Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Cerca nel forum
Loading
Ricerca avanzata



  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

> AGENTE TETTELEGGHE 2, A TU PER TU CON IL MANIACO DELLE FOGNE
 
ocramiggop
Inviato il: Martedì, 05-Gen-2021, 17:32
Quote Post


Grande Capo Estiqaatsi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 45876
Utente Nr.: 199
Iscritto il: 02-Lug-2004
Città:



AGENTE TETTELEGGHE 2 – POLICE BITCH: A TU PER TU COL MANIACO DELLE FOGNE.


Nuove grande per il capitano Earl, come il mancato arresto del maniaco rapitore di prostitute, che colpiva ogni 4 mercoledì notte del mese. Earl aveva pianificato tutto, anche l’esca perfetta, la bionda sergente Suzanne Anderson, detta “Tettelegghe”, vestita d’abiti striminziti e scarpe con i tacchi a spillo da puttana. Per tre settimane l’aveva fatta battere per strada della city, per “indagare a fondo” su tutti i clienti, possibili sospetti, ma il maniaco proprio quel mercoledì non si era fatto mai vedere. Improvvisamente, mentre stava meditando sul da farsi, il capitano ricevette la visita a sorpresa del suo capo, il commissario Frank “Cicciobomba” Conrad, un baffuto obeso.
- Buonasera, capitano, ancora nessuna traccia della Anderson? – iniziò a chiedere il Cicciobomba.
- In questo momento, signore, è a battere, in strada, commissario, – gli rispose Earl, guardando l’orologio – vede, il maniaco del mercoledì non deve sospettare che abbiamo messo una dei nostri fra le battone. -
- Non se la prenda, Earl, non tutte le retate del mercoledì notte riescono col buci…Ahem…buco! – provò a consolarlo Cicciobomba, emettendo un rumoraccio fra le parti basse - E poi, oggi è giovedì sera, non le sembra strano che quella donna non si sia fatta vedere in centrale, nemmeno per cinque minuti? –
- Mai strano come questo odore nauseabondo, commissario. – disse Earl, tappandosi il naso- Bleah, ma che schifo, ma cos’ha mangiato, signore, fagioli con le cotiche? –
- Si, con quadrupla razione di peperoncino piccante messicano, ma a lei che cosa gliene frega, Earl? – gli alitò addosso il Cicciobomba –Rintracci l’agente “Tettelegghe”, che oggi mi aveva promesso che mi avrebbe cucinato gli spaghetti alla “puttanesca”! –
- Certo, commissario, certo, - annuì Earl, cercando di sopravvivere all’alito pesante del Cicciobomba - ma lei, intanto, se ne vada al bar a prendersi un antiacido…e un chilo di mentine extra-forte alla menta! –
Il capitano Earl non poteva immaginare che il maniaco del mercoledì…AVEVA COLPITO DI GIOVEDI’ e, come aveva ipotizzato il capitano, aveva proprio catturato l’agente Tettelegghe, usando il cloroformio e trascinandola nelle fogne puzzolenti. Quando la bionda si risvegliò, si trovò prigioniera in gabbia e non era sola.
- Ooh, che mal di testa…e voi, chi siete e che cosa vi è successo? – chiese Tettelegghe, alle altre tre ragazze che erano rinchiuse con lei.
- La stessa cosa che è successa a te, biondina. – le rispose la più grossa con i capelli ricci e castani, che si stava truccando.
- Siamo le mignotte rapite dal maniaco del mercoledì. – confessò la rossa esile, che si stava limando le unghie delle mani.
- Si, ma oggi, è giovedì, non doveva colpire. – si stupì Tettelegghe.
- Si vede che ieri ha fatto sciopero, bella! – ironizzò l’ultima, pettinandosi i capelli neri.
- Ohh, la signorina si è svegliata. - s’intromise un maggiordomo con gli abiti malridotti e gli occhiali neri, che cercava, più volte, di aprire la porta con le chiavi che aveva in mano, non riuscendoci – Mi chiamo Amilcare e la devo portare dal mio padrone. –
- Padrone? – ripeté stupita Tettelegghe - Massì, mi porti da lui e mi dia questa chiave, che la metto nel buco io e la giro per bene, perché noto che lei è…”indisposto” agli occhi! –
