Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Comicus Forum > Movie Comics > Shang Chi e la leggenda dei Dieci Anelli


Inviato da: JhonSavor il Domenica, 21-Lug-2019, 15:07
user posted image


Shang Chi interpretato da Simu Liu, sconosciuto attore cino-canadese.
Il Mandarino interpretato da Tony Leung
Nel cast anche Awkwafina (Ocean’s 8, Jumanji: The next level).

12 Febbraio 2021.

Inviato da: Marvelous il Lunedì, 22-Lug-2019, 00:33
Finalmente qualcosa di nuovo, oltre al fatto che il protagonista grazie a Dio sarà asiatico. Adesso scatta il toto comprimari.

Inviato da: JhonSavor il Martedì, 23-Lug-2019, 00:00
Perché, c’erano dei dubbi sul fatto che Shang potesse essere non asiatico? Sarebbe come dire che T’challa lo avrebbe potuto interpretare un non nero

Inviato da: Janos Hunyadi il Martedì, 23-Lug-2019, 01:15
QUOTE (JhonSavor @ July 23, 2019 12:00 am)
Perché, c’erano dei dubbi sul fatto che Shang potesse essere non asiatico? Sarebbe come dire che T’challa lo avrebbe potuto interpretare un non nero

huh1.gif

Inviato da: JhonSavor il Martedì, 23-Lug-2019, 01:51
QUOTE (Janos Hunyadi @ Martedì, 23-Lug-2019, 00:15)
QUOTE (JhonSavor @ July 23, 2019 12:00 am)
Perché, c’erano dei dubbi sul fatto che Shang potesse essere non asiatico? Sarebbe come dire che T’challa lo avrebbe potuto interpretare un non nero

huh1.gif

Cosa ti turba, Janos?

Inviato da: Estrella il Martedì, 23-Lug-2019, 19:24
QUOTE (JhonSavor @ Lunedì, 22-Lug-2019, 23:00)
Sarebbe come dire che T’challa lo avrebbe potuto interpretare un non nero

E perchè non sarebbe possibile?
T'Challa è il sovrano di una fittizia nazione ultratecnologica, nascosta in un paese del terzo mondo. Che il terzo mondo debba essere associato esclusivamente ai "boveri negri" è terribilmente razzista.
Il Wakanda non potrebbe trovarsi in India? D'altronde http:///images/2013/06/10/il-libro-della-giungla-mowgli-a-cavallo-di-uno-dei-suoi-amici-della-giungla-277535.jpg viene proprio da lì.
Oppure in Sud America, anche lì ci sono le pantere. Pure nel film, a un certo punto, dicono che il Wakanda corrisponde a quello che in passato veniva chiamato El Dorado (solo che gli esploratori lo cercavano in Sud America per errore pallafieno.gif )
Si parla tanto di inclusività, sarebbe stata un'ottima occasione per dare spazio e dignità alla figura degli Indios, che al cinema vengono quasi sempre rappresentati come selvaggi primitivi, spesso antropofagi.
L'unico neo sarebbe stato che gli Indios non rappresentano un audience commercialmente appettibile, ma, insomma, 'ste cose non si fanno mica per i soldi 21vs.gif

Inviato da: Peter Parker il Martedì, 23-Lug-2019, 19:39
QUOTE (Marvelous @ Domenica, 21-Lug-2019, 23:33)
Finalmente qualcosa di nuovo, oltre al fatto che il protagonista grazie a Dio sarà asiatico.

Non capisco in base a cosa non sarebbe dovuto essere così.

Inviato da: JhonSavor il Martedì, 23-Lug-2019, 20:00
Estrella non sarebbe Black Panther, eroe nero per eccellenza. Come Luke Cage.
Ma non è una questione legata solo alla componente afroamericana.
Miles Morales per esempio non è figlio di una generica coppia nera o di una coppia mista nero/bianca ma bensì latino-afroamericana.
Matthew Murdock è di origini irlandesi di fede cattolica.
Shang Chi è cinese mentre Danny Rand è anglo-americano.
Tempesta è kenyota. Sole Ardente giapponese.

Poi ci possono essere le eccezioni dovute al fatto che storicamente il parco personaggi della Marvel ha pescato per lo più da una data categoria di individui piuttosto che da un altra per motivi editoriali, magari mal interpretati.


Inviato da: JhonSavor il Martedì, 23-Lug-2019, 20:02
QUOTE (Peter Parker @ Martedì, 23-Lug-2019, 18:39)
QUOTE (Marvelous @ Domenica, 21-Lug-2019, 23:33)
Finalmente qualcosa di nuovo, oltre al fatto che il protagonista grazie a Dio sarà asiatico.

Non capisco in base a cosa non sarebbe dovuto essere così.

dunno.gif

Inviato da: JhonSavor il Mercoledì, 24-Lug-2019, 13:17
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?
Mi viene da pensare inevitabilmente ai suoi gusti personali riguardo la cultura (musica, cibo, cinema, lettura...) perché la sua storia quella è, e non cambierà più di tanto.
Inoltre che comprimari/amici/amori storici ha?

Inviato da: Peter Parker il Mercoledì, 24-Lug-2019, 13:31
QUOTE (JhonSavor @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 12:17)
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?
Mi viene da pensare inevitabilmente ai suoi gusti personali riguardo la cultura (musica, cibo, cinema, lettura...) perché la sua storia quella è, e non cambierà più di tanto.
Inoltre che comprimari/amici/amori storici ha?

Un bel po' di fratelli e sorelle adottivi, che io ricordi.

Inviato da: MinCulPop il Mercoledì, 24-Lug-2019, 14:06
QUOTE (JhonSavor @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 13:17)
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?

tanti amici gay e di colore 21vs.gif

Inviato da: ocramiggop il Mercoledì, 24-Lug-2019, 14:36
Finalmente, avremo un Mandarino che non fa ridere andando in bagno. laugh2.gif

Marco "Doc Ock" Poggi

Inviato da: Moreno Roncucci il Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:03
QUOTE (JhonSavor @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 12:17)
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?
Mi viene da pensare inevitabilmente ai suoi gusti personali riguardo la cultura (musica, cibo, cinema, lettura...) perché la sua storia quella è, e non cambierà più di tanto.
Inoltre che comprimari/amici/amori storici ha?

