa cosa, saranno modificati direttamente tutti i files e persino i manoscritti di Simenon, cancellando con la cancellina le parti da modificare, o distruggendo direttamente le vecchie pagine e riscrivendole"

Eh, chissà quanti "nerd" al mondo posterebbero "nerdate", se la Bonelli facesse questo, invece di pubblicare robaccia priva di qualunque valore come i fumetti, che possono essere trattati come carta igenica e i lettori sono pure contenti...

Hai mai avuto sotto mano versioni diverse dei romanzi della Christie o di Salgari? Ci sono parole cambiate, termini desueti sostituiti con altri maggiormente in voga nell'italiano corrente, ecc.
Senza che nessuno urli allo scempio, al massacro, alla rovina di un'opera d'arte.
Trattasi di letteratura popolare, non della Divina Commedia. Il rispetto per la letteratura popolare lo si garantisce rendendo quest'ultima, appunto, fruibile a TUTTI. Certamente non pubblicando un albo a prezzo quadruplicato perché un nerd possa verificare, pagina per pagina, le variazioni che PURTROPPO vennero apportate all'epoca. pallafieno.gif


PMEmail Poster
Top
 
kento
Inviato il: Domenica, 17-Feb-2019, 12:12
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1099
Utente Nr.: 9579
Iscritto il: 13-Feb-2014
Città: Milano



QUOTE (bgh @ Sabato, 16-Feb-2019, 20:33)
Sono perfettamente d'accordo con Moreno. Nessuno qui dice che non bisogna ristampare i classici. Anzi. Ma il rispetto dell'opera prima di tutto: proprio perché rendi nuovamente disponibile a una nuova generazione di lettori storie da tempo esaurite presso l'editore, il minimo sarebbe proporgliele nella veste originale (così, eh: non mi sembrano pippe mentali da nerd consumato) .

È lo stesso motivo per cui guardo con estremo dispiacere alla ristampa della Storia del West della If, anche se nel topic dedicato sono tutti entusiasti.

Appurato che il danno maggiore, purtroppo, venne fatto all'epoca dei "Tutto", immagino che restaurare le tavole costi un bel mucchio di quattrini.
Tu magari sosterresti la spesa di 8/10 euro a volume per leggere un'edizione anastatica, e mi sta bene... Ma quanti come te, quando buona parte dei lettori si indigna per un aumento di 10 centesimi? blink.gif

All'epoca del varo del Tex Classic c'era chi sosteneva che sarebbe stato meglio mandare in edicola la versione anastatica degli Albi d'Oro, con le bellissime copertine di Galep, tavole restaurate con i dialoghi originali al 100% ecc. .
Supponiamo che miracolosamente la Casa Editrice riuscisse a tenere il prezzo su base ragionevole e che questa ristampa (cosa non improbabile per Tex) rappresentasse un discreto successo.
Benissimo, sarebbe una mossa lungimirante quella di mandare in edicola una serie che si fermò al corrispondente numero 29 della serie regolare? E poi.. Che fai?
Vorresti forse leggere o rileggere la storia della città d'oro? Old pawnee Bill? La voce misteriosa? Beh, la Bonelli avrebbe dovuto dirti.... "Rivolgiti al mercato dell'usato, non è affar nostro"? blink.gif
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 01:24
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1381
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Forlimpopoli



QUOTE (kento @ Domenica, 17-Feb-2019, 11:12)
Appurato che il danno maggiore, purtroppo, venne fatto all'epoca dei "Tutto", immagino che restaurare le tavole costi un bel mucchio di quattrini.

Non tanto quanto far disegnare di nuovo quelle tavole.

Eppure, questa "insostenibile spesa", far disegnare EX NOVO un centinaio di tavole, la sopportano ogni mese per ogni loro serie.

Sospetto che persino STAMPARE A COLORI quelle pagine comporti un aggravio di spesa ben superiore del ripristino del vecchio lettering e di pochi disegni ogni albo.

Dipende tutto dalle priorità, immagino. Spennellare di colore le tavole per acchiappare quelli "che gli piace il colore" è vista dalla Bonelli come una necessità assoluta per cui spendere e per cui vale la pena mandare in edicola un prodotto inferiore (perchè poche palle, i gusti qui non c'entrano un tubo, un prodotto riverniciato sulla tavola fatta per il n/n è un prodotto oggettivamente inferiore sotto ogni criterio: i gusti entrano in gioco quando si preferisce un prodotto inferiore, tipo preferire i formaggini fatti dagli scarti di lavorazione al parmigiano dop, ma non rendono il prodotto inferiore meglio di quello che è...)

