Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (68) [1] 2 3 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> POLITICA ITALIANA Vol. LXV, Lega o PD purché se magna.
 
Rosencrantz
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 21:20
Quote Post


Pezzo Grosso Superiore
***********

Gruppo: Admin
Messaggi: 8388607
Utente Nr.: 23
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Vicenza



Si continua da qui, e inoltre...

[NOTA]
Cortesemente, frenatevi dalle simpatiche frecciatine vicendevoli.


--------------------
PM
Top
 
7-eleven
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 21:54
Quote Post


Minuteman
*****

Gruppo: Members
Messaggi: 11594
Utente Nr.: 393
Iscritto il: 07-Lug-2004
Città:



Giggino chi lo ferma ormai
Futuro brillante, tipo vice sindaco di Pomigliano


--------------------
user posted image

Duality is the opposite of reality... meaning thus that it is the nightmare in wich people live or the dreamland in wich people live...

slipknots version of duality talks about the pain of life and how you hurt your self to try and stop the pain but it just makes it worse...
PM
Top
Adv
Adv









Città:





Top
 
fiocotram
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 22:22
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 40186
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



Stamane ho scritto una cazzata, ossia che Fico non contava. Invece c'era un intero gruppo parlamentare che stava con Fico e che non voleva tornare alle urne. E anche Grillo. E questo è stato decisivo per sedimentare l'accordo.
La cosa porrebbe gli estremi per una divisione interna del Movimento, che sarebbe un'ottima cosa.


Il governo nascente è già attorniato da nemici. Abbiamo Salvini, l'ala di Forza Italia, la corrente Di Battista dei Cinquestelle..
Da fuori, ci sarà un'opposizione ferrea e martellante.
Dentro, ci sarà un difficile equilibrio da tenere e due partiti che già erano divisi per temi prima, ma che durante le contrattazioni hanno evidenziato una cronica capacità di non accordarsi.

Superato questo scoglio mi chiedo davvero seriamente cosa succederà nei prossimi mesi.


--------------------
Pane, lavoro e pace.


"Il fascista e' qualcuno che pretende di parlare per un'intera nazione o per un intero gruppo, si disinteressa dei diritti altrui e usa la violenza o qualsiasi altro mezzo per raggiungere i propri scopi". (Madeleine Albright)

http://fiocotram.wordpress.com/
PMUsers WebsiteMSN
Top
 
Peter Parker
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 22:42
Quote Post


Imperatrice spifferona
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 122155
Utente Nr.: 34
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Fuffaverso



Sulla pagina FB del M5S non si fa mai cenno alla crisi di governo né all'accordo con il PD.

Da giorni.

Surreale.

laugh2.gif


--------------------
La mia striscia avventurosa:

FRANK CARTER: AVVENTURE DI UNA SPIA PER CASO

11 agosto 2015: spammone supremo
Informatore dei Mod, detto anche "Spifferone Parker"
Noto anche come "Necrologio Parker"

Nuvole di Celluloide, la mia rubrica ogni Lunedì su Lo Spazio Bianco.

Fumettinvendita BLOG
PMUsers Website
Top
 
jelem
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 22:50
Quote Post


Divoratore di Mondi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 28682
Utente Nr.: 1516
Iscritto il: 22-Ott-2005
Città:



QUOTE (7-eleven @ Martedì, 27-Ago-2019, 21:54)
Giggino chi lo ferma ormai

E quando gli ricapita un "socio" che si suicida politicamente?

Oops, c'è Zingaretti. cry_.gif
PM
Top
 
sherlock
Inviato il: Martedì, 27-Ago-2019, 23:29
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1478
Utente Nr.: 3408
Iscritto il: 26-Nov-2007
Città:



Comunque, quandanche le trattative PD-M5S andassero a buon fine, il fatto che poi la decisione finale sia in mano a diciamo 40.000 pentagrillini che voteranno su una piattaforma non esattamente trasparente ... bof diciamo che non è solo Zingaretti che dovrà avere taaaaaanta pazienza. Pure io mi sento abbastanza incazzato al pensiero.