Per me non hanno speranza.

Se sarà troppo "Cinese" saranno accusati di farne uno stereotipo, di sfruttare l'idea dell'asiatico come "esotico" (oggi un offesa imperdonabile) e magari di appropriazione culturale.

Se non sarà abbastanza "Cinese" saranno accusati di whitewashing, di scarso rispetto per la cultura cinese, e di voler imporre canoni estetici/culturali occidentali e quindi imperialisti.

Se faranno una media fra le due cose, saranno accusati da entrambi di tutte queste cose assieme.

Dovranno rassegnarsi, consolandosi con gli incassi al botteghino... cool1.gif

Inviato da: Peter Parker il Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:13
Rischi che non ci sono visto chi hanno scelto per lavorare al film.

Inviato da: lonewolf_10 il Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:13
QUOTE (ocramiggop @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 09:36)
Finalmente, avremo un Mandarino che non fa ridere andando in bagno. laugh2.gif

Marco "Doc Ock" Poggi

Purtroppo sad1.gif

Inviato da: Janos Hunyadi il Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:18
QUOTE (lonewolf_10 @ July 24, 2019 03:13 pm)
QUOTE (ocramiggop @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 09:36)
Finalmente, avremo un Mandarino che non fa ridere andando in bagno. laugh2.gif

            Marco "Doc Ock" Poggi

Purtroppo sad1.gif

pallafieno.gif

Inviato da: JhonSavor il Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:42
QUOTE (Peter Parker @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 12:31)
QUOTE (JhonSavor @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 12:17)
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?
Mi viene da pensare inevitabilmente ai suoi gusti personali riguardo la cultura (musica, cibo, cinema, lettura...) perché la sua storia quella è, e non cambierà più di tanto.
Inoltre che comprimari/amici/amori storici ha?

Un bel po' di fratelli e sorelle adottivi, che io ricordi.

sbirciando su wiki ho trovato una sorella(stra?), una amante legata ai servizi governativi e ad un cattivo, più tutta una serie di criminali minori tipo Razor Fist.

Inviato da: lonewolf_10 il Mercoledì, 24-Lug-2019, 16:36
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 10:18)
QUOTE (lonewolf_10 @ July 24, 2019 03:13 pm)
QUOTE (ocramiggop @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 09:36)
Finalmente, avremo un Mandarino che non fa ridere andando in bagno. laugh2.gif

            Marco "Doc Ock" Poggi

Purtroppo sad1.gif

pallafieno.gif

dunno.gif

Inviato da: Cap.Crumb il Mercoledì, 24-Lug-2019, 17:37
QUOTE (Moreno Roncucci @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 15:03)
QUOTE (JhonSavor @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 12:17)
Secondo voi su cosa dovrebbero puntare i MS per non rischiare di realizzare un clone di Bruce Lee o per non scivolare nello stereotipo?
Mi viene da pensare inevitabilmente ai suoi gusti personali riguardo la cultura (musica, cibo, cinema, lettura...) perché la sua storia quella è, e non cambierà più di tanto.
Inoltre che comprimari/amici/amori storici ha?

Per me non hanno speranza.

Se sarà troppo "Cinese" saranno accusati di farne uno stereotipo, di sfruttare l'idea dell'asiatico come "esotico" (oggi un offesa imperdonabile) e magari di appropriazione culturale.

Se non sarà abbastanza "Cinese" saranno accusati di whitewashing, di scarso rispetto per la cultura cinese, e di voler imporre canoni estetici/culturali occidentali e quindi imperialisti.

Se faranno una media fra le due cose, saranno accusati da entrambi di tutte queste cose assieme.

Dovranno rassegnarsi, consolandosi con gli incassi al botteghino... cool1.gif

bha...cmq per quanto mi sforzi, non ricordo assolutamente qualcosa di caratteristico riguardo il personaggio... unsure.gif
è proprio una copia di Bruce Lee, ed imho quello alla fine sarà:
https://www.youtube.com/watch?v=R8AAFkEfFj4
sarebbe figo già solo fare un clone di OngBak, imho. dunno.gif
https://www.youtube.com/watch?v=3LkBneyqSEk
rockarolla.gif

Inviato da: Moreno Roncucci il Mercoledì, 24-Lug-2019, 20:16
QUOTE (Cap.Crumb @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 16:37)
bha...cmq per quanto mi sforzi, non ricordo assolutamente qualcosa di caratteristico riguardo il personaggio... unsure.gif

Sigh, e non hai manco la scusa di essere cinno e nato in questi tempi degeneri... rolleyes.gif

Shang-Chi negli anni 70 fu qualcosa che la Marvel (e in generale il fumetto commerciale USA) fino a quel momento aveva visto ben poche volte... UNA SERIE CHE ERA UNA STORIA CON UN SENSO, E UN FINALE.

Questo è un pezzo di un lungo post che avevo scritto nel 1996 su Fidonet (sigh, bei tempi per le discussioni online sui fumetti, mai più eguagliati...) (scusate le accentate, su Fidonet non si potevano usare gli accenti):

[...]
Lasciando per un attimo i volumi autoconclusivi...