- Non faccia altri scherzi, signorina, la tengo sottotiro – esclamò Amilcare, tirando fuori una vecchia Luger dalla fondina della giacca – e l’avverto, sono un tiratore scelto. –
- See, - bisbigliò Tettelegghe alle tre, che si misero a ridere – tiratore scelto… che mira e spara a caso. –
- Cosa diceva, signorina? – le domandò Amilcare.
- Dicevo, che…sono curiosa d’incontrare il suo padrone, ma…e se ci perdessimo in queste fogne, a causa del suo “problemuccio”, Amilcare? – domandò Tettelegghe uscendo dalla gabbia.
- Questo è impossibile, madame, - la rassicurò Amicare – ho un olfatto finissimo e un udito triplicato! A proposito, mi dice dov’è il muro, a destra, o a sinistra? –
Tettelegghe stava per rispondergli, quando una voce urlò a squarciagola:
- AMILCAREEEE! VECCHIO CECATO, VIENI QUA A SERVIRMIIIII LA CENA E PORTA LA RAGAZZA CON TEEEEE!
- Subito, signore, ora so dov’è! –
15 minuti e diverse indicazioni dopo, Tettelegghe fu portata da Amicare al cospetto del suo padrone, il maniaco del mercoledì, che era seduto davanti a una tavola imbandita.
- Prego, prego, non faccia, complimenti e si sieda, miss! – le disse il criminale col viso lungo, in bombetta e frac nero – Avrà una fame da lupi, dopo essere stata cloroformizzata. –
- Ma…ma lei non è il conte Antonio de Putris, quello che, in queste settimane, mi faceva sempre la corte e che io mandavo a ramengo, perché non aveva soldi da sborsare? – si stupì la ragazza, riconoscendolo.
- Si, sono proprio io. – confessò, un po’ intristito – Sorpresa, vero? –
- Beh, mi aspettavo un bruto, magari violento e con la bava alla bocca. – rispose Tettelegghe – Ma…ma…ma perché s’è ridotto così? –
- AMICAREEE, PORTA IL CONSUMME’ E SBRIGATI, VECCHIO PIPISTRELLO CHE HO UNA FAME BOIAAAA! - cambiò di tono il conte – Perché mi sono ridotto così? Il gioco, le donne, il bel vivere e le tasse…Ahh, quelle, ti portano via tutto, anche il castello che ho dovuto vendere a rate. –
- Ma…ma…ma ci sono gli alberghi a basso prezzo, persino le bettole, poteva campare come un poveraccio non riducendosi…alla fogna. – disse Tettelegghe.
- Perché, puzzo troppo, per caso? – chiese il conte odorandosi l’ascella puzzolente – La fa facile, lei, signorina; gli alberghi costano e le bettole, anche quelle più rancide, pure. Per questo sono andato a rintanarmi nelle fogne, ristrutturando qua e là per avere comfort, perché così io e i miei domestici, pur dovendo sopportare tutto questo tanfo, non paghiamo una lira…Ah, sì, qui in America, non paghiamo un dollaro! –
- Domestici? Amicare il maggiordomo cieco e chi altri? – chiese Tettelegghe.
- Aigor, lo sguattero (ha presente il gobbo di Notre Dame? Beh lui ha pura una faccia che sembra una rana), Gertrude, la cuoca storpia che mi cucina le pantegane che trova qui attorno, e Meh-he-eh, l’autista/creatura di Frankenstein che dice solo Meh-he-eh. – disse il conte, tirando fuori una foto, dov'erano ritratti lui e i suoi domestici.
- Ma…mancherebbero solo la mummia, il vampiro e l’uomo lupo. – balbettò Tettelegghe, scrutando la foto.
- Dice? – ribatté il conte – Si, una volta, ho provato a sbolognarli ad altri, ma nessuno prende domestici sciancati…e quindi, li ho coinvolti nei miei rapimenti. –
- Perché rapire le prostitute, portarle qui, nelle fogne e ogni 4 mercoledì del mese, per giunta? – domandò ancora Tettelegghe.
- Perché alle donne, specie quelle di facili costumi, anzi, anche senza costumi, non rinunzio e perché proprio di mercoledì mi pignorarono il castello! – confessò il conte.
- Ma oggi è giovedì, lei mi ha rapito di giovedì, perché? –
- Perché mica sono scemo. Sapevo che la polizia mi stava dando la caccia, per questo ho cambiato giorno e ho colpito oggi. E poi, poche ciance, biondina, - sorrise il conte, estraendo una pistola automatica calibro 45 - so chi sei realmente…Non sei “Susanna tutta panna acida”, la mignotta venuta a battere in zona tre settimane fa, sei una…una…“coppa”…con due coppe così…Una birra che non si beve…UNA SBIRRA! -