Invece, dare una pubblicazione semplicemente rispettosa dell'opera originale, non è vista come importante e non lo è stato per quasi 50 anni. Non tanto importante da spendersi una frazione di quanto hanno speso per far disegnare Brad Barron...

QUOTE

Tu magari sosterresti la spesa di 8/10 euro a volume per leggere un'edizione anastatica, e mi sta bene... Ma quanti come te, quando buona parte dei lettori si indigna per un aumento di 10 centesimi?  blink.gif


...e tu glielo fai a colori a prezzo maggiorato.... rolleyes.gif

QUOTE
All'epoca del varo del Tex Classic c'era chi sosteneva che sarebbe stato meglio mandare in edicola la versione anastatica degli Albi d'Oro, con le bellissime copertine di Galep, tavole restaurate con i dialoghi originali al 100% ecc. .
Supponiamo che miracolosamente la Casa Editrice riuscisse a tenere il prezzo su base ragionevole e che questa ristampa (cosa non improbabile per Tex) rappresentasse un discreto successo.
Benissimo, sarebbe una mossa lungimirante quella di mandare in edicola una serie che si fermò al corrispondente numero 29 della serie regolare? E poi.. Che fai?


Scusa, ma sei NATO IERI? blink.gif

Non lo sai che ANCHE ZAGOR CLASSIC SI FERMERÀ PRIMA?

Quando mai, nella storia del fumetto, hai visto una ristampa di una serie ancora in corso ristampare TUTTA la serie? Hai mai sentito parlare di "Tex Tre Stelle"? Chiusa prima! Zagor ristampa? Chiusa prima! Collezione storica a colori? Chiusa! Tutto Zagor? Chiuso!

Scusa, ma se pensi di seguire questa ristampa pensando che ristampi davvero tutte le storie di Zagor... o sei nato ieri o hai perso la memoria....

Almeno se ristampassero dichiaratamente una serie conclusa (la Tex Albo D'oro) ci sarebbe la possibilità che la ristampa sia completa...

Oltretutto, anche questa ristampa... cosa faranno quando finiranno le storie colorate nella CSAC (se ci arrivano)? Pensi che la Bonelli pagherà un colorista? Senza aumentare il prezzo?

E cosa faranno quando finiranno le copertine delle strisce di Zagor? Visto che secondo te la fine delle copertine di Galep avrebbe comportato la chiusura di una ristampa...

(e comunque l'albo d'oro avrebbe garantito 205 uscite, che arrivavano bel oltre al numero 29, la serie ristampò tutte le storie di Tex fino al 1960, arrivano fino al numero 43. Tu pensi che Tex Classic arriverà al numero 205?)

QUOTE

Vorresti forse leggere o rileggere la storia della città d'oro? Old pawnee Bill? La voce misteriosa? Beh, la Bonelli avrebbe dovuto dirti.... "Rivolgiti al mercato dell'usato, non è affar nostro"? blink.gif


Ehm... forse c'è un equivoco... credi che la Zagor classic pubblicherà storie NUOVE INEDITE??? rolleyes.gif

Ma alla fine, nonostante tutte le giravolte strampalate che stai facendo seguire al discorso (chi ha parlato qui di ristampe anastatiche sei stato tu, si parlava semplicemente di ristampe fedeli all'opera originale), mi pare che il tuo discorso si riduca a:

1) "se la bonelli ci dà roba per cui spende poco e non ha alcuna cura e ce la fa pagare di più, guadagna di più" (e questo è indiscutibile, almeno finchè gliela comprano...)
2) "della fedeltà all'opera e del rispetto del lettore me ne frego, voglio solo che la Bonelli guadagni di più"
3) "se spendeva soldi per darci una ristampa rispettosa che poi avrebbe dovuto venderci a meno perchè in bianco e nero, pur senza rimetterci perchè è ridicolo pensare che correggere poche tavole costi più che farne scrivere e disegnare 94, avrebbe spremuto di meno noi lettori e avrebbe lucrato meno, e questo mi sarebbe dispiaciuto".