Sono riuscito finalmente a completare la mia collezione completa
di "Shang-Chi, Master of Kung Fu" originale.
Visto che e` un fumetto degli anni '70, pubblicato solo per meta`
in Italia, e` probabile che la maggior parte di voi non sappia
nemmeno di cosa stia parlando. Agli altri, a quelli (se ci sono)
che ricordano ancora le storie di Doug Moench e Paul Gulacy con la
sconfitta di Fu Manchu`, posso rivelare che questa e` solo la
prima di 3 sconfitte (le ultime due inedite in Italia), una piu`
bruciante e terribile dell'altra, e che queste sconfitte segnano
il tempo della maturazione successiva di Shang Chi. Moench era
riuscito, prima nel chaos della Marvel anni '70, e poi sotto il
"colpo di stato" del dittatore Jim Shooter, a creare una serie
leggibile come un unica storia, in cui il personaggio principale
cresce, cambia e matura con continuità e in maniera sensata.
Il numero 120 e` l'ultimo disegnato da Gene Day prima della sua
morte (che gravera` sempre come un macigno sul management della
Marvel). Moench viene allontanato dalla testata (non so se
d'autorita`, o volontariamente dopo il trattamento subito da Day)
senza alcuna spiegazione o messaggi d'addio,, e in 5 albi (il 125
e` l'ultimo della serie) scritti da cani vengono demolite le basi
della serie, e tutta la maturazione fino a quel momento.
Moench aveva impiegato 100 albi per far integrare Chi nel mondo
occidentale, e nel fargli raggiungere la tranquillita` interiore
ed una relazione stabile con Leiko Wu. Lo scribacchino
(praticamente sconosciuto) che termina la serie fa tornare Chi in
Cina, pieno di rimorsi e di rimpianti, e lo fa diventare un
pescatore (Leiko non riceve nemmeno un messaggio d'addio). Uno
schifo.
Uno degli effetti dell'autorita` moralista di Shooter,
probabimente: Shang Chi aveva compiuto un gesto che probabilmente
aveva provocato polemiche, e doveva "espiare" (come Fenice,
dunque).

Per fortuna il numero 118 presenta una splendida fine per la
serie, con una vittoria schiacciante di Shang Chi, e il suo
trionfo su Fu Manchu, umilato in maniera definitiva (dovreste
vederlo per capire QUANTO definitiva...), ed il suo raggiungimento
della pace interiore.

Il seguito e` superfluo...

[...]
------------------ fine del ripescaggio dalla preistoria di Fidonet ----------------------------

Oggi, più in breve, direi che in 100 albi Moench realizza una storia sorprendentemente coerente di maturazione personale (notare che siamo quasi 20 anni prima di Sandman, ma negli anni 70 di serie che erano vere e proprie storie la Marvel ne aveva già fatte diverse, vedi Tomb of Dracula o Tales of the Zombie). Shang-Chi inizia come un povero pirla abile nei combattimenti che si beve tutto quello che gli dice il padre-padrone, per questo si rende responsabile di crimini, per "espiare" si unisce ai servizi segreti inglesi ma scoprendo ben presto che non sono tanto "puliti" nemmeno loro. Nella prima sconfitta di Fu Manchu (l'unica pubblicata in Italia dalla Corno) è ancora intimorito, deferente, succube del padre, a cui attribuisce ancora una moralità "a prescindere".

Alla fine della serie, Shang-Chi non ha più bisogno di farsi dare ordini da altri, ha trovato una sua stabilità, e il suo ultimo incontro con Fu-Manchu... beh, spero che lo mettano in uno dei suoi film prima o poi, ma ne dubito, temo che lì faccia azioni troppo "forti" per l'attuale MCU...

Detto questo... spero che facciano giustizia alla serie di Moench? Eh eh eh... dai, non scherziamo. Temo che se non trovano qualcuno che sia davvero fan del personaggio e che combatta per mantenere certi temi, diventerà una "serie di Kung-Fu" come era all'inizio...

QUOTE

è proprio una copia di Bruce Lee, ed imho quello alla fine sarà:


Nasce così. O meglio, Englehart e Starlin, che erano patiti di filosofie orientali o orientaleggianti, all'inizio cercano di farne la versione Marvel di "Kung-Fu", con un personaggio ricalcato su Bruce Lee.

Poi, non so se per scarse vendite o perchè si stufarono, lasciarono la serie, che per un po' fu una fila di one-shot di autori vari.

Poi arriva Moench. Che non ha mai dimostrato in vita sua il minimo interesse per le filosofie orientali. Ma che adorava i film di spionaggio, l'atmosfera di dubbio e doppiogiochismo, il fatto di non potersi fidare di nessuno, e ti fa quella sequenza di un centinaio di albi che è una delle cose migliori della Marvel anni 70, alla pari con Tomb of Dracula o Warlock (e molto superiore agli stanchi FF o Spider-man del periodo)

(ha anche avuto una gran fortuna a trovarsi ben due disegnatori maniaci e di talento a cesellare quelle tavole, eh, prima Gulacy e poi Gene Day.... nel periodo fra l'uno e l'altro, con disegnatori inferiori, anche i testi per diversi numeri crollarono, segno che i disegnatori a loro volta ispiravano e spronavano lo sceneggiatore a osare di più...)

Inviato da: Moreno Roncucci il Mercoledì, 24-Lug-2019, 20:39
Nella ricerca del mio vecchio post non avevo visto che ne avevo scritto un altro subito dopo... (ancora, scusate le accentate: su Fidonet non potevi usare accenti, grassetti, corsivi o immagini. Solo testo ASCII. Ah, che nostalgia...)

--------------------------------
Ciao, Dave!

[Shang-Chi]
MR> Ora i prezzi sono saliti, anche gli albi inediti in Italia si
MR> trovano ancora da 3 dollari (NM) a 1 dollaro (G)
MR> Se ti interessa posto una lista dei fill-in, cosi` li eviti...
:-)

DM> Vai!

Ehi, un momento, stavo scherzando, vuoi veramente che mi metta ad
aprire tutte le buste per elencarti i fill-in? :-(

OK, ho capito, vuoi veramente... :-(

(la prossima volta ci penso, prima di scrivere...)

Vabbe', ecco l'elenco della roba meritoria:

La serie parte con il numero 15 di "Special Marvel Edition", ed i
primissimi episodi sono di Jim Starlin e Steve Englehart, che da`
al personaggio una caratterizzazione molto spirituale e
controversa, differente da quella definitiva.