- Una sbirra? – ripeté Tettelegghe ancheggiando in modo sexy – Come lo ha intuito, signor conte? –
- Semplice – rispose il conte - Quando Meh-he-eh, ti ha cloroformizzata e portata qui, aiutato da Aigor (e che faccio io il lavoro di fatica?), ho rovistato nella tua borsetta e ho trovata la tua “Berta” calibro 9, la “patacca” del distretto e questo walkie-talkie miniaturizzato (a cui ho tolto i fili)…Capisci, che devo trasgredire alle mie regole e fare come l’idraulico liquido? –
- Che cosa intende per “idraulico liquido”? – chiese Tettelegghe.
- Che ti devo uccidere, anche se con vero dispiacere. – affermò il conte, notando le lunghe gambe i seni prosperosi di Tettelegghe – Se ti lascio andar via, per quanto procace tu sia, i poliziotti tuoi colleghi potrebbero scendere nelle fogne e, allora, direi addio alla mia bella vita. –
Il conte stava quasi per sparare al sergente Tettelegghe, quando arrivò Amilcare, il maggiordomo semi-cieco (o accecato del tutto) con la cena.
- Signore, il consomméeeeehhhh! – esclamò il maggiordomo, inciampando e facendo cadere il consommé bollente sulla giacca del suo padrone, a causa di Tettelegghe, che aveva prontamente allungato una delle sue gambe per farlo inciampare apposta.
- Ahh, scotta! – imprecò il conte – Amilcare, proprio adesso dovevi arrivare, vecchio corvo. Guarda, me l’hai fatta scappare! –
- Do…dove…guardo, signore? – disse il maggiordomo cieco, voltandosi di qua e di là.
- Di fronte a te, scemo d’un orbo! – urlò il conte, dandogli uno schiaffone in testa - Ahh, prendi il fischietto e raduna gli altri tre…Quella poliziotta non deve uscire dalle fogne...Se vede la luce del sole e chiama i suoi colleghi, saranno “le tenebre” per noi! –
- Si, signor conte, subito! – e Amilcare fece come aveva ordinato il suo padrone e fischiò col suo fischietto.
Tettelegghe scappò per i cunicoli delle fogne e pensò bene di togliersi le scarpe rosse a tacco 12 truccate, per trasformarle in pistole a sei colpi l’una, ma quando capì che sparare colpi intimidatori non serviva un granché, per fermare il conte, il maggiordomo cieco (o presunto tale), l’omone gigante, la cameriera storpia ed il gobbo che la inseguivano (anche perché loro erano più armati di lei), si diresse verso la gabbia dov’erano rinchiuse le tre battone.
- Sono l’agente Suzanne Anderson della polizia – disse Tettelegghe, tirando fuori la forcina per capelli ed aprendo la serratura della gabbia - A voi la scelta: restare chiuse qui e appagare le voglie di un conte puzzolente e senza soldi, oppure unirvi a me per combattere per la libertà…di battere ancora nelle strade? –
- LIBERTA’AAH!!!! - esclamarono le tre meretrici all’unisono.
Le tre donne non si fecero indietro ed affiancarono Tettelegghe, facendo a pezzi il mostro Meh-he-eh, storpiando l’altra gamba della povera Gertrude, accecando, ancora di più, il maggiordomo Amilcare e sgonfiando la gobba del gobbo Aigor (che insisteva che non aveva mai avuto una gobba), a suon di scarpate e borsettate in testa. Il conte provò a scappare dalla ressa della rissa, ma fu atterrato da una scarpa boomerang di Tettelegghe (si, oltre che pistole, le scarpe dell’agente possono trasformarsi anche in boomerang, che, come cagnolini Chiwawa tornano sempre dalla loro padroncina).
- Dove stava andando, signor conte? – disse Tettelegghe puntando tutte e due le punte delle scarpe sul nasone del maniaco nobile - Stia fermo, o la “ciliegia al sapor di sabbia puzzolente” delle mie scarpe sarà l’ultimo odore che sentirà! –
- Mi arrendo, mi arrendo. – ripeté il conte de Putris
Ecco come l’agente Tettelegghe, con l’aiuto di tre mignotte da strada, emerse dalle fogne e catturò il maniaco del mercoledì, che la rapì di giovedì, e i suoi domestici.