Che poi la cosa assurda è proprio che, visto che Rousseau non ha tutta sta trasparenza, il possibile governo giallorosa dipenderà alla fine da cosa deciderà di fare (maneggiando i "click") l'erede: Casaleggio II, re degli Andali, secondo del suo nome, protettore del Regno.

Poi Montanelli diceva di "turarsi il naso" ... non aveva idea!!!

Eppure, secondo me al momento tocca turarsi (fortemente!) il naso, e sperare che da questa (possibile) esperienza venga fuori il meglio del PD ed il meno peggio del M5S.
PMEmail Poster
Top
 
fiocotram
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 01:15
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 40186
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



La questione Fico mi lascia ipotizzare che in queste settimane ci sia stato un lavoro sotterraneo del PD per tentare di unirsi alla parte chiamiamola "di sinistra" di quel partito. Se già si riuscisse a creare una separazione tra le due anime del partito, provocando una scissione, sarebbe perfetto.
sul
In questo momento secondo me è prioritario che la destra e la sinistra si ricompattino in due blocchi separati.

Quando si è cercato di superare il bipolarismo, abbiamo ottenuto che la destra è diventata sempre più estrema e sovranista.

Ricompattando i due blocchi si avrebbe un sovranista come Salvini tenuto a freno da alleati di destra più moderati e favorevoli al mercato europeo.

E un blocco di sinistra con i numeri per governare, magari con una figura centrale con forti capacità di mediazione. In passato le mediazioni sono fallite perché su temi importanti come lavoro, politica estera e unioni civili i vari rami della sinistra avevano ideali e principi base radicalmente diversi. Se si impronta un'alleanza basandola su PERCORSI (ossia: realizziamo insieme i punti a, bi, ci eccetera) ognuna delle parti avrà l'interesse a realizzare la propria parte del programma.



In entrambi i casi, sia nel caso che a vincere fosse il blocco di destra o quello di sinistra, il paese sarebbe comunque rappresentato meglio e in modo più stabile. Entrambi i blocchi devono avere un dialogo interno tra una parte moderara e una più estrema, perché il lavoro prodotto dalla loro sintesi può pacificare il paese.




--------------------
Pane, lavoro e pace.


"Il fascista e' qualcuno che pretende di parlare per un'intera nazione o per un intero gruppo, si disinteressa dei diritti altrui e usa la violenza o qualsiasi altro mezzo per raggiungere i propri scopi". (Madeleine Albright)

http://fiocotram.wordpress.com/
PMUsers WebsiteMSN
Top
 
Peter Parker
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 07:19
Quote Post


Imperatrice spifferona
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 122155
Utente Nr.: 34
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Fuffaverso



Alle undici di sera rischia ancora di saltare tutto. Il problema è Di Maio. È durissimo lo scambio con Nicola Zingaretti, in una telefonata che dura quasi un’ora. Voce agitata, il vicepremier dell’era gialloverde, quasi urla: “Non potete umiliarmi, io non posso rinunciare a stare nel Governo come vicepremier”. Zingaretti, pazienza al limite: “Parli tu di umiliazione? Io stavo venendo a palazzo Chigi e hai fatto saltare l’incontro con un comunicato?”. Il punto è che, una volta rinunciato al Viminale, si è manifestato qualche problema alla Difesa, l’altro dicastero chiesto da Di Maio, con malumori che sono arrivati fino al Quirinale alla semplice ipotesi.

La telefonata notturna è un match: “Io – dice il capo dei Cinque stelle - al ruolo di vicepremier non rinuncio”. Per l’ennesima volta, Zingaretti ripete: “Per me non è accettabile lo schema dei due vicepremier dello stesso partito. Conte non è un garante, una figura terza, ma è un leader del Movimento. Se si fa un patto questo significa che c’è un vicepremier dell’altro partito. Punto”. A quel punto Di Maio si fa prendere dalla foga: “Allora facciamo tre vicepremier e tu ne prendi due”. Finisce così, col segretario del Pd che si mostra indisponibile ad andare avanti su questi presupposti.