Con il n.17 la testata cambia nome e diventa "Master of Kung Fu"
(o meglio, "The Hands of Shang-Chi, MASTER OF KUNG FU")
Il personaggio ha un enorme successo: addirittura eccessivo, visto
che la Marvel mette subito in cantiere un sacco di altre serie di
arti marziali, fra cui un magazine dedicato sempre a Shang-Chi
chiamato "The Deadly Hands of Shang-Chi, Master of Kung-Fu" (della
serie: differenziare i nomi per non confondere gli acquirenti...)
ed una serie trimestrale, "Giant Size Master of Kung Fu".
La massa di materiale richiesta e` troppa per Starlin e Englehart:
il primo abbandona immediatamente la testata (al n.18 gli
subentra per poco Paul Gulacy), il secondo dura solo un paio
di numeri in piu` (al n.20).

Gli albi successivi sono di altri autori, la maggior parte dei
quali sono assolutamente inadatti al personaggio e durano
pochissimo. E sono assolutamente da evitare.

Sara` solo alla fine della "Kung-fu craze", la "pazzia per il
Kung-fu" che ha preso l'America, che la scomparsa del magazine e i
ritmi creativi piu` umani permetteranno alla testata di avere un
team creativo costante e una direzione.

La testata viene alla fine affidata allo sceneggiatore Dough
Moench e al disegnatore Paul Gulacy (che aveva gia` disegnato
alcuni dei primissimi albi). Le prime prove di questo team
creativo sono deboli ed insicure: direi che la loro prima storia
convincente appare nel n.25 ("Rites of Courage, Fist of Death") e
gia` con l'albo successivo Gulacy viene sostituito da Keith
Pollard e poi Buscema nel 27 (e da un orrendo trio di carneadi
nel 28). Ma Moench nel frattempo comincia a caratterizzare sempre
meglio il personaggio, e al calo dei disegni corrisponde un buon
livello delle trame

La sterzata che mette fine al primo periodo della serie
(caratterizzato da trame isolate in cui Shang-Chi vaga di storia
in storia) arriva con il numero 29, il primo della Trilogia di
Velcro. Gulacy ritorna, stavolta anche come inchiostratore,
ispirandosi molto a Steranko, e Moench trasforma la testata in una
serie spionistica molto "sui generis", ripescando il personaggio
di Clive Reston (presentato sul giant size) e introducendo Leiko
Wu. E' da qui che nasce la caratterizzazione che ha reso famosa
questa serie.

Dopo la prima trilogia, il n.32 e` una storiellina di Moench e Sal
Buscema (non e` proprio un fill-in perche` e` in continuity, ma
quasi...)

I numeri 33, 34, 35 presentano la seconda famosa trilogia, quella
di Mordillo, sempre di Moench e Gulacy.

Il 36 e il 37 presentano un fill-in in due parti, destinato
originariamente al Giant Size ormai chiuso, di Moench e Pollard

Il 38 e il 39 presentano una bellissima storia in due parti
disegnata da Gulacy che introduce i personaggi di Sheng Kuei, "The
Cat", e di Juliette. E il gatto di Shang-chi... :-)

Con il 40, sempre di Gulacy, parte la serie di storie con il
ritorno di Fu Manchu che si concludera` con il numero 50, che ha
fatto man bassa di premi e trasformo` Moench e Gulacy in
superstars. Attento che il 41 e` uno squallido fill-in disegnato
da Mike Esposito.

Alla fine di questa serie, al n.50, Shang-Chi e` diventata una
serie acclamatissima dai fans e di un livello veramente
eccezionale. Purtroppo questo e` anche l'ultimo albo disegnato da
Gulacy, che in seguito fara` solo qualche copertina (bellissima
quella del n.51, la sua prima)

Con il numero 51 arriva Jim Craig alle matite (con sempre Pablo
Marcos alle chine, lo stesso inchiostratore degli ultimi Gulacy),
ma cominciano anche una serie di guai e disfunzioni organizzative
che tagliano le gambe alla testata. Il 52 e` un fill-in di
Pollard, il 53 e` addirittura una ristampa del n.20 (alla Marvel
ai tempi facevano anche di queste cose: e alla Corno, nella loro
stupidita`, pubblicarono la ristampa invece di saltarla:
incredibile...)
Il 54 e` la seconda parte della storia iniziata nel 51 (!), ma il
55 e` un altro fill-in (di Mike Zeck)
il 56 e` la terza parte della storia di Moench e Craig, ed il 57 e
58 la quarta e la quinta. Una storia non certamente eclatante
intramezzata da ristampe e fill-in che fa crollare le vendite (sia
in Italia che negli USA).

Nel 59 e 60 c'e` una strana storia con Doctor Doom, e la testata
sembra finalmente tornata ad avere un team regolare. Ma il n.64 e`
di nuovo un fill-in (di Mike Zeck, stavolta nemmeno scritto da
Moench, ma con una copertina di Gulacy)

Dopo un po' Mike Zeck diventara` il nuovo disegnatore regolare,
con un inizio veramente scarso (anche a causa di inchiostratori
incapaci) ma con un costante miglioramento qualitativo.

Il numero 69 e` l'ultimo tradotto in Italia. La testata "Shang-
Chi, Maestro del Kung-fu" della Corno viene chiusa (gli ultimi 5
albi erano stati pubblicati in formato ridotto). I fasti dei
numeri pre-50 sono solo un lontano ricordo...

Il 70 e` un fill-in disegnato da Pat Broderick (inserito comunque
nella continuity)

Con il numero 71 Zeck viene ufficialmente designato disegnatore
regolare della testata (anche se ormai lo era di fatto) e l'azione
torna nel mondo occidentale dopo un lungo periodo "orientale".
Questo e` un albo tipo "un giorno della vita di Shang-Chi" e
sembra indicare l'intenzione di dare un nuovo inizio alla saga
evitando gli errori del recente passato.