È una posizione un po' strana per un lettore, ma è una posizione come un altra, preferirei però che non cercassi di mascherarla con strampalati attocigliamenti dialettici basati sul fatto che correggere 3 tavole per te costa più di disegnarne 94, stampare a colori per te costa meno che stampare in b/n, e l'unica alternativa alla vernice è l'anastatico...


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
kento
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 15:34
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1099
Utente Nr.: 9579
Iscritto il: 13-Feb-2014
Città: Milano



Zagor ristampa: 1970-1983 , 161 numeri
Tutto Zagor: 1986-2005, 235 numeri
Tex Tre Stelle: 1963-2017 , 636 numeri
Tutto Tex, 1985-tuttora in corso, 575 numeri (al momento)
Tex Classic, 1997-tuttora in corso, 430 numeri (al momento)

Ammazza, "muoiono" tutte giovani, queste ristampe Bonelli. laugh2.gif
Certo che si fermeranno "prima", ma si spera durino il più lungo possibile, come è stato in passato.

Di Tex Classic, sono già usciti 50 volumi, davvero pensi che non supererà i 205 volumi? Davvero credi che a soli due anni di distanza, se non fosse un discreto successo, avrebbero lanciato l'analoga Zagor Classic?

Le mie saranno pure "giravolte strampalate" (quando ho detto chiaramente che le ristampe tuttora in edicola non rappresentano certo l'ottimo, ma certamente sono una soluzione a buon mercato per tanti lettori, occasionali o meno), ma dalle tue argomentazioni si deduce che:

- la Bonelli dovrebbe spostare risorse dalla produzione di inediti per fare "la ristampa perfetta" (quale sia nella realtà, poi, non si capisce);
- il possibile lettore MEDIO di questa "ristampa perfetta" è interessato a controllare pagina per pagina le variazioni occorse nel corso dei decenni, attività obbligatoria a meno che non si conoscano i dialoghi e le vignette a memoria (cosa che rientra certamente nella fattispecie del lettore medio texiano pallafieno.gif ).
- restaurare tavole vecchie di settant'anni costa infinitamente meno che mandare in edicola un prodottino con i colori riciclati dai volumi di Repubblica.
- G.L. Bonelli prima, Sergio Bonelli poi, l'attuale dirigenza della SBE, Bono, l'Astorina, ecc. sono (stati) tutti dei gonzi, o quantomeno dei cinici approfittatori, a non capire che il fumetto è sempre e comunque arte, che il colore non va mai messo, che le copertine non si ritagliano, che i dialoghi non vanno rivisti MAI, ecc. ecc.;
- se non sono stati gonzi loro, lo sono stati certamente tutti i lettori di queste ristampe rabberciate nel corso degli ultimi sessant'anni.
PMEmail Poster
Top
 
^Walter Dorian^
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 19:17
Quote Post


Yellow Kid


Gruppo: Members
Messaggi: 72
Utente Nr.: 13086
Iscritto il: 08-Nov-2018
Città:



QUOTE (fede @ Sabato, 16-Feb-2019, 10:41)
La CSAC inizia già ad avere più di sette anni e comunque è marcata Repubblica.

Sette anni è molto recente come lasso di tempo, e poi è stata attiva fino a due anni fa dove ancora usciva.

Ma la CSAC all'epoca fu accolta come una novità, quest'ennesima ristampa molto simile che ripropone la solita colorazione della CSAC viene presentata come una minestra riscaldata.
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 19:39
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5343
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Ma davvero si sta facendo passare per "giuste" delle modifiche a un'opera originale? Almeno le si spacciasse per "il male minore", o chessò io.
No, qui si stanno proprio giustificando operazioni di reiterata ristampa di materiale NON originale.

E quali scuse per supportare questa distorsione! "Il lettore medio è interessato a queste cose? No, ergo chissenefrega!" Ma certo che il lettore medio non è interessato! E' probabilmente lo stesso lettore che da anni si sorbisce Corto Maltese in edizioni rimontate e brutalmente tagliate. E tuttavia è un minimo segno di RISPETTO nei confronti e dell'opera e del lettore - IGNARO O MENO - pubblicare il materiale così come era stato inteso dai suoi creatori.
Il conte di Montecristo è stato pubblicato per anni in Italia in versione tagliata e censurata, e solo recentemente la Donzelli l'ha riproposto nella sua versione integrale. Questo ha impedito ai lettori di leggerlo precedentemente? No. Questo ha impedito precedentemente ai lettori di appassionarvisi? No. Questo ha fatto sì che per anni i lettori non leggessero l'opera come Dumas l'aveva intesa? Sì. Il fatto che nessuno se ne sia accorto per anni (l'edizione Donzelli è del 2011!) non giustifica l'operazione scellerata.