È in un clima di tensione che il segretario del Pd convoca i big del suo partito. La tenzone telefonica, l’annuncio che l’eventuale accordo sarà sottoposto al voto su Rousseau vissuto come uno “sgarbo”: nella war room del Nazareno volano parole crude, alcune irriferibili: “C’ha ragione Salvini, sono dei poltronari inaffidabili” sbotta qualcuno. Il più anglosassone resta Andrea Orlando: “Abbiamo risolto i problemi del governo. Ora ci manca di risolvere i problemi di Di Maio”.

Il vicepremier è l’ostacolo. Altro che paragoni col compromesso storico, come dice qualcuno. La trattativa è un mercimonio tra partiti che si odiano, avvolti da una nube di sfiducia e insofferenza. Asserragliato nel suo bunker per tutto il giorno Di Maio gioca apertamente contro. Evita anche la riunione dei suoi parlamentari per sfuggire al “processo”, perché i gruppi sono favorevoli all’accordo col Pd. La sua è una guerra personale fuori e dentro il Movimento.

Col primo colpo basso di mattina. Alle 10,15, appena Nicola Zingaretti e Andrea Orlando salgono in macchina per andare all’incontro con Di Maio, vengono raggiunti da una telefonata dello staff: “È appena uscito un comunicato dei Cinque stelle che parlano di incontro saltato, perché il Pd pensa solo alle poltrone…”. Un quarto d’ora dopo il segretario del Pd è nel suo ufficio, torvo in volto. E chiama Giuseppe Conte: “Parliamoci chiaro, così non si va avanti. O la prendi in mano tu, o salta tutto”.

È la prima, di una serie di telefonate, nel giorno più lungo. Mentre con Di Maio i contatti sono pochi e affidati a brevi e asciutti messaggi. Riceve assicurazioni il segretario del Pd, mai definitive, nel corso di colloqui tra persone che parlano lingue diverse. Il punto è lo schema politico. Per il Pd il via libera a Conte, che c’è, deve essere accompagnato da una “discontinuità” nell’assetto. Perché non è accettabile per il Pd che il nuovo governo sia un “rimpasto del precedente”. Che preveda un premier “garante” e due vicepremier dei due stipulatori di un “contratto”. Quindi la precondizione è che Di Maio rinunci alla sua impuntatura di rimanere vicepremier. E rinunci alla casella del Viminale. È questo l’oggetto di una serie di colloqui, fino allo sfinimento: “Il punto – spiega Zingaretti a Conte – è politico. Tu non sei una figura terza, ma un leader politico del Movimento”. Il premier, più volte, prova a resistere, sfidando anche i nervi di parecchi al Nazareno: “Ma perché? – dice - Io non ho la tessera”. Qualcuno nella stanza del segretario commenta: “Questo non capisce un c…. Sono degli incompetenti”.

È il punto, la “natura” di Conte, che qualifica la natura stessa del governo, la logica che lo anima, la dinamica si produrrà. Far passare il concetto che il premier dell’era gialloverde è una figura terza e super partes non sarebbe solo una capitolazione, per un partito che aveva chiesto discontinuità rispetto ai quattordici mesi di governo gialloverde, in cui Conte non stava propriamente su Marte, ma a palazzo Chigi a firmare i decreti sicurezza. Ma è una questione che si proietta ben oltre la nascita di questo governo, la cui durata consentirebbe di eleggere nel 2022 il successore di Mattarella, che poi è, sulla carta, una delle ragioni per cui nasce, impedire cioè di darlo a Salvini dopo una vittoria nelle urne. Perché è chiaro che far passare l’idea di un premier terzo lo rende naturaliter quirinabile.

