Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



Pagine : (7) « Prima ... 5 6 [7]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> L'impero Trigan (Don Lawrence) e Storm, info su prossima uscita Planeta
 
bgh
Inviato il: Martedì, 23-Feb-2021, 11:22
Quote Post


Cavaliere Oscuro
****

Gruppo: Members
Messaggi: 7859
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Ho acquistato il primo volume (su quattro previsti) di Trigan Empire della Rebellion. Bel tomo quadrato con buona carta e un ottimo prezzo, anche se spiace che le tavole rovinate non abbiano nemmeno provato a restaurarle (e, specie all'inizio, non sono poche). L'assenza di un inquadramento storico la trovo pesantissima: l'unico extra è un'introduzione di Liam Sharp, disegnatore che gli appassionati DC conosceranno e allievo di Lawrence, il quale si limita a tessere le lodi della serie.

Non sapevo cosa aspettarmi da questo fumetto. Il titolo magniloquente e la prima storia mi hanno - mi sembra lecitamente - autorizzato a pensare alle vicende di un impero attraverso il tempo, invece è un normalissimo fumetto d'avventura, con un gruppo di "pard" come protagonisti (Trigo, il fratello, il nipote, l'amico di questi, il vecchio saggio e il servitore leale) e una serie di storie brevi (che cozzano un po' con la lunghezza della prima avventura, che si sviluppa su una cinquantina di tavole) che presentano via via varie minacce. È il sestetto a fare tutto (l'impero passa rapidamente al ruolo di "damsel empire in distress") e le connotazioni vagamente sociologiche degli esordi - che parlano invece di un popolo intero - si annullano subito.
Le sceneggiature sono il trionfo dell'assurdità, tanto a livello di eventi quanto di personaggi. Lo stesso Trigo, mostrato come il più saggio dei suoi fratelli - i fondatori dell'impero - nella storia d'esordio, diventa nel giro di pochissimo uno stupido credulone totalmente in balìa dei propri sentimenti, che per esigenze narrative casca in ogni trappola che gli si tende (salvo poi ovviamente trionfare in extremis). Bell'imperatore, proprio da rivolte con torce e forconi.
Nonostante tutto la lettura scorre avvincente all'inizio, c'è voglia di vedere che cosa gli autori s'inventeranno di ancor più strampalato. Salvo che... a metà del volume Butterworth incomincia già a riciclare pesantemente gli intrecci, alternando colpi di stato più o meno tutti uguali a guerre più o meno tutte uguali. Cioè dopo neanche due anni e una decina di storie: o il ricambio generazionale del pubblico di Look & Learn (la rivista su cui la serie usciva) era davvero rapido, o altrimenti diventa difficile spiegare la cosa.
La lettura offre diversi momenti di umorismo involontario. Questo mi ha fatto ridere molto: il nipote di Trigo scopre una fortezza i cui abitanti sono vittime di un'amnesia collettiva. Il vecchio saggio però ha la risposta: hanno avuto tutti un colpo di sole! Al che il nipote - giustamente - lo insulta trattandolo come il demente senile che è, e il vecchio tira fuori l'espressione più commovente che abbia mai visto in vita mia. Trigo lo caccia: "È l'uomo più saggio del regno, come ti permetti?"; salvo poi, quand'è uscito, confessare al vecchio che il nipote forse forse non ha tutti i torti. Al che il vegliardo ammette di non riuscire a pensare a una spiegazione migliore del colpo di sole (e sì che fino ad allora hanno affrontato nelle loro storie manipolazioni mentali di ogni sorta), e annuncia gravemente: "tutto ciò va oltre le mie capacità" laugh2.gif
(click to show/hide)


Delle tavole di Lawrence non posso dire molto: non mi piacevano quando mi limitavo a vederle su internet e negli artbook, non mi piacciono alla prova dei fatti.
Qualche sottolineatura sullo storytelling magari la si può fare. Alterna in continuazione sequenze di tipo fumettistico ad altre di tipo illustrativo, sulla scia di Prince Valiant di Foster: ma non sempre queste ultime vengono risolte in maniera brillante. Foster sapeva sempre catturare i momenti topici e incanalarli nel flusso della narrazione, qui invece certi accostamenti di vignette sono un po' bizzarri.