La trovo una discussione avvilente, e solo l'ennesima conferma della scarsa cultura fumettistica del Belpaese.
Altro che i "lettori fan" di cui si lamentava Moreno qualche tempo fa, qui siamo proprio a livello "ultrà".

E non azzardatevi a usare l'argomento fantoccio e a dirmi per l'ennesima volta, privi di giustificazioni valide, che sto dicendo che NON è giusto ristampare i classici. No, porca puttana: sto dicendo che il RISPETTO per l'opera viene prima di tutto, e che in queste condizioni non è giusto ristampare i classici.
PMEmail Poster
Top
 
Paolo Papa
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:09
Quote Post


Indagatore dell'Incubo
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3756
Utente Nr.: 8411
Iscritto il: 12-Gen-2013
Città: nebulosa d granchio



QUOTE (bgh @ Lunedì, 18-Feb-2019, 18:39)
Ma davvero si sta facendo passare per "giuste" delle modifiche a un'opera originale? Almeno le si spacciasse per "il male minore", o chessò io.
No, qui si stanno proprio giustificando operazioni di reiterata ristampa di materiale NON originale.

E quali scuse per supportare questa distorsione! "Il lettore medio è interessato a queste cose? No, ergo chissenefrega!" Ma certo che il lettore medio non è interessato! E' probabilmente lo stesso lettore che da anni si sorbisce Corto Maltese in edizioni rimontate e brutalmente tagliate. E tuttavia è un minimo segno di RISPETTO nei confronti e dell'opera e del lettore - IGNARO O MENO - pubblicare il materiale così come era stato inteso dai suoi creatori.
Il conte di Montecristo è stato pubblicato per anni in Italia in versione tagliata e censurata, e solo recentemente la Donzelli l'ha riproposto nella sua versione integrale. Questo ha impedito ai lettori di leggerlo precedentemente? No. Questo ha impedito precedentemente ai lettori di appassionarvisi? No. Questo ha fatto sì che per anni i lettori non leggessero l'opera come Dumas l'aveva intesa? Sì. Il fatto che nessuno se ne sia accorto per anni (l'edizione Donzelli è del 2011!) non giustifica l'operazione scellerata.

La trovo una discussione avvilente, e solo l'ennesima conferma della scarsa cultura fumettistica del Belpaese.
Altro che i "lettori fan" di cui si lamentava Moreno qualche tempo fa, qui siamo proprio a livello "ultrà".

E non azzardatevi a usare l'argomento fantoccio e a dirmi per l'ennesima volta, privi di giustificazioni valide, che sto dicendo che NON è giusto ristampare i classici. No, porca puttana: sto dicendo che il RISPETTO per l'opera viene prima di tutto, e che in queste condizioni non è giusto ristampare i classici.

mah, secondo me bisogna fare le debite proporzioni.

non stiamo parlando di un affresco di michelangelo ma di storie di tex (o zagor o chichessia), sicuramente rivedibili per certi aspetti.

si migliora o si peggiora?

dovrebbe essere l'aspetto che conta


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:13
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5343
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Ma come, e tutte le tiritere su Zagor capolavoro assoluto del fumetto italiano, Nolitta fine del mondo, etc...? Se stiamo parlando di un fumettino qualsiasi, allora, ditelo subito rolleyes.gif
PMEmail Poster
Top
 
Paolo Papa
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:18
Quote Post


Indagatore dell'Incubo
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3756
Utente Nr.: 8411
Iscritto il: 12-Gen-2013
Città: nebulosa d granchio



beh, ma per quello bisogna andare un pò' avanti con i numeri.

le prime storie sono rivedibili, poi, diciamo da zagor racconta in poi, nolitta si perfeziona e non ne sbaglia più una wink_old.gif


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:19
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5343
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Allora proporrei di modernizzarli e di tagliare tutte le didascalie, che dici? Tanto sono 'rivedibili'.
PMEmail Poster
Top
 
Paolo Papa
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:23
Quote Post


Indagatore dell'Incubo
**

Gruppo: Members
Messaggi: 3756
Utente Nr.: 8411
Iscritto il: 12-Gen-2013
Città: nebulosa d granchio



sicuramente.
aggiungerei anche qualche vignetta per rendere più fluido il racconto...


cmq, aspetta, vedo che moreno roncucci sta digitando freneticamente per uno dei suoi post fiume


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Moreno Roncucci
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:29
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1381
Utente Nr.: 4742
Iscritto il: 08-Set-2009
Città: Forlimpopoli



QUOTE (Paolo Papa @ Lunedì, 18-Feb-2019, 19:09)
mah, secondo me bisogna fare le debite proporzioni.

non stiamo parlando di un affresco di michelangelo ma di storie di tex (o zagor o chichessia), sicuramente rivedibili per certi aspetti.