Alle sette di sera Conte dà assicurazioni sulla gestione del capo politico dei Cinque stelle, ipotizzando la casella della Difesa. Senza ruolo di vicepremier. È in quel momento che, dopo una serie di comunicazioni informali, il Quirinale fa sapere che è disponibile anche a concedere “terzo tempo”: giovedì l’incarico se ci sarà l’indicazione dei partiti, poi fino a dieci giorni affinché Pd e Cinque stelle possano perfezionare l’accordo sul programma. Anzi, affinché possano finalmente entrare nel merito, in modo approfondito, dopo un negoziato confuso e avviato come un suk sui ministeri, in cui i nodi più delicati di una agenda comune non sono stati ancora affrontati: Tav, manovra, immigrazione, sicurezza, giustizia, taglio dei parlamentari sono rimaste parole pressoché innominate, annacquate nei famosi dieci punti di Di Maio e rimaste appese nei altrettanto famosi Cinque punti del Pd, senza che le reciproche priorità venissero mai incrociate. E annacquate nella sceneggiata di tavoli pressoché inutili.

Poche ore alle consultazioni al Quirinale. C’è un solo punto fisso, che proietta dentro i Cinque stelle la crisi. O Conte si pone come unico interlocutore dei Cinque stelle, risolvendo il problema Di Maio, oppure ancora una volta ancora tutto è possibile.


--------------------
La mia striscia avventurosa:

FRANK CARTER: AVVENTURE DI UNA SPIA PER CASO

11 agosto 2015: spammone supremo
Informatore dei Mod, detto anche "Spifferone Parker"
Noto anche come "Necrologio Parker"

Nuvole di Celluloide, la mia rubrica ogni Lunedì su Lo Spazio Bianco.

Fumettinvendita BLOG
PMUsers Website
Top
 
Peter Parker
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 07:24
Quote Post


Imperatrice spifferona
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 122155
Utente Nr.: 34
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Fuffaverso



Ha ragione Zingaretti. E' una questione politica, mica personale. Ma Di Maio non ci arriva. Conte è figura del M5S, se accordo ci deve essere non può essere affiancato da un'altra figura dello stesso movimento. Lo dice la logica, direbbe Spock. Dubito davvero che mel M5S riescano a fare questo ragionamento.


--------------------
La mia striscia avventurosa:

FRANK CARTER: AVVENTURE DI UNA SPIA PER CASO

11 agosto 2015: spammone supremo
Informatore dei Mod, detto anche "Spifferone Parker"
Noto anche come "Necrologio Parker"

Nuvole di Celluloide, la mia rubrica ogni Lunedì su Lo Spazio Bianco.

Fumettinvendita BLOG
PMUsers Website
Top
 
Neutron
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 07:57
Quote Post


Anti-Monitor
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 53328
Utente Nr.: 5657
Iscritto il: 24-Set-2010
Città: Offanengo (bioparco)



“Allora facciamo tre vicepremier e tu ne prendi due”.


Che manica di ritardati.


--------------------
"Neutron ragioni come uno appena uscito da un centro sociale."
"Le parole dell'utente Neutron sono piene di odio represso."
"rilevo che l'utente neutron volutamente risponde provocando e offendendo."
"mi è sembrato giusto rilevare come i tuoi post trasudino offese e livore."
"E' un troll comunista."
"tu sei di animo fascista/stalinista"

user posted imageuser posted image
Spam explorer
1° post di pagina 112 - 2° post di pag. 117 - 2° post di pag.123 - penultimo post di pagina 131 di diurne
PMEmail Poster
Top
 
Kagehisha
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 08:04
Quote Post


Spirito con la Scure
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1654
Utente Nr.: 1333
Iscritto il: 22-Lug-2005
Città:



QUOTE (Neutron @ August 27, 2019 11:57 pm)
“Allora facciamo tre vicepremier e tu ne prendi due”.


Che manica di ritardati.

Sembra gossip. Che fonte è?
PM
Top
 
Peter Parker
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 08:14
Quote Post


Imperatrice spifferona
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 122155
Utente Nr.: 34
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Fuffaverso



QUOTE (Kagehisha @ Mercoledì, 28-Ago-2019, 07:04)
QUOTE (Neutron @ August 27, 2019 11:57 pm)
“Allora facciamo tre vicepremier e tu ne prendi due”.


Che manica di ritardati.