Si torna a trame di tipo spionistico (la prima storyline presenta
addirittura il ritorno all'isola di Mordillo) ma e` solo con il
numero 76 (bellissimo), il primo inchiostrato da Gene Day, che si
ha veramente l'impressione che la serie possa tornare ad essere
quella che era.

E nei numeri successivo il team Moench-Zeck-Day da` veramente
prova delle proprie capacita`, portando l'approfondimento
psicologico del personaggio Shang-Chi a vette mai toccate in
precedenza.

Con il numero 83 comincia la serie in sette parti "Warriors of the
Golden Dawn", che presenta il secondo ritorno di Fu Manchu.
Il numero 89, la conclusione, rappresenta la liberazione finale di
Shang-Chi dalla soggezione di suo padre. Nelle sue parole:
"Once, I said to you, My father, or to your spirit:
-so be it. If we must remain enemies, I will oppose you. Denounce
you. DESTROY you-
The time has come now to fulfill my vow!"

Dopo questa vetta le storie si "rilassano" un po', con
ambientazioni sociali e metropolitane, o con storie di minor
respiro, ma sempre godibili

Con il numero 100 Zeck e Day non vengono piu` indicati come
"penciler-inker" ma come co-artisti.

Il numero 102, un fill-in scritto da Peter Gillis, e` la prima
storia completamente disegnata da Gene Day.

Dal 103, il team ufficiale e` "Dough Moench e Gene Day".
Quest'ultimo fa sia le matite che le chine (e il trattamento che
subira` dalla Marvel in questo periodo, a cui si sottoporra` per
un periodo cosi` lungo per non dover lasciare la serie, lo
portera` a morire a 31 anni)

Il numero 112 e` disegnato da Rick Magyar, come il 113, e anche se
non sono propriamente fill-in sono trascurabili.

Lo splendido 114 e` ancora di Gene Day. I successivi 115, 116, 117
e 118 presentano il terzo ritorno di Fu Manchu, splendidamente
scritti e disegnati. Il 118 rappresenta la vera conclusione della
serie, in cui Shang-Chi supera letteralmente se` stesso e umilia
definitivamente Fu-Manchu. Credo che la sconfitta subita dal
"Devil's Doctor" in questo albo sia forse la piu` umiliante mai
subita da un "villain" in un fumetto Marvel, e ripaga i lettori di
un attesa durata sin dal numero 15... :-)

"...and the old man lowers himself...
... beyond redemption."

Alla fine Shang-Chi e` libero, sereno, e ha trovato finalmente un
padre...

Il 119 e` disegnato da Mark Silvestri, ed e` praticamente un fill-
in.

Il 120, autoconclusivo e slegato dalla continuity, e` l'ultimo di
Moench e Day. Probabilmente per questo ritardo di un mese Day
viene licenziato, e ormai con la salute minata sopravvivera` solo
pochi mesi.

Il 121 e` un fill-in di Steven Grant e disegnato da un David
Mazzucchelli ancora lontano dalla qualita` (anche grazie alle
chine di Vince Colletta).

Il 122 e` un altro fill-in di Moench e Johson. Ed e` l'ultima
storia di Moench.
Non so se sia stato allontanato dalla testata o se ne sia
andato da solo. Sicuramente la separazione non e` stata amichevole
(ando` alla DC) visto che gli ultimi 3 albi non sono comprensibili
se non come una vendetta di Jim Shooter.

Infatti negli ultimi 3 albi (123, 124 e 125) il nuovo
sceneggiatore, Alan Zelenezt, si comporta come un vero e proprio
"Killer" sui concetti di Moench, facendo fare alla testata una
vera e propria giravolta di 180 gradi, cambiando arbitrariamente
la psicologia di tutti i personaggi e trasformandoli in
macchiette.

Shang-Chi decide in un colpo che tutto quello che ha fatto in
dieci anni sono tutte cazzate, che non ha imparato niente, che ha
sbagliato tutto (e _si pente_ di quel che ha fatto nel 118!!!
Cioe` ripudia tutta la crescita psicologica descritta da Moench).
Lascia Leiko come uno stronzo, senza nemmeno dirglielo, e ritorna
in Cina a vivere come un pescatore...

Ai disegni un pessimo Johnson chinato da un Mignola
irriconoscibile ad inizio carriera.

Di Moench non si fa cenno, nemmeno nella posta. Lo sceneggiatore
se ne va dopo oltre 100 albi, e fanno finta di niente... :-(

Per me Shang-Chi termina al 118, piu` il 120 come storia speciale a
se` stante. Gli albi successivo hanno valore unicamente come prova
per lo sputtanamento storico di Shooter.


Ciao,
/\/\oreno

-------------------------------------

All'epoca avevo davvero una pessima opinione di Shooter, poi ho visto cosa hanno fatto gli Editor-in-chief dopo di lui... rolleyes.gif

Ma comunque, anche se penso che sia stato il miglior editor in capo che la Marvel abbia mai avuto (Stan Lee non ha mai avuto quel titolo), è innegabile che era str***o e vendicativo...

Ecco alcuni esempi delle tavole di Gene Day nei suoi ultimi numeri (e pensate che questo disegnatore morì a 31 anni...)

http://2.bp.blogspot.com/-x9Jz16Fo2Rk/Vsoh8-v-kGI/AAAAAAAATMo/addk0MAyKNk/s1600/gene%2Bday%2BMOKF116a.jpg

https://4.bp.blogspot.com/-a8dlJsf7Fu4/V1TJeNzxj5I/AAAAAAAA1bA/m7qA7RXOV5gVA2Qz09ER1Us1F0bvbozUwCLcB/s1600/gene%2Bday%2B1.jpg

https://www.comicartfans.com/GalleryPiece.asp?Piece=1561251

https://cafart.r.worldssl.net/images/Category_8799/subcat_108842/lGLFbVVI_2605191007551sbpi.jpg

https://www.comicartfans.com/GalleryPiece.asp?Piece=1541486




Inviato da: Peter Parker il Mercoledì, 24-Lug-2019, 21:44
Ma postare semplicemente un link era così difficile?