Non posso dire che non sia divertente da leggere (ho finito il volume in una sera, nonostante la mole), ma... come prodotto kitsch.
Umberto Eco diceva che sono gli stessi fumettofili, i quali pure vorrebbero che il loro medium preferito fosse un po' più considerato a livello ufficiale, a fargli un disservizio, elevando a Iliade (parole sue) qualunque cosa piaccia loro. Non so perché, ma mi è tornata in mente questa frase.
La contestualizzazione non può limitarsi al confronto con i fumetti presenti in una data epoca sulla sola scena nazionale: il mondo della nona arte si è sempre costruito sugli scambi. E non mi sembra che le serie analogamente per bambini e ragazzi che uscivano nello stesso periodo in Italia o in Francia li trattassero come degli stupidi.


--------------------
.
PMEmail Poster
Top
 
texhnolyze
Inviato il: Martedì, 23-Feb-2021, 12:43
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 978
Utente Nr.: 12720
Iscritto il: 09-Ott-2017
Città:



Fatto curioso: l'ho letto anche io pochi giorni fa, però io mi sono spinto fino al secondo volume addirittura. Il primo ce l'avevo da qualche mese, il secondo mi è arrivato pochi giorni fa abbastanza rovinato e mi son detto "ora lo leggo tutto e se non mi va faccio almeno il reso del secondo".

Comunque, sì, concordo con quanto detto. Anche io se dovessi descrivere Trigan direi che è una via di mezzo tra Prince Valiant e un fumetto normale. Il problema è che non riesce ad essere né l'uno né l'altro. A livello di storytelling ha dei limiti colossali. Se l'hai letto tutto in una serata hai saltato le didascalie? Beh, io l'ho fatto dopo che ho visto che erano inutili.

Vero, quella scena con Peric era veramente ridicola tongue1.gif ma tutte le storie bene o male hanno quella impronta.

Uno dei problemi di Trigan è che noi l'abbiamo letto di fila, mentre era pensato per 2 tavole a settimana e sebbene non fosse l'unico ai tempi è anche vero che secondo me neanche pensavano ad una raccolta in volume.
Altra cosa, il target in realtà è per bambini e non per ragazzi, ciò però non giustifica il tono didattico che c'è dietro ma già il fatto che la rivista si chiamasse "Look and Learn" è abbastanza emblematico. Se lo stai paragonando a, che ne so, Blueberry, penso che già in partenza Trigan avesse molte meno ambizioni e velleità artistiche. Alla fin fine sono tutte storie con fini morali ed etici. Alcune sono ripetitive, ma neanche tutte. Nel secondo volume iniziano anche storie più corpose e devo dire che la storia finale è stata abbastanza epica. Trigo si fa male in una guerra e il consiglio dice che il popolo non può avere come sovrano un invalido, quindi deve dimostrare di essere ancora all'altezza e deve perciò superare 5 prove. biggrin1.gif
Trigo (che avrà tipo 50 o 60 anni ormai) dice di dargli 3 mesi di tempo, si isola nella natura e ritorna più in forma che mai. Accetta tutte e 5 le prove più assurde (altro che Ercole) che gli danno e ovviamente trionfa. Sì, è kitsch però ti spinge ad andare avanti un po' perché, come giustamente dici, vuoi proprio vedere quante altre assurdità tireranno fuori e un po' perché l'ambientazione offre molto sense of wonder, anche se spesso ingenuo (alcune creature e navicelle sono...). Poi il fatto che fondano un'impero dal nulla e arrivano fino alla fantascienza ricorda i videogiochi Age of Empire, Mythology, ma solo in parte, perché poi subito si accelera all'età avanzata... Secondo me si potrebbe aggiornare e creare un evergreen senza fighetterie moderne e teenagerate. Io penso che i bambini dell'epoca si esaltassero con quelle storie, però è vero che la frase di Eco continua a valere e questo è sempre stato un grosso problema per il mondo del fumetto, che è strettamente legato al pubblico, agli autori, alla critica e agli editori, è un circolo vizioso che spinge in una direzione che porta a produrre troppo e troppe boiate. Osannare Trigan non ha senso, si può semplicemente dire cosa è e cosa può offrire.

Comunque sia, non leggerò il 3.
Se il primo interessa a qualcuno...


--------------------
Vendo
Jonathan di Cosey, Shakespeare a Fumetti (De Luca Sempreverdi), Azimut, Orbital, La Storia di Bird, Leggende delle Contrade Dimenticate, Rip Kirby 1, Thorgal, Loustal...