Alla fine è questo la questione, no?

È solo fumetto. Robaccia schifosa priva di qualunque valore, per lettori ignoranti o cerebrolesi. E come tale va trattata, senza alcun rispetto nè per la robaccia, nè per quelli che leggono quella roba invece dei libri "veri"...

Pensa che a furia di sentirselo dire, certi hanno interiorizzato questa cosa, e ne sono pure contenti. "sì, picchiami, fregami, trattami male, come godo..."

QUOTE

si migliora o si peggiora?

dovrebbe essere l'aspetto che conta


A coprirli di colore si coprono quegli osceni disegnacci per semianalfabeti. A cambiare i testi si riesce a coprire un po' la vergogna per il fatto che quella robaccia sia di sessant'anni fa. Ovvio che "li migliora", diventano più moderni, più swing, più rock, più trap, più al passo con i tempi! Dovrebbero semplicemente decidersi a farli ridisegnare direttamente da Sio a colori, e buttare via quelle vecchie tavole originali di merda!

Ma di che stiamo a parlare, di letteratura? Questa è cartaccia priva di dignità, come chi la legge...

P.S.: Kento, ti stai sbracciando a difendere a priori, perchè "loro non possono sbagliare" la lungimiranza e il rispetto per le opere dimostrato da una casa editrice che negli anni 80-90 (con il mercato degli originali che già andava a mille e Lucca piena di gente che li comprava a caro prezzo, mica negli anni 50...) ha preso tavole originali di cui non aveva nemmeno la proprietà, e le ha tagliate, sbianchettate, raschiate, facendoci ridisegnare sopra dal primo che passava con risultati osceni, convinti di "migliorarle"....
Ma ancora mi sento rispondere dai fans "come ti permetti di pensare che possano fare cose sbagliate"?
Non ti senti nemmeno un minimo ridicolo mentre scrivi quelle cose? Se non nella foga, almeno dopo quando le rileggi?


--------------------
Ciao,
/\/\oreno.

(vendo una quantità smodata di fumetti italiani, americani, gdr, dvd e riviste. L'elenco più aggiornato lo trovate qui)
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 20:45
Quote Post


Diavolo Rosso
***

Gruppo: Members
Messaggi: 5343
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



QUOTE (Moreno Roncucci @ Lunedì, 18-Feb-2019, 20:29)
QUOTE (Paolo Papa @ Lunedì, 18-Feb-2019, 19:09)
mah, secondo me bisogna fare le debite proporzioni.

non stiamo parlando di un affresco di michelangelo ma di storie di tex (o zagor o chichessia), sicuramente rivedibili per certi aspetti.


Alla fine è questo la questione, no?

È solo fumetto. Robaccia schifosa priva di qualunque valore, per lettori ignoranti o cerebrolesi. E come tale va trattata, senza alcun rispetto nè per la robaccia, nè per quelli che leggono quella roba invece dei libri "veri"...

Pensa che a furia di sentirselo dire, certi hanno interiorizzato questa cosa, e ne sono pure contenti. "sì, picchiami, fregami, trattami male, come godo..."

QUOTE

si migliora o si peggiora?

dovrebbe essere l'aspetto che conta


A coprirli di colore si coprono quegli osceni disegnacci per semianalfabeti. A cambiare i testi si riesce a coprire un po' la vergogna per il fatto che quella robaccia sia di sessant'anni fa. Ovvio che "li migliora", diventano più moderni, più swing, più rock, più trap, più al passo con i tempi! Dovrebbero semplicemente decidersi a farli ridisegnare direttamente da Sio a colori, e buttare via quelle vecchie tavole originali di merda!

Ma di che stiamo a parlare, di letteratura? Questa è cartaccia priva di dignità, come chi la legge...