EPILOGO


Un’ora più tardi, alla stazione d polizia, il capitano Earl chiamò a rapporto il “Baffo” e il “Barba”, i suoi uomini più in gamba, che aveva mandato in perlustrazione, in cerca del sergente Tettelegghe. Mentre guardava i loro visi tumefatti e soprattutto i loro vestiti strappati chiese loro:
- Ma…ma cosa vi è successo, ragazzi, perché siete travestiti da donne, anzi da mignotte e chi vi ha ridotti così? –
- So' state le mignotte vere, sor capità! - iniziò il “Baffo” – Noi je volevamo chiede delle informazioni su Tettelegghe, come c’ha detto lei, ma c’hanno solo gonfiato de botte! –
- Ahi, ahi, che dolor, ahi, ahi, che dolor! – si lamentava il “Barba”, toccandosi la faccia.
- HANNO FATTO BENE A PICCHIARVI! – sbottò Earl, battendo il pugno sul tavolo – Dovevate travestirvi sì, ma da clienti, o da papponi, non da mignotte! –
Earl stava per mandare a quel paese i due poliziotti, quando, improvvisamente, entrò nel suo ufficio la maleodorante Tettelegghe.
- Sergente Suzanne “Tettelegghe” Anderson, a rapporto, signor capitano. – iniziò a dire la donna, mettendosi sugli attenti - Come vede da fuori suo ufficio, ho risolto il caso del maniaco del mercoledì (che stavolta ha colpito di giovedì, rapendomi perché mi ha scambiata per una vera mignotta), e che adesso sta per essere schedato e internato in prigione, con i suoi complici. -
- E brava “Tette”, molto brava, - si complimentò il capitano dandole una pacca sul sedere e sporcandosi la mano – vedi che, anche se in ritardo di un giorno, i miei piani per catturare i rapitori di mignotte funzionano? –
- Già, – gli rispose Tettelegghe, abbozzando un sorriso di scherno- Come stratega non la batte nessuno, signore. -
- “Tet”, - riprese il capitano, odorando la sua poliziotta preferita da cima a fondo – puzzi da far vomitare e sei sporca più di Cenerentola! -
- Appunto, capitano, – ammise la poliziotta, aprendo il portacipria e guardandosi nello specchietto – sono solo venuta a fare rapporto e adesso le chiedo di congedarmi, perché voglio tornare a casa per farmi un bagno triplo e una doccia quadrupla! –
- Si, si, certo, vai pure. – sorrise Earl – Aspetta! – cambiò tono il capitano.
- Vuole, per caso, venire da me, per spazzolarmi la schiena, capitano? – chiese Tettelegghe ironica.
- Eeh, magari… – si rammaricò il capitano, quasi piangendo – Volevo dire che ti sta cercando il commissario Conrad, perché gli hai promesso la puttanesca! –
- Non ne ho il tempo, capitano. E, poi, in questo preciso momento, nel suo studio ci sono le tre puttane che mi hanno aiutato a risolvere il caso e chi meglio di loro? Arrivederci! – gli rispose Tettelegghe, salutando ed uscendo dall’ufficio.
- Già, “Tet”, come hai ragione, – ammise Earl - chi meglio di tre vere mignotte per una puttanesca fumante per il commissario scorreggione? –
- O pé ‘ffà gli gnocchi cor culo, sor capità! – intervenne il “Baffo”.
Al conte Antonio de Putris, alias il maniaco del mercoledì (che fu catturato di giovedì), furono dati vent’anni di reclusione, ma si abituò presto alla vita carceraria, scoprendo che una lussuosa cella di prigione, a spese dello Stato, era molto più confortevole ed igienica di una rancida fogna puzzolente, arredata alla bisogna. Non solo, divenne un “mammasantissima” a cui poliziotti e detenuti si rivolgevano volentieri, per risolvere i loro “problemi”. Quanto alle mignotte - il suo debole - in carcere n’entravano e ne uscivano ad iosa, e lui si divertiva volentieri, con loro, a “giocare” al dottore e all’ammalata. Inoltre, il sergente Tettelegghe veniva a trovarlo spesso, per doveri d’ufficio (e non), e lui si perdeva fra i decolletè e le gambe lunghe della bella poliziotta. Solo un dubbio lo tormentava: se un giorno i poliziotti l’avessero rilasciato per buona condotta, dove sarebbe andato a vivere? Il conte, quando pensava a questo, cadeva in depressione e si metteva a cantare “MALAFEMMENA”.

FINE DELL’EPISODIO

Marco "Dcc Ock" Poggi


--------------------
Marco Poggi
PM
Top
 
ocramiggop
Inviato il: Martedì, 05-Gen-2021, 17:48
Quote Post


Grande Capo Estiqaatsi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 45876
Utente Nr.: 199
Iscritto il: 02-Lug-2004
Città:



Tornano le avventure dell'agente Tettelegghe, parodia ispirata al serial americano anni'70 "POLICE WOMAN - AGENTE PEPPER", con Angie Dickinson, anche se ci sono citazioni molto italiana a partire dall'antagonista, che è nientemeno che Totò, il principe della risata (Amilcare il maggiordomo, però, non è ricalcato né su Peppino de Filippo, né su Alec Guinness di "SIGNORI E SIGNORE IL DELITTO E' SERVITO", ma è un misto fra Giacomo Furia e Carlo Croccolo, che spalleggiarono il principe il primo ne "LA BANDA DEGLI ONESTI" e il secondo, guarda caso, come domestico senza una lira in "SIGNORI SI NASCE" e "TOTO' LASCIA O RADDOPPIA"). Spero vi piacciano anche le citazioni a "CANNON" e alla saga dell'ispettore Nico Giraldi, detto er Pirata, impersonato da Tomas Milian. laugh2.gif

Marco "Doc Ock" Poggi


--------------------
Marco Poggi
PM
Top
Adv
Adv









Città:





Top
 
Jagger
Inviato il: Martedì, 05-Gen-2021, 18:58
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1106
Utente Nr.: 13333
Iscritto il: 20-Gen-2020
Città: Los Angeles, CA



complimenti.
è ben articolato, strutturato ed argomentato.e pure interessante nella lettura.


--------------------
user posted image
PMUsers WebsiteIntegrity Messenger IMICQAOLYahooMSN
Top
 
ocramiggop
Inviato il: Martedì, 05-Gen-2021, 21:20
Quote Post


Grande Capo Estiqaatsi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 45876
Utente Nr.: 199
Iscritto il: 02-Lug-2004
Città:



QUOTE (Jagger @ Martedì, 05-Gen-2021, 10:58)
complimenti.
è ben articolato, strutturato ed argomentato.e pure interessante nella lettura.

grazie.gif


--------------------
Marco Poggi
PM
Top
 
Jagger
Inviato il: Mercoledì, 06-Gen-2021, 02:23
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1106
Utente Nr.: 13333
Iscritto il: 20-Gen-2020
Città: Los Angeles, CA



QUOTE (ocramiggop @ Martedì, 05-Gen-2021, 20:20)
QUOTE (Jagger @ Martedì, 05-Gen-2021, 10:58)
complimenti.
è ben articolato, strutturato ed argomentato.e pure interessante nella lettura.

grazie.gif

prego wink_old.gif


--------------------
user posted image
PMUsers WebsiteIntegrity Messenger IMICQAOLYahooMSN
Top
 
Cap.Crumb
Inviato il: Giovedì, 07-Gen-2021, 19:35
Quote Post


MR. NATURAL
********

Gruppo: Members
Messaggi: 28968
Utente Nr.: 450
Iscritto il: 13-Lug-2004
Città: --Teramo--



lòl poggi, non mi spammare via pm la tua fanfiction sennò ti segnalo! tongue1.gif

cmq mi hai chiesto un parere "qualunque esso sia", bè...non leggerò mai una fanfiction! fallo diventare un videoblog su YT ed avrai qualche speranza in più! laugh2.gif wink_old.gif


--------------------
stupido è, chi lo stupido fa ©.
user posted image
___GialluCAP SCAMBIA & VENDE___ ANCHE SU _E-BAY_
QUOTE
mentre un franchising spera che lo spettatore torni, un universo cerca di fare in modo che non se ne possa mai andare
PM
Top
 
ocramiggop
Inviato il: Giovedì, 07-Gen-2021, 20:43
Quote Post


Grande Capo Estiqaatsi
********

Gruppo: Members
Messaggi: 45876
Utente Nr.: 199
Iscritto il: 02-Lug-2004
Città:



QUOTE (Cap.Crumb @ Giovedì, 07-Gen-2021, 11:35)
lòl poggi, non mi spammare via pm la tua fanfiction sennò ti segnalo! tongue1.gif

cmq mi hai chiesto un parere "qualunque esso sia", bè...non leggerò mai una fanfiction! fallo diventare un videoblog su YT ed avrai qualche speranza in più! laugh2.gif wink_old.gif

Sarebbe un'idea, ci penserò.

Marco "Doc Ock" Poggi


--------------------
Marco Poggi
PM
Top
 
Jagger
Inviato il: Venerdì, 08-Gen-2021, 14:56
Quote Post


Uomo Mascherato
**

Gruppo: Members
Messaggi: 1106
Utente Nr.: 13333
Iscritto il: 20-Gen-2020
Città: Los Angeles, CA



QUOTE (Cap.Crumb @ Giovedì, 07-Gen-2021, 18:35)
fallo diventare un videoblog su YT ed avrai qualche speranza in più! laugh2.gif wink_old.gif

ottimo suggerimento. prendi nota Marco! wink_old.gif


--------------------
user posted image
PMUsers WebsiteIntegrity Messenger IMICQAOLYahooMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneNuovo Sondaggio

 



[ Script Execution time: 0.0268 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]