Sembra gossip. Che fonte è?

HP.

Comunque anche Repubblica e Corriere riportano retroscena simili.


--------------------
La mia striscia avventurosa:

FRANK CARTER: AVVENTURE DI UNA SPIA PER CASO

11 agosto 2015: spammone supremo
Informatore dei Mod, detto anche "Spifferone Parker"
Noto anche come "Necrologio Parker"

Nuvole di Celluloide, la mia rubrica ogni Lunedì su Lo Spazio Bianco.

Fumettinvendita BLOG
PMUsers Website
Top
 
Peter Parker
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 08:18
Quote Post


Imperatrice spifferona
*********

Gruppo: Members
Messaggi: 122155
Utente Nr.: 34
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città: Fuffaverso



Tra l'altro le consultazioni sono oggi, quindi che cacchio serve fare votare su Rousseau l'accordo tra una settimana?

E a Mattarella che dicono? Di aspettare?

Mamma mia.


--------------------
La mia striscia avventurosa:

FRANK CARTER: AVVENTURE DI UNA SPIA PER CASO

11 agosto 2015: spammone supremo
Informatore dei Mod, detto anche "Spifferone Parker"
Noto anche come "Necrologio Parker"

Nuvole di Celluloide, la mia rubrica ogni Lunedì su Lo Spazio Bianco.

Fumettinvendita BLOG
PMUsers Website
Top
 
jelem
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 08:40
Quote Post


Divoratore di Mondi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 28682
Utente Nr.: 1516
Iscritto il: 22-Ott-2005
Città:



QUOTE (Peter Parker @ Mercoledì, 28-Ago-2019, 08:18)
Tra l'altro le consultazioni sono oggi, quindi che cacchio serve fare votare su Rousseau l'accordo tra una settimana?

E a Mattarella che dicono? Di aspettare?

Mamma mia.

Ma poi, visto che la piattaforma Rousseau è il volere di Casaleggio non possono dirlo subito? laugh2.gif
PM
Top
 
missi
Inviato il: Mercoledì, 28-Ago-2019, 09:09
Quote Post


Aquila della Notte
**

Gruppo: Members
Messaggi: 4256
Utente Nr.: 2073
Iscritto il: 19-Mag-2006
Città: faenza



QUOTE (fiocotram @ Mercoledì, 28-Ago-2019, 00:15)
La questione Fico mi lascia ipotizzare che in queste settimane ci sia stato un lavoro sotterraneo del PD per tentare di unirsi alla parte chiamiamola "di sinistra" di quel partito. Se già si riuscisse a creare una separazione tra le due anime del partito, provocando una scissione, sarebbe perfetto.
sul
In questo momento secondo me è prioritario che la destra e la sinistra si ricompattino in due blocchi separati.

Quando si è cercato di superare il bipolarismo, abbiamo ottenuto che la destra è diventata sempre più estrema e sovranista.

Ricompattando i due blocchi si avrebbe un sovranista come Salvini tenuto a freno da alleati di destra più moderati e favorevoli al mercato europeo.

E un blocco di sinistra con i numeri per governare, magari con una figura centrale con forti capacità di mediazione. In passato le mediazioni sono fallite perché su temi importanti come lavoro, politica estera e unioni civili i vari rami della sinistra avevano ideali e principi base radicalmente diversi. Se si impronta un'alleanza basandola su PERCORSI (ossia: realizziamo insieme i punti a, bi, ci eccetera) ognuna delle parti avrà l'interesse a realizzare la propria parte del programma.



In entrambi i casi, sia nel caso che a vincere fosse il blocco di destra o quello di sinistra, il paese sarebbe comunque rappresentato meglio e in modo più stabile. Entrambi i blocchi devono avere un dialogo interno tra una parte moderara e una più estrema, perché il lavoro prodotto dalla loro sintesi può pacificare il paese.

Fioco non ti riconosco più!
approvo

missi
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 1 : wraith

Topic Options Pagine : (68) [1] 2 3 ... Ultima » Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0535 ]   [ 22 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]