Compro
Alvar Mayor 3
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Martedì, 23-Feb-2021, 19:12
Quote Post


Cavaliere Oscuro
****

Gruppo: Members
Messaggi: 7859
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Certo, ho saltato le didascalie e magari anche qualche dialogo. Tanto...

Mi riferivo alla scena contemporanea in generale. Per esempio, nello stesso periodo di questo volume esordiva in Francia Luc Orient, pubblicata su una rivista sempre per giovanissimi, Tintin, e che era sempre una space-opera (quindi più fantasy che fantascienza, come farà poi Star Wars), almeno nel primo ciclo. Eppure, al di là di inevitabili forzature da fumetto d'avventura, era una serie curata e scritta con una certa intelligenza (è di Greg, del resto). Questa è proprio una bambinata di quelle...
Il fumetto inglese, lo raccontano tutti gli addetti ai lavori e non solo, è sempre stato visto come lammerda dall'intellighenzia locale (roba che al confronto il trattamento ricevuto dal medium in America o qui da noi in Italia è lusinghiero). Viene un po' da domandarsi, se questa è la crème, se non vi fosse qualche fondatezza...

Che poi non ce l'ho neanche tanto coll'opera in sé, quanto piuttosto con quelli che la tessono queste lodi sperticate. Oggi gli editori la ristampano in volumi destinati eminentemente a un pubblico adulto, e mi sembra giusto che quel pubblico adulto (che non sarà per forza composto tutti da nostalgici che l'hanno letta da bambini e che quindi ne perdonano le pochezze) sia avvertito, tutto qua.

Ecco un esempio di "strana sequenzialità" che mi ha colpito. La vignetta con l'esplosione di luce non dialoga con le due che la precedono e la seguono (nonostante la scena sia sempre la stessa, non c'è stacco), sembra buttata lì in mezzo.
Su Storm ho visto cose molto migliori, quindi anche in questo caso la colpa potrebbe essere dello sceneggiatore limitato che l'ha imposta a Lawrence. Si poteva risolvere in modi migliori, però: mettendo l'"obiettivo" alle spalle dei personaggi in primo piano e rimanendo dunque a terra, per creare continuità con le scene precedenti, rivolgendo l'attenzione verso l'alto all'esplosione.

user posted image


--------------------
.
PMEmail Poster
Top
 
bgh
Inviato il: Martedì, 23-Feb-2021, 19:43
Quote Post


Cavaliere Oscuro
****

Gruppo: Members
Messaggi: 7859
Utente Nr.: 12366
Iscritto il: 20-Gen-2017
Città:



Ecco qualche scena che invece mi è piaciuta (sì, adoro il viola in ogni sua sfumatura).

Nessuna di battaglia: le trovo tutte un po' uguali.

https://postimg.cc/gallery/hhtRzHV

Quella nel canyon è riprodotta a partire dagli originali anche nel volume di Roach - Masters of British comic art.


--------------------
.
PMEmail Poster
Top
 
texhnolyze
Inviato il: Martedì, 23-Feb-2021, 20:59
Quote Post


Asterix
*

Gruppo: Members
Messaggi: 978
Utente Nr.: 12720
Iscritto il: 09-Ott-2017
Città:



Ah, beh, quella del canyon è la mia preferita. Appena l'ho vista ci sono rimasto molto su. E, sì, anche a me piacciono tutte le scene in viola sue, non in generale.

Che ci fossero fumetti nettamente migliori è certo e non intendevo difenderlo, quanto piuttosto sorvolare sugli autori che neanche ci provano a fare qualcosa di valido e non talmente "stupido".

Io sapevo già a cosa andavo incontro, l'ho preso nonostante tutto per mera curiosità. Certo, poi quando gli danno una nomea insensata fanno solo danni, ad iniziare dai nomi in copertina.

Storm è più recente e più fumettoso.


--------------------
Vendo
Jonathan di Cosey, Shakespeare a Fumetti (De Luca Sempreverdi), Azimut, Orbital, La Storia di Bird, Leggende delle Contrade Dimenticate, Rip Kirby 1, Thorgal, Loustal...

Compro
Alvar Mayor 3
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (7) « Prima ... 5 6 [7]  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.4594 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]