Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (35) « Prima ... 33 34 [35]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> Joker
 
fiocotram
Inviato il: Venerdì, 18-Ott-2019, 03:53
Quote Post


Uberlogorrea
********

Gruppo: Members
Messaggi: 40194
Utente Nr.: 26
Iscritto il: 30-Giu-2004
Città:



Pure in Taxi Driver l'opinione pubblica esaltava Travis come eroe, compresa lettera di ringraziamento dei parenti della ragazza a cui viene "riportata".

Ma non c'è bisogno di pensare al cinema, visto che di persone comuni che si difendono sparando a delinquenti è piena la cronaca e sono saturi i dibattiti su gestione dell'ordine pubblico e proporzionalità della legittima difesa.


Perlomeno il regista si prende la briga di dirci in tutte le salse che Arthur è disturbato mentalmente e che invece di mettergli in mano l'indirizzo di un'associazione o qualcuno che possa aiutarlo gli mettono in mano una pistola. Io credo che sia questo il vero elemento del film su cui dovremmo concentrarci.


Sia chiaro, il mio non vuole essere solo un richiamo all'eterna questione della legittima difesa, perché il problema è più ampio. Il film ci mostra, attraverso un emarginato, come sia facile essere isolati e come tendiamo a isolarci l'uno dall'altro, senza lavorare alla costruzione di una società realmente collaborativa e solidale.


Siamo lasciati soli con noi stessi e la nostra paura, in posti che si espandono economicamente difficili da gestire e da difendere in modo efficace. E' qui che dovrebbe intervenire il non essere lasciati soli, il non SENTIRSI lasciati soli.

Il Thomas Wayne che blasta la gente o De Niro che la blasta in tv non sono da decodificare grossolanamente come "il cattivo" , anche perché sono due delle voci del film che dicono le cose più vicine al buon senso elementare, le cose che dice Murray in tv quando parla con Joker non sono più uno sfottò ma elementare e razionale buon senso di fronte ad atti ingiustificabili.

Semmai il problema viene quando i due diventano uno strumento di un modello sociale improntato all'individualismo ottimista, che vede in ogni uomo l'unico artefice non solo della proprie fortune ma anche del proprio sostentamento socio-sanitario, che è una delle tante contraddizioni, perché se voglio creare rete, STRUTTURA socio-sanitaria ho bisogno di PERSONE che si danno una mano, non di INDIVIDUI.

Thomas Wayne e Murray sono "l'individualista", il Burioni che blasta la ggente senza però preoccuparsi che i suoi bersagli siano parte di una rete sociale in grado di dar loro una reale istruzione. Sono quelli che pensano che la società sia composta di persone singole che magicamente risolvono i propri problemi da soli e senza alcuna collaborazione esterna.


--------------------
Pane, lavoro e pace.


"Il fascista e' qualcuno che pretende di parlare per un'intera nazione o per un intero gruppo, si disinteressa dei diritti altrui e usa la violenza o qualsiasi altro mezzo per raggiungere i propri scopi". (Madeleine Albright)

http://fiocotram.wordpress.com/
PMUsers WebsiteMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (35) « Prima ... 33 34 [35]  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0316 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]