P.S.: Kento, ti stai sbracciando a difendere a priori, perchè "loro non possono sbagliare" la lungimiranza e il rispetto per le opere dimostrato da una casa editrice che negli anni 80-90 (con il mercato degli originali che già andava a mille e Lucca piena di gente che li comprava a caro prezzo, mica negli anni 50...) ha preso tavole originali di cui non aveva nemmeno la proprietà, e le ha tagliate, sbianchettate, raschiate, facendoci ridisegnare sopra dal primo che passava con risultati osceni, convinti di "migliorarle"....
Ma ancora mi sento rispondere dai fans "come ti permetti di pensare che possano fare cose sbagliate"?
Non ti senti nemmeno un minimo ridicolo mentre scrivi quelle cose? Se non nella foga, almeno dopo quando le rileggi?

Concordo al 100%.

E non è questione di 'essere editori per poter capire le cose': non si parla di strategie raffinate di marketing o di qualità delle proposte editoriali, ma di semplice RISPETTO per l'opera, i suoi autori e i suoi lettori.
PMEmail Poster
Top
 
kento
Inviato il: Lunedì, 18-Feb-2019, 21:05
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1099
Utente Nr.: 9579
Iscritto il: 13-Feb-2014
Città: Milano



QUOTE (Moreno Roncucci @ Lunedì, 18-Feb-2019, 19:29)
QUOTE (Paolo Papa @ Lunedì, 18-Feb-2019, 19:09)
mah, secondo me bisogna fare le debite proporzioni.

non stiamo parlando di un affresco di michelangelo ma di storie di tex (o zagor o chichessia), sicuramente rivedibili per certi aspetti.


Alla fine è questo la questione, no?

È solo fumetto. Robaccia schifosa priva di qualunque valore, per lettori ignoranti o cerebrolesi. E come tale va trattata, senza alcun rispetto nè per la robaccia, nè per quelli che leggono quella roba invece dei libri "veri"...

Pensa che a furia di sentirselo dire, certi hanno interiorizzato questa cosa, e ne sono pure contenti. "sì, picchiami, fregami, trattami male, come godo..."

QUOTE

si migliora o si peggiora?

dovrebbe essere l'aspetto che conta


A coprirli di colore si coprono quegli osceni disegnacci per semianalfabeti. A cambiare i testi si riesce a coprire un po' la vergogna per il fatto che quella robaccia sia di sessant'anni fa. Ovvio che "li migliora", diventano più moderni, più swing, più rock, più trap, più al passo con i tempi! Dovrebbero semplicemente decidersi a farli ridisegnare direttamente da Sio a colori, e buttare via quelle vecchie tavole originali di merda!

Ma di che stiamo a parlare, di letteratura? Questa è cartaccia priva di dignità, come chi la legge...

P.S.: Kento, ti stai sbracciando a difendere a priori, perchè "loro non possono sbagliare" la lungimiranza e il rispetto per le opere dimostrato da una casa editrice che negli anni 80-90 (con il mercato degli originali che già andava a mille e Lucca piena di gente che li comprava a caro prezzo, mica negli anni 50...) ha preso tavole originali di cui non aveva nemmeno la proprietà, e le ha tagliate, sbianchettate, raschiate, facendoci ridisegnare sopra dal primo che passava con risultati osceni, convinti di "migliorarle"....
Ma ancora mi sento rispondere dai fans "come ti permetti di pensare che possano fare cose sbagliate"?
Non ti senti nemmeno un minimo ridicolo mentre scrivi quelle cose? Se non nella foga, almeno dopo quando le rileggi?

Non ti permettere di dare del ridicolo a chicchessia.
E di mettermi in bocca cose che sono all'antitesi del mio pensiero, tipo i lettori dei fumetti che sono decerebrati, ecc.
Se pensi tutte le ristampe che sono uscite siano roba indegna... Beh, mi spiace per te.
Io e altre migliaia di appassionati la pensiamo spesso diversamente.
Non penso neppure che "loro" non sbaglino mai, magari evito di ripeterlo (autoincensandomi) tutti i santi giorni, in post chilometrici che alla lunga sono solamente stucchevoli.

Ho cercato di argomentare, come meglio potevo, quel che è il mio pensiero.
Non sei d'accordo con me? Amen. ciao.gif
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (6) 1 2 [3] 4 5 ... Ultima » Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0470 ]   [ 22 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]