Inviato da: Moreno Roncucci il Mercoledì, 24-Lug-2019, 22:00
QUOTE (Peter Parker @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 20:44)
Ma postare semplicemente un link era così difficile?

un Link? A dei messaggi fidonet?

laugh2.gif biggrin1.gif tongue1.gif ohmy1.gif
Ah, questi cinni che credono che Giulio Cesare avesse un profilo Facebook... cry_.gif

Per gli altri che non sanno di cosa sto parlando...
https://en.wikipedia.org/wiki/FidoNet


Inviato da: Estrella il Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:46
QUOTE (JhonSavor @ Martedì, 23-Lug-2019, 19:00)
Estrella non sarebbe Black Panther, eroe nero per eccellenza. Come Luke Cage.
Ma non è una questione legata solo alla componente afroamericana.
Miles Morales per esempio non è figlio di una generica coppia nera o di una coppia mista nero/bianca ma bensì latino-afroamericana.
Matthew Murdock è di origini irlandesi di fede cattolica.
Shang Chi è cinese mentre Danny Rand è anglo-americano.
Tempesta è kenyota. Sole Ardente giapponese.

Poi ci possono essere le eccezioni dovute al fatto che storicamente il parco personaggi della Marvel ha pescato per lo più da una data categoria di individui piuttosto che da un altra per motivi editoriali, magari mal interpretati.

Metti dei paletti che in realtà non esistono. Le eccezioni (ma ormai sono quasi la regola) ci possono essere in qualunque caso, se fa comodo.
Le origini dei personaggi sono accessorie quanto il colore dei capelli, quello della pelle o la natura dei superpoteri.
The Punisher nei fumetti è italoamericano, ti pare che la cosa abbia mai avuto rilevanza nelle trasposizioni cinematografiche?
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio più di quanto non l'abbia fatto trasformare un fighetto WASP come Johnny Storm in un bulletto di colore (e cioè molto poco).
Se c'è una cosa che ci hanno insegnato i Marvel Studios, e Hollywood in generale, è che, quando si parla di personaggi immaginari, non c'è nulla di immutabile e vale praticamente TUTTO. Basta che ci sia INTERESSE a farlo.


Anzi, http:///wiki/Niccolo_Machiavelli 21vs.gif

Inviato da: Estrella il Giovedì, 25-Lug-2019, 00:07
QUOTE (Moreno Roncucci @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 21:00)
QUOTE (Peter Parker @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 20:44)
Ma postare semplicemente un link era così difficile?

un Link? A dei messaggi fidonet?

laugh2.gif biggrin1.gif tongue1.gif ohmy1.gif

Ma quindi, fammi capire, tu hai conservato tutti i messaggi che hai scritto in vita tua, anche quelli postati in reti informatiche ormai in disuso? unsure.gif
user posted image

Inviato da: Janos Hunyadi il Giovedì, 25-Lug-2019, 00:13
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif


Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 25-Lug-2019, 01:04
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:13)
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif

Condividi anche tu, nevvero Janos?

Inviato da: Janos Hunyadi il Giovedì, 25-Lug-2019, 01:09
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:04 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:13)
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif

Condividi anche tu, nevvero Janos?

huh1.gif

Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 25-Lug-2019, 01:29
QUOTE (Janos Hunyadi @ Giovedì, 25-Lug-2019, 00:09)
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:04 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:13)
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif

Condividi anche tu, nevvero Janos?

huh1.gif

(Ero sarcastico. Avresti dovuto reggermi il gioco con un faccina tipo questa 21vs.gif )

Inviato da: Moreno Roncucci il Giovedì, 25-Lug-2019, 02:04
QUOTE (Estrella @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:07)
QUOTE (Moreno Roncucci @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 21:00)
QUOTE (Peter Parker @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 20:44)
Ma postare semplicemente un link era così difficile?

un Link? A dei messaggi fidonet?

laugh2.gif biggrin1.gif tongue1.gif ohmy1.gif

Ma quindi, fammi capire, tu hai conservato tutti i messaggi che hai scritto in vita tua, anche quelli postati in reti informatiche ormai in disuso? unsure.gif

Tsk tsk tsk... stai ragionando a rovescio!

Ti stai immaginando qualcuno che va online su una roba tipo facebook, a salvarsi in locale uno per uno i suoi messaggi, che sono in un social network o una roba tipo forum, passando delle ore in una connessione dsl...

Scordati tutta stà roba! La connessione era in dial up, sui vecchi telefoni, pagavi quindi la telefonata e tutto il tempo che stavi collegato alla BBS (che di solito era pure in un altro comune e quindi era pure un interurbana)

Quello che facevi era, UNA VOLTA AL GIORNO, ti collegavi, e in MENO DI UN MINUTO scaricati TUTTI i messaggi in locale. Poi scollegavi, e leggevi e rispondevi off-line. La sera dopo ti ricollegavi, scaricavi in nuovi messaggi in arrivo e mandavi i tuoi (non aveva senso mandarli più spesso di una volta al giorno, visto che anche le BBS si collegavano fra di loro nella stessa maniera una volta al giorno di notte).

(Sì, le risposte le leggevi dopo un giorno, e non aveva tempo affrettarsi a rispondere, tanto prima del giorno dopo non le avrebbe lette nessuno. Quindi erano risposte meditate e nessuno aveva il terrore dei wall-of-text. Inutile dire che il livello delle discussioni ne guadagnava parecchio)

Quindi non ti dovevi "salvare" niente. TUTTA la base messaggi, sia i tuoi che di altri, ce l'avevi nel tuo computer, come TUTTI quelli che scrivevano su Fidonet.

Quanto era grande? Erano messaggi solo testo. Usando un set ASCII ristretto. Zippata, tutta la base messaggi stava in un floppy!

Quindi, non c'è nulla da "salvare". Al massimo puoi dire "e non sei mai andato nel tuo HD a cercare quel piccolo file zippato per cancellarlo? cool1.gif

Leggerlo ovviamente è un altro discorso. Il programma apposito girava su DOS e non so nemmeno più dove l'ho messo. Essendo una base messaggi solo di testo potrei fare comunque una ricerca di un messaggio se mi ricordo una frase contenuta, ma sarebbe scomodo senza il programma apposito. Diversi messaggi però li avevo riutilizzati già all'epoca, mandati via email o ng, e quindi sono più facili da trovare e copia-incollare, ed è il caso di questi

(e se adesso mi chiedi "ma hai salvato tutta la webmail", poi mi toccherà spiegarti pure cos'è un mail reader e come si usava in dial up con la base messaggi in locale... rolleyes.gif )

Ma davvero, è impressionante vedere come quanta gente dia per scontato che le discussioni online (o proprio il concetto di "online") siano nate con l'html o le connessioni DSL (o, per i più giovani, probabilmente con Facebook...)

-----------------------------------------------------

Per tornare in topic (che non credevo davvero di creare tanto scompiglio postando un testo, con la gente che si meraviglia perchè non ho postalo il link al "forum fidonet" o perchè immagina che mi sia salvato a mano tutti i messaggi), il discorso sul "cambiare i personaggi" mi pare terribilmente distorto, da una parte o dall'altra, da motivazioni puramente ideologiche.

È ridicolo il mettersi a fare un listino delle cose che "si possono cambiare" o "non si possono cambiare" in Daredevil. La Corno gli aveva pure cambiato il nome ("devil"), quindi possiamo dire che chiamarlo Pinco Pallino non cambia niente perchè il nome non sarebbe essenziale? O, per tornare al colore della pelle... se fare una torcia umana nera non cambia niente, allora possiamo fare un Black Panther cinese, tanto è uguale?

No. Niente elenchini di cose cambiabili o meno, quella è una strada folle.

Semplicemente, OGNI cambiamento è una SCELTA, che può avere le motivazioni più varie. E va giudicata in base ai risultati.

La cosa che ha fatto incavolare molti fan riguardo alla Torcia umana di colore nell'ultimo film non è stata il fatto di avere un eroe nero (almeno, lo spero...), è stata come è stata gestita tutta la cosa: fatta chiaramente a scopi propagandistici - pubblicitari, scegliendo oltretutto il personaggio che, da nero, sarebbe stato ancora di più stereotipato, praticamente un clichè, e oltretutto per "lanciare" il film la casa produttrice ha pensato bene di buttarla in caciare accusando di razzismo tutti quelli che non erano esaltati all'idea. un disastro annunciato, tanto prevedibile che anche lo stesso pubblico che ha affollato le proiezioni di Black Panther si è guardato bene dal farsi coinvolgere dal film dei FF.

Ma qualcuno si è lamentato dei Nick Fury nero? Di Gamora? Anche Idris Elba in Thor, ci sono state un sacco di battutine sul vichingo nero (soprattutto PRIMA del film), ma poi semplicemente la gente si è abituata all'idea e adesso Heimdall per il pubblico è lui.

Dov'è che ci sono state le maggiori proteste? Sull'Antico, perchè un personaggio asiatico è stato reso bianco (anche se donna), paradossalmente proprio per non alienarsi il mercato cinese...
Ma anche lì, il personaggio è apparso così convncente, che le polemiche si sono smorzate.

Quindi, adesso si parla di Thor donna, e ovvio che ci sono battutine. Come fai a non farle? Ma è inutile mettersi a dire adesso che un cambiamento o l'altro sarebbe "giustificato" o no, "indolore" o "inessenziale" o no.

Perchè l'unica cosa che può giustificare una scelta di casting, è il risultato finale. Solo dopo si vedrà se era una buona scelta o no.

Inviato da: lonewolf_10 il Giovedì, 25-Lug-2019, 08:47
E tutte queste parole andranno perdute, come lacrime nella pioggia (per fortuna)

O salvi anche i messaggi postati su CUS? laugh2.gif

Inviato da: Janos Hunyadi il Giovedì, 25-Lug-2019, 09:38
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:29 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Giovedì, 25-Lug-2019, 00:09)
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:04 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:13)
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif

Condividi anche tu, nevvero Janos?

huh1.gif

(Ero sarcastico. Avresti dovuto reggermi il gioco con un faccina tipo questa 21vs.gif )

dunno.gif

Inviato da: MinCulPop il Giovedì, 25-Lug-2019, 11:33
QUOTE (lonewolf_10 @ Giovedì, 25-Lug-2019, 08:47)
E tutte queste parole andranno perdute, come lacrime nella pioggia (per fortuna)

O salvi anche i messaggi postati su CUS? laugh2.gif

tu non lo fai? blink.gif

Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 25-Lug-2019, 11:53
QUOTE (Janos Hunyadi @ Giovedì, 25-Lug-2019, 08:38)
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:29 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Giovedì, 25-Lug-2019, 00:09)
QUOTE (JhonSavor @ July 25, 2019 01:04 am)
QUOTE (Janos Hunyadi @ Mercoledì, 24-Lug-2019, 23:13)
QUOTE (Estrella @ July 24, 2019 11:46 pm)
[...]
Se trasformassero Matt Murdock in un messicano altrettanto cattolico (magari figlio di un campione di lucha libre che sale sul ring mascherato da diavolo 21vs.gif), non stravolgerebbe il personaggio
[...]

rolleyes.gif

Condividi anche tu, nevvero Janos?

huh1.gif

(Ero sarcastico. Avresti dovuto reggermi il gioco con un faccina tipo questa 21vs.gif )

dunno.gif

prossima volta dai smile.gif

Inviato da: Estrella il Giovedì, 25-Lug-2019, 15:33
QUOTE (Moreno Roncucci @ Giovedì, 25-Lug-2019, 01:04)
Quindi, non c'è nulla da "salvare". Al massimo puoi dire "e non sei mai andato nel tuo HD a cercare quel piccolo file zippato per cancellarlo?  cool1.gif

Ecco, a me sembrava strano anche quello laugh2.gif
Non il fatto che tu non l'abbia cancellato, ma che non si sia cancellato "da solo" dopo tutti questi anni. Io con tutti i PC che ho cambiato, ho perso tanti di quei dati... mail e discussioni su supporti vari erano l'ultima cosa che mi premuravo di conservare.
Oh, comunque "strano" per modo di dire, eh. Per carità, una mia amica conserva i biglietti del cinema di tutti i film che vede, mio cugino ha gli scontrini di tutto ciò che ha acquistato in vita sua (e periodicamente li riordina, li esamina, analizza il mutare dei suoi consumi nel corso degli anni... Ecco, sì, magari lui un po' inquietante lo è 21vs.gif)...
Insomma, non era davvero importante, grazie comunque per esserti spiegato, non ti avrei considerato strambo in ogni caso tongue1.gif


QUOTE
È ridicolo il mettersi a fare un listino delle cose che "si possono cambiare" o "non si possono cambiare" in Daredevil.  La Corno gli aveva pure cambiato il nome ("devil"), quindi possiamo dire che chiamarlo Pinco Pallino non cambia niente perchè il nome non sarebbe essenziale? O, per tornare al colore della pelle... se fare una torcia umana nera non cambia niente, allora possiamo fare un Black Panther cinese, tanto è uguale?

No. Niente elenchini di cose cambiabili o meno, quella è una strada folle.

Semplicemente, OGNI cambiamento è una SCELTA, che può avere le motivazioni più varie. E va giudicata in base ai risultati.

E' esattamente quello che volevo dire. Sembra che per qualcuno certe caratteristiche non si possano cambiare perchè eh, no, quelle sono importanti, che follia, così si snatura il personaggio. Salvo poi che a cambiarle non sia eventualmente la Marvel e allora ah, sì, in effetti c'era proprio bisogno di svecchiare il personaggio, non capisco perchè la gggente si lamenti. Hail Marvel! 21vs.gif

Inviato da: Cap.Crumb il Giovedì, 25-Lug-2019, 18:13
@Moreno Roncucci (credo l'unico del forum iscritto con nome cognome), se stai cercando di essere il nuovo fioco...
bè ci stai riuscendo egregiamente. blowup.gif


cmq grazie per averci edotto su Shang Chi, visto che non credo di essere l'unico ad essere curioso sul personaggio, ti va di postare in due righe la sua "particolarità"?


no perchè a me, personalmente, nonostante il tuo post (ho letto solo il primo) copincollante, ancora rimbalza in testa Bruce Lee ne l'ultimo combattimento di Chen... evil2.gif

Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 25-Lug-2019, 21:11
C’era un post che non trovo in cui si ripercorreva la storia dei 10A e del Mandarino nell’MCU e arrivava a confrontarlo con il padre di Shang Chi fumettistico Fu Manchu.
Il primo prende i poteri dalla tecnologia mentre il secondo è una specie di stregone centenario. Ora dato che il Mandarino potrebbe essere il padre di Shang potrebbero fondere le cose e risulterebbe un individuo che riunisce scienza e magia, cosa che un solo personaggio ha nei fumetti, Destino.
E quindi gli autori dell’articolo concludevano il tutto con una ipotesi che vedrebbe Von Doom allievo del Mandarino.

Inviato da: Peter Parker il Giovedì, 25-Lug-2019, 21:40
QUOTE (JhonSavor @ Giovedì, 25-Lug-2019, 20:11)
C’era un post che non trovo in cui si ripercorreva la storia dei 10A e del Mandarino nell’MCU e arrivava a confrontarlo con il padre di Shang Chi fumettistico Fu Manchu.

Fu Manchu?

Non so di cosa tu stia parlando. Non esiste alcun Fu Manchu nel Marvel Universe. rolleyes.gif

Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 25-Lug-2019, 22:11
QUOTE (Peter Parker @ Giovedì, 25-Lug-2019, 20:40)
QUOTE (JhonSavor @ Giovedì, 25-Lug-2019, 20:11)
C’era un post che non trovo in cui si ripercorreva la storia dei 10A e del Mandarino nell’MCU e arrivava a confrontarlo con il padre di Shang Chi fumettistico Fu Manchu.

Fu Manchu?

Non so di cosa tu stia parlando. Non esiste alcun Fu Manchu nel Marvel Universe. rolleyes.gif

Oh giusto, intendevo Zheng Zu cool1.gif

Inviato da: JhonSavor il Giovedì, 01-Ago-2019, 13:38
Shane Black afferma che l’approccio del loro Mandarino era per evitare di cadere nello stereotipo della minaccia gialla degli esordi, ma che in un film radicato nel mondo cinese funziona.
Drew Pierce dice che non ci saranno retcon di IM3 e pensa che si spiegherà tutto, fidandosi della Marvel.
https://www.badtaste.it/2019/08/01/lo-sceneggiatore-di-iron-man-3-commenta-il-debutto-del-vero-mandarino-in-shang-chi/385205/

Inviato da: JhonSavor il Mercoledì, 14-Ago-2019, 15:20
https://cinema.everyeye.it/notizie/simu-liu-orgoglioso-protagonista-canadese-mcu-391867.html

A questo punto se il film sarà un successo e farà da trampolino di lancio sarò proprio contento per lui laugh2.gif

Inviato da: JhonSavor il Domenica, 18-Ago-2019, 22:18
user posted image

QUOTE
As I tighten my grip on the shield I suddenly understand the weight that its owner bore for ten years. Nobody will ever be able to replace him... but I will help keep his legacy alive.
I won’t let you down, Cap.

Inviato da: JhonSavor il Venerdì, 23-Ago-2019, 16:51
Come saprete le riprese avranno luogo agli studi Fox di Sidney ma a quanto pare delle sessioni di esterni verranno effettuate a Hong Kong e in Vietnam